Cosa vedere a Perugia

Capoluogo della regione Umbria, Perugia merita una visita per la sua ricchezza culturale e artistica e per la bellezza della sua posizione collinare. Prima che passasse sotto il dominio romano, Perugia era un’importante città etrusca e ancora oggi conserva resti di quell’era. Centro della scuola di pittura umbra, rappresentata da artisti quali Pietro Vannucci (Perugino), maestro di Raffaello, e Bernardino Betti (Pinturicchio), Perugia vanta tanti tesori artistici sparsi nelle sue chiese ed edifici. Città universitaria e patria del cioccolato Perugina, Perugia ha una vena dinamica e creativa, con tanti festival culturali e gastronomici durante l’anno. Come avrete intuito ci sono attrazioni per tutti i gusti, perciò non vi resta che pianificare la visita usando questa guida sulle principali attrazioni di Perugia.

Cattedrale di San Lorenzo

La cattedrale gotica di San Lorenzo, risalente al 1400, si caratterizza per la sua facciata incompiuta, nonostante i lavori siano durati più di due secoli: la decorazione esterna in pietra rosa e bianca è stata completata solo sulla parete laterale, che però è rivolta verso la Fontana Maggiore, sulla piazza principale della città, il che rappresenta di certo una singolarità. All’interno invece la chiesa è completamente finita ed è riccamente decorata con colonne di marmo che sorreggono il soffitto ornato di splendidi affreschi.

Fontana Maggiore e Piazza IV Novembre

Al centro della piazza principale di Perugia, Piazza IV Novembre, la Fontana Maggiore è una delle fontane più belle d’Italia, con rilievi dei maestri toscani Nicola e Giovanni Pisano. Realizzata in pietra bianca e rosa è sormontata da un trio di ninfe di bronzo che sorreggono un’urna da cui scorre l’acqua. La piazza è sempre stata il centro politico e sociale della comunità: era il foro in epoca romana e il principale centro commerciale della città medievale. Per questo intorno alla piazza sorgono i principali edifici della città, come la Cattedrale, Palazzo dei Priori e il Palazzo Arcivescovile con il Museo di Storia Naturale. Per immergervi nelle atmosfere medievali di Perugia, da Piazza IV Novembre passeggiate lungo via delle Volte.

Galleria Nazionale dell’Umbria e Palazzo dei Priori

Progettato in uno stile gotico ornato con merlature che lo fanno sembrare un castello, il Palazzo dei Priori è un imponente edificio che si trova di fronte alla Cattedrale in Piazza IV Novembre. Al primo piano del palazzo si trova la splendida Sala dei Notari, decorata da affreschi della fine del XIII secolo di scene bibliche e allegoriche. La Galleria Nazionale dell’Umbria, ospitata al terzo piano, contiene dipinti del Perugino, di Pinturicchio e di altri artisti della scuola umbra ripercorrendo l’evoluzione della pittura in Umbria dal Medioevo al XX secolo.

Collegio del Cambio

Nel 1400 venne attuato un ampliamento del Palazzo dei Priori per ospitare il Collegio del Cambio, ora diventato un’attrazione turistica a sé stante. La corporazione dei banchieri era una delle più potenti della città e la nuova ala di Palazzo dei Priori ne divenne il quartier generale. L’ingresso di legno intagliato con i simboli della corporazione è solo un assaggio di ciò che riserva l’interno, fatto di sale finemente decorate e arredi pregiati. Attrazione principale è la Sala dell’Udienza, che sfoggia pareti e volte decorate con affreschi del Perugino.

Rocca Paolina

Uno dei luoghi più curiosi e insoliti da vedere a Perugia si trova sotto le sue affascinanti strade e piazze antiche. La sua storia risale al 1540, quando Papa Paolo III ordinò la costruzione di una massiccia fortezza sul Colle Landone, il quartiere in cui si trovavano i palazzi e le proprietà della famiglia che fino ad allora aveva governato su Perugia e si era ribellata al dominio papale. Più di 100 tra case, torri, chiese e monasteri, alcuni risalenti all’epoca etrusca e romana, furono distrutti e le loro pietre furono usate per costruire la fortezza. Nel 1800 la fortezza venne distrutta e ciò che si può vedere oggi sono i sotterranei e i passaggi del palazzo.

Basilica di San Domenico

Uno dei principali edifici religiosi di Perugia, la Basilica di San Domenico risale al 1305, ma ha una storia “sfortunata” con diversi crolli della struttura che hanno portato a modifiche del design iniziale. La chiesa conserva però in gran parte il suo originario aspetto gotico che è stato l’ispirazione per la costruzione della Cattedrale di San Lorenzo. Entrate all’interno per ammirare le opere d’arte che custodisce, come i resti di affreschi del 1400 secolo, la pala d’altare di Agostino di Duccio, la tomba di Papa Benedetto XI e un’enorme vetrata dipinta.

Museo Archeologico

Nell’ex monastero domenicano adiacente alla Basilica di San Domenico si trova il Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, che custodisce antichità romane ed etrusche risalenti all’età del bronzo e del ferro. Il pezzo più raro del museo è il Cippo Perugino, una stele che riporta un’iscrizione etrusca rimasta praticamente intatta.

Arco d’Augusto

Un tempo una delle sette porte che consentivano l’accesso attraverso le mura etrusche che circondavano Perugia, l’Arco d’Augusto fu costruito nella seconda metà del III secolo a.C. e prende il nome dall’imperatore romano che lo restaurò dopo aver conquistato la città. La facciata presenta iscrizioni latine tra cui “Augusta Perusia” che risale proprio a quel periodo. I due archi della porta collegano due torri trapezoidali e nel corso degli anni sono stati aggiunti vari altri aspetti all’arco che ora sembra più una fortezza che una porta.

Ipogeo dei Volumni

Circa quattro chilometri a est di Perugia, vicino a Ponte San Giovanni, si trova la tomba sotterranea dei Volumni, risalente al II secolo a.C., che fa parte della Necropoli etrusca del Palazzone. È una delle tombe etrusche più belle e meglio conservate: riproduce la pianta delle case di quel periodo, con nove camere raggruppate attorno a un atrio centrale, che contiene sculture straordinariamente espressive.

Casa del Cioccolato e Museo Storico Perugina

Perugia è famosa per il suo cioccolato ed è sede della famosa fabbrica Perugina. Situata appena fuori dal centro città, la Casa del Cioccolato Perugina è divenuta una vera e propria attrazione turistica per tutta la famiglia e soprattutto per i golosi. Sono disponibili tour guidati di poco più di un’ora all’interno dello stabilimento, durante i quali vedrete la linea di produzione in funzione, assaggerete dell’ottimo cioccolato e avrete l’occasione di visitare il museo storico.

Lago Trasimeno

A ovest di Perugia, il Lago Trasimeno è il più grande lago italiano a sud della pianura padana, con una superficie di 128 chilometri quadrati. Tutt’intorno ci sono colline e paesaggi rurali punteggiati da piccole cittadine e castelli e sono disponibili tour in barca sul lago. Sul lato nord del lago si trova l’antica cittadina di Passignano sul Trasimeno con un antico castello, mentre a ovest del lago si trova Castiglione del Lago, anch’esso con un castello. Il lago è una gita giornaliera perfetta da abbinare a Perugia.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).