10 giorni in Inghilterra

Dieci giorni in Inghilterra non sono molti, ma sono sufficienti per farsi un’idea della cucina, della cultura e dei luoghi principali. Questo itinerario di 10 giorni in Inghilterra bilancia perfettamente una gamma di destinazioni a partire dalla capitale Londra fino luoghi carichi di mistero come Stonehenge, passando per località pittoresche e cariche di storia come Oxford, Bath, York e Salisbury. L’itinerario è pensato in modo da poter essere fatto comodamente in treno qualora non vogliate prendere un’auto a noleggio.

Giorno 1: arrivo a Londra

Dopo l’arrivo in hotel, scendete in strada per esplorare i luoghi più iconici di Londra.

Iniziate da Trafalgar Square, dove troverete la Colonna di Nelson che svetta a 52 metri. Prendetevi del tempo per ammirare la piazza prima di percorrere la famosa strada alberata The Mall che conduce a Buckingham Palace: cercate di arrivare in tempo per poter assistere al anche la famosa cerimonia del Cambio della Guardia! In alcuni periodi dell’anno è anche possibile fare una visita guidata nelle Sale di rappresentanza e nel giardino del palazzo.

Da Buckingham Palace godetevi una passeggiata attraverso St James’ Park e dirigetevi verso Parliament Square, la zona in cui ha sede il parlamento, il Big Ben e l’Abbazia di Westminster.

Potete prenotare un tour guidato di 90 minuti all’interno del Palazzo di Westminster per vedere l’interno della Westminster Hall e curiosare nelle stanze in cui si svolgono le sessioni del Parlamento, la House of Commons e la Lords Chambers. L’Abbazia di Westminster (la chiesa in cui si sono sposati William e Kate) si trova vicino al Palazzo di Westminster ed è stata la cornice di tutte le incoronazioni reali sin dai tempi di Guglielmo il Conquistatore.

Se avete ancora tempo, concludete la prima giornata a Londra navigando lungo il Tamigi: non c’è modo migliore per vedere la città che una crociera!

Giorno 2: Londra

Il secondo giorno del nostro itinerario in Inghilterra passeremo in rassegna alcune delle maggiori attrazioni che si trovano lungo il Tamigi, partendo dalla Cattedrale di San Paolo, una meraviglia del barocco. Oltre ad ammirarla dall’esterno, accedete per godervi la vista su Londra dalle gallerie.

Proseguite la visita con la Torre di Londra, un castello, prigione e fortezza di 900 anni; la torre è composta da 3 edifici, la Jewel House dove sono conservati i Gioielli della Corona, le Royal Armouries situate nella Torre Bianca e la “Bloody Tower”, la prigione.

Accanto alla Torre di Londra potrete vedere il Tower Bridge: impossibile non scattarsi una foto di fronte a questo iconico ponte! Attraversate il ponte e ammirate il panorama. Se il Tower Bridge vi ha sempre affascinato, potete visitare la Tower Bridge Exhibition, dove apprenderete storia e dettagli ingegneristici di questo ponte storico.

Nel pomeriggio fate una passeggiata panoramica lungo il dinamico South Bank, il cuore della scena culturale di Londra. Questo sentiero pedonale lungo il fiume è fiancheggiato da venditori di cibo di strada, caffè e pub, giostre e molto altro ancora. Passerete accanto al London Bridge, al Southwark Bridge, al Tate Modern e molto altro ancora. Al termine della passeggiata dirigetevi verso il London Eye, la ruota panoramica di Londra dove potrete godervi la vista a 360 gradi sopra la città.

Giorno 3: Londra

Trascorrete la mattina del terzo giorno visitando alcuni migliori musei di Londra. La capitale britannica ha tanti musei, quindi non sarete in grado di vederli tutti ma potete sceglierne uno o due in base a i vostri interessi. Ad esempio il British Museum racchiude oltre 2 milioni di anni di storia umana con arti e antichità da tutto il mondo, mentre il Tate Modern è il tempio dell’arte moderna e contemporanea. Amato per la sua mostra sui dinosauri, il Museo di storia naturale vi insegnerà tutto sul pianeta Terra, ma se le vostre passioni sono arti decorative e design allora optate per il Victoria and Albert Museum, che ospita gallerie ricolme di ceramiche, tessuti, sculture, gioielli, mobili e altro ancora.

Nel pomeriggio dedicatevi allo shopping lungo Oxford Street e a Covent Garden per poi proseguire con un aperitivo nella sofisticata Soho e magari uno spettacolo nei teatri del West End, la versione londinese di Broadway.

Giorno 4: Bath

È ora di lasciarsi alle spalle le luci brillanti di Londra e dirigersi a sud-ovest verso la storica città di Bath, l’ex casa di Jane Austen. Famosa per la sua storia, letteratura, arte e architettura georgiana, la città patrimonio mondiale dell’UNESCO fu fondata nel I secolo dai romani che costruirono le terme da cui Bath prende il nome. Ci sono treni diretti che vanno da London Paddington a Bath in circa un’ora e mezza.

Una volta arrivati a Bath e sistemate le vostre cose in hotel cominciate con la visita delle principali attrazioni tra cui ci sono i bagni romani, un complesso che include saune e piscine.

Situata vicino alle terme romane troverete l’Abbazia di Bath, uno degli esempi più belli e più grandi di architettura gotica dell’Inghilterra. Attraversate le sue porte storiche per ammirare l’interno con le sue splendide vetrate colorate e i soffitti a volta e assicuratevi di salire i gradini fino alla cima della torre per ammirare la vista su Bath.

Nel pomeriggio fate una sosta per il ​​tè pomeridiano: ci sono numerose sale da tè pittoresche e storiche in giro per la città, perciò provare l’esperienza qui è un obbligo!

Fate poi una passeggiata lungo la via Royal Crescent, fiancheggiata da 30 case georgiane a schiera costruite di fronte a splendide aree verdi. Qui sono stati girati diversi film d’epoca inglesi.

Se siete appassionati dei romanzi di Jane Austen, non lasciate Bath senza aver visitato il Jane Austen Center, dove potrete scoprire tutto sulla famosa scrittrice e sul periodo che ha vissuto a Bath.

Giorno 5: Salisbury e Stonehenge

Prendete il treno diretto che da Bath va alla stazione ferroviaria di Salisbury e una volta qui proseguite sull’autobus turistico per Stonehenge che parte dalla stazione ogni 30-60 minuti.

Stonehenge

Uno dei monumenti più iconici in Inghilterra, Stonehenge è un luogo misterioso che attira persone da tutto il mondo. Al vicino centro visitatori potrete ottenere molte informazioni sulla storia e sul significato di Stonehenge. Le case neolitiche ricostruite vi consentono di vedere come vivevano le persone 4.500 anni fa quando Stonehenge fu creata e potete inoltre vedere i reperti degli scavi archeologici della zona, tra cui ceramiche, strumenti, gioielli e resti umani.

Salisbury

Dopo aver visitato Stonehedge ritornate a Salisbury dove vi consiglio di iniziare la visita dalla Cattedrale di Salisbury. La cattedrale vanta splendidi chiostri e vetrate colorate, nonché una torre accessibile al pubblico dove potete salire gli oltre 300 gradini per ammirare la città di Salisbury dall’alto. Un’altra attrazione è la fortezza Old Sarum, una fortezza collinare dell’età del ferro da cui ebbe origine la città; potrete vedere le rovine del castello medievale, con il profondo fossato che in origine lo circondava e le fondamenta dell’originale Cattedrale di Salisbury.

Giorno 6: Oxford

Lasciatevi alle spalle Salisbury e partite in treno verso Oxford, raggiungibile in circa 2 ore. Conosciuta come la città delle guglie, Oxford è una bellissima città universitaria storica con dimensioni compatte, il che significa che potete facilmente vedere tutte le attrazioni a piedi.

Tra le attrazioni principali della città ci sono il Castello di Oxford dove si può fare una visita guidata per conoscere la storia del castello, un tempo prigione, e accedere alla Torre di San Giorgio che regala una splendida vista sulla città.

Nelle vicinanze sorge il Christ Church College, il college più famoso di Oxford che vanta bellissimi giardini e spazi universitari. Ammirate alcune delle sale, la pinacoteca, la cattedrale, i cortili interni, i chiostri e i giardini mentre imparate la storia del college, scoprendo che tra coloro che hanno lavorato e vissuto qui c’è anche Lewis Carroll.

Se il tempo è bello, non c’è niente di più tipicamente inglese che andare in barca lungo il fiume Cherwell passando davanti agli splendidi edifici e ai giardini della prestigiosa Università di Oxford. 

Se vi viene fame, fate un salto allo storico mercato coperto che ha un’eccezionale architettura vittoriana risalente al 1770 ed è pieno di negozi indipendenti, bancarelle di artigianato e chioschi di cibo e bevande.

Giorno 7: Stratford Upon Avon

Ci sono numerosi treni giornalieri in partenza dalla stazione ferroviaria di Oxford verso Stratford Upon Avon: il tragitto dura poco più di un’ora.

Questa pittoresca città si trova lungo le rive del fiume Avon e insieme alle sue iconiche case a graticcio è famosa per aver dato i natali a William Shakespeare. L’intera città è un museo a cielo aperto della vita e dei tempi di Shakespeare, una destinazione imperdibile per chiunque sia interessato alla storia britannica. Visitate la casa e i giardini Tudor (Tudor World) dove William Shakespeare trascorse buona parte della sua vita.

Un altro luogo interessante è l’Anne Hathaway’s Cottage, una fattoria dal tetto di paglia di 600 anni che fu la casa d’infanzia di Anne Hathaway, la moglie di Shakespeare.

Se il tempo lo permette, concludete il pomeriggio con una gita in barca sul fiume Avon per ammirare Stratford-upon-Avon da un punto di vista diverso. Pedalò, canoe e motoscafi sono tutti disponibili a noleggio e ci sono anche crociere turistiche.

Giorno 8 – York

Ci vogliono circa 6 ore di treno per andare da Stratford-upon-Avon a York, perciò partite al mattino molto presto. 

Una visita a York, con le sue pittoresche stradine acciottolate, vi offre uno sguardo alla storia britannica con un mix di influenze romane, anglosassoni, vichinghe, normanne, tudor e vittoriane che hanno lasciato il segno su questa favolosa città.

Dopo aver sistemato i bagagli, il primo luogo da visitare qui è la Cattedrale di York Minster, una delle più grandi cattedrali non solo in Inghilterra ma in tutto il Nord Europa. Un’icona della città, vale la pena fare una visita all’interno e salire i gradini della torre per ammirare le viste panoramiche sulla città e sulla campagna circostante. Proseguite poi passeggiando su “The Shambles”, la strada più fotografata della città, piena di negozi stravaganti situati all’interno di edifici storici. Concludete il pomeriggio nella Betty’s Tea Rooms, la sala da tè più famosa di York: è una tappa obbligata per provare le loro leggendarie focaccine.

Giorno 9: York e ritorno a Londra

Dedicate la mattinata alla visita di York e poi nel pomeriggio fate ritorno a Londra. L’ultima parte del Castello di York che rimane ancora visibile è la Clifford’s Tower. Potete salire in cima a questa torre del XIII secolo e ammirare la vista panoramica di York, inclusa la vista di York Minster.

Scendete e divertitevi con una visita al museo del cioccolato “The York Chocolate Story”, che vi svelerà la storia di alcune delle famose aziende dolciarie britanniche come Rowntree’s, Terry’s e Craven’s, che sono state fondate tutte a York. Prima di lasciare York fermatevi a dare un’occhiata al Jorvik Centre, dove scoprirete com’era la vita a York quando era un villaggio vichingo. Qui troverete un mix di reperti archeologici allestiti in un centro espositivo e un parco a tema al coperto che riproduce un villaggio vichingo realistico.

Nel pomeriggio prendete il treno che in circa 2 ore vi riporterà a Londra.

Giorno 10: Londra e partenza

Salutate l’Inghilterra con un ultimo giro a Londra. Visitate i grandi magazzini Harrod’s, fate un brunch o una passeggiata nel quartiere di Notting Hill per acquistare souvenir e scattare le ultime foto a Londra prima di dirigervi verso l’aeroporto.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).