Come muoversi in Lussemburgo

Il Lussemburgo è un paese piuttosto compatto ed è possibile raggiungere quasi ogni luogo del paese in meno di un’ora dalla capitale affidandosi alla rete di trasporti pubblici affidabile e conveniente, che comprende autobus e treni. 

Chi decide di viaggiare secondo i propri ritmi può optare per il noleggio di un’auto, un’opzione decisamente ottima per esplorare le zone intorno alle città e i piccoli villaggi, mentre all’interno delle grandi città come la capitale il servizio di trasporto pubblico è più che sufficiente.

Se siete in partenza per visitare il Lussemburgo, eccovi una guida utile su come muovervi nel paese. 

Dall’aeroporto alla destinazione finale

L’aeroporto internazionale di Lussemburgo-Findel dista 6 km dalla città di Lussemburgo ed è servito dalla compagnia di linea nazionale Luxair, a cui si affiancano Ryanair, Easyjet, Lufthansa e i maggiori operatori di voli di linea e low cost. 

L’aeroporto è facilmente accessibile dal centro città con gli autobus delle linee 29 e 16 e una volta raggiunta la stazione degli autobus, e l’adiacente stazione centrale, potete comodamente dirigervi verso la vostra sistemazione o partire all’esplorazione del paese.

Spostarsi in Lussemburgo

Lussemburgo in treno

La rete ferroviaria Chemins de Fer Luxembourgeois (CFL) offre un servizio di trasporto affidabile, rapido e abbastanza completo, a seconda di dove siete diretti: mentre il sud del paese è ben servito, il nord è limitato a una linea principale (Ligne 10) che collega la città di Lussemburgo a Mersch, Ettelbrück, Wilwerwiltz, Clervaux e Troisvierges. La linea prosegue verso nord, terminando in Belgio a Liegi. A sud è invece possibile raggiungere località come Bettembourg ed Esch-sur-Alzette. I treni in Lussemburgo generalmente viaggiano molto in orario e sono moderni e confortevoli, quindi vale la pena fare un viaggio a bordo, inoltre, da un punto di vista scenografico, uno dei modi migliori per avvicinarsi alla città di Lussemburgo è proprio in treno da nord con la linea Ligne 10 in quanto si tratta di un percorso estremamente panoramico che attraversa alcuni dei più famosi siti e paesaggi lussemburghesi.

Lussemburgo in autobus

Gli autobus offrono una rete capillare e affidabile, ottima sia per girare all’interno delle città, che per viaggiare da una località all’altra. Nella capitale quasi tutti gli autobus convergono alla fermata “Hamilius” e presso la Gare Centrale (la stazione centrale dei treni) e da qui partono diverse linee dirette per altre cittadine.

Ogni villaggio ha un comodo servizio di autobus con passaggi frequenti almeno una volta ogni ora. Alcune linee utili per visitare il paese includono la linea 100 (diretta a Diekirch via Junglinster, corse ad ogni ora), la linea 120 (diretta a Junglinster, corse ogni 30 minuti) e la linea 290 (Mersch, con partenze molto frequenti).

Tenete presente che gli autobus, in particolare quelli urbani, prestano un servizio ridotto il sabato e che molte linee vengono sospese o offrono solo una corsa alla domenica, quindi verificate bene gli orari prima di organizzare i vostri viaggi.

Biglietti e pass per treni e autobus

Nell’attesa che i trasporti pubblici diventino ufficialmente gratuiti a partire dal marzo del 2020, come annunciato dal governo lussemburghese, al momento esiste un biglietto unico per autobus e treni dal costo di 2 euro. Questo tipo di biglietto vi consentirà di viaggiare senza limiti attraverso la rete lussemburghese, anche in caso di connessione e cambio di linea, fino a 2 ore dopo la convalida. In alternativa potete anche acquistare un biglietto giornaliero dal costo di 4 euro che consente di viaggiare senza limiti fino alle 4 del mattino successivo. Le tariffe sono le stesse tariffe per autobus e treni e nel fine settimana alcune linee del trasporto pubblico sono gratuite.

I biglietti dell’autobus e dei treni possono essere acquistati direttamente dalle biglietterie automatiche nelle stazioni o vicino alle fermate. Se non ci sono biglietterie vicino alle fermate, come spesso accade fuori città, è possibile acquistare il biglietto direttamente dall’autista.

Se siete viaggiatori dall’animo tecnologico, potete acquistare i biglietti in vari modi: tramite il sistema SMS4Ticket, inviando un SMS al numero 64222, tramite l’app mTicket oppure caricarli sulla mKaart.

La mKaart è una tessera magnetica ricaricabile sulla quale si possono caricare biglietti validi su tutta la rete di trasporto pubblico lussemburghese sia recendosi alle biglietterie delle stazioni che attraverso il sito web Mshop.lu.

I trasporti pubblici sono gratuiti per i possessori della Luxembourg Card per tutta la durata di validità della carta ed è un’ottima opzione per risparmiare anche su attrazioni e musei.

Infine vi segnalo il sito e l’utilissima app dei trasporti pubblici lussemburghesi, “Mobiliteit”, che consente di consultare in ogni momento gli orari dei mezzi di trasporto e i percorsi, riuscendo così a pianificare meglio gli spostamenti nel paese e all’interno delle città.

Lussemburgo in auto

La rete stradale lussemburghese è ben sviluppata e in ottime condizioni, quindi viaggiare in auto nel paese è sempre piacevole complice anche il fatto che le principali località sono collegate da autostrade. Ad esempio, Esch-Alzette, la seconda città del paese ha un proprio collegamento autostradale, la A4, mentre l’autostrada la A7 porta a Ettelbrück, nel cuore del Lussemburgo. Troverete facilmente le maggiori compagnie di noleggio auto in aeroporto e nella capitale ed è consigliabile sempre prenotare con un po’ di anticipo per poter approfittare di sconti e offerte migliori. Sebbene l’auto possa essere comoda e pratica per avventurarsi nei paesaggi rurali del Lussemburgo, lo è un po’ meno per girare nelle città come la capitale, dove il traffico è abbastanza intenso nelle ore di punta e i parcheggi in centro sono pochi e costosi.

Lussemburgo in bicicletta

Le strade e il paesaggio in Lussemburgo creano un contesto perfetto per andare in bicicletta e nelle varie cittadine troverete negozi e hotel che affittano biciclette di vario tipo, mountain bike, biciclette da passeggio in città e bici elettriche. La capitale ha anche il proprio sistema di noleggio pubblico chiamato “Vel’oh”, con oltre 100 stazioni di ritiro e consegna e diverse formule adatte a tutti: potete optare per un utilizzo giornaliero al costo di 2 euro o di 3 giorni al costo di 5 euro a seconda delle vostre necessità.

Lussemburgo in taxi

Non vi sarà di certo utile per spostarvi da una località all’altra in quanto troppo costoso, ma il taxi potrebbe risultare comodo se siete di fretta o se vi spostate di notte all’interno di una città. A differenza di altri paesi, le compagnie di taxi in Lussemburgo sono autorizzate a stabilire le proprie tariffe, tuttavia il loro piano tariffario deve essere visualizzato chiaramente nel finestrino posteriore del passeggero. Oltre al prezzo per chilometro, i tassisti possono impostare tariffe forfettarie che i passeggeri possono negoziare con il conducente prima di salire a bordo.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).