Spedire in Giappone

Mi è capitato spesso di spedire dall’Italia al Giappone. A volte arriva tutto velocemente, a volte è una mezza tragedia.
In questa pagina ho raccolto alcuni metodi di spedizione con qualche opinione.

Quanto ci impiega?

E’ la domanda che sicuramente desiderate fare agli addetti dell’ufficio postale italiano, la domande che vi preme di più di ogni altra. La risposta è “noi dall’Italia lo spediamo velocemente, poi dipende dagli altri stati quanto ci mettono a consegnarlo”. In realtà se un pacco arriva in Giappone in 2-3 giorni fa la dogana ed è consegnato, tutto il tempo in più è quello che serve per mandare il pacco dal vostro ufficio postale alla dogana italiana e da quest’ultima all’aereo che lo porta in Giappone.

In realtà non si sa quanto ci impiega, dipende da vari fattori, soprattutto dal tipo di spedizione.

Via aerea o su superficie?

I pacchi mandati per via aerea teoricamente impiegano meno di quelli spediti per nave, in pratica però se dall’Italia fate una spedizione con nave spesso viene comunque mandato per via aerea facendovi risparmiare un po’ di soldi. Se non avete consegne importanti e urgenti e volete risparmiare provate la superficie (nave), potrebbe arrivare comunque in tempi abbastanza rapidi.

Raccomandata

Una raccomandata per il Giappone non so si sa bene quando arriva. Ci può mettere dai 5 ai 20 giorni, se ci mette di più bisogna iniziare a preoccuparsi. Ci sono dei limiti di dimensioni e peso – si possono spedire fino a 2kg – e il costo è tutto sommato onesto. La raccomandata è tracciabile.

Ems

E’ un corriere internazionale diffuso molto anche in Giappone. In Italia potete fare una spedizione con EMS andando alla Posta.
E’ più costoso della raccomandata ma il pacco con EMS può essere anche grande ed avere dimensioni sopra i 2KG.
Per farvi un idea, per un pacco abbastanza ingombrante di 4-5kg con all’interno dei regali ho pagato 45Euro.
Ci mette meno della raccomandata e come quest’ultima è tracciabile.

Ups

Probabilmente è il miglior corriere che c’è, il problema è il costo. Per spedire un piccolo pacchetto vi possono chiedere anche 80€. Vale la pena solo se dovete far arrivare assolutamente qualcosa in 2-3 giorni.
E’ tracciabile.

Assicurare oppure no?

A meno che il pacco non sia decisamente di valore vi sconsiglio di assicurarlo, è solo una spesa in più.

Posta prioritaria

Se si spedisce con posta prioritaria in Italia bisogna fare il segno della croce per sperare che arrivi, figuratevi se fate una spedizione internazionale. Va bene solo per lettere e cartoline poco importanti, per un pacchetto anche se è una cavolata vi sconsiglio questo tipo di spedizione.
Non è tracciabile, è spedito senza alcuna garanzia e quindi può andare perso.

Dogana: cosa si può spedire?

Alla posta dovrebbero consegnarvi un tagliando verde sul quale scrivere cosa è contenuto nel pacco. Ci sono alcune limitazioni soprattutto per quanto riguarda gli alimenti freschi, profumi ecc. Se scrivete il vero contenuto cercate di non lasciare spazio a fraintendimenti, “oggetti pelle cane” potrebbero essere degli oggetti ornamentali fatti con pelle di cane oppure dei guinzagli per cane in pelle. I doganieri ovviamente ci arrivano in questo caso estremo, però considerate che in dogana hanno pochi uomini ma moltissima merce da controllare quindi è normale che ci possano essere errori, fraintendimenti ecc.
Soprattutto se spedite cibo cercate di essere precisi ma senza causare dubbi, per esempio dato che è vietato spedire salumi in Giappone, se state spedendo un dolce tipico fatto principalmente con biscotti secchi, se il dolce ha la forma di salame scrivete “biscotti secchi” e non “salame di biscotti”. Sono banalità, ma spesso per fraintendimenti il pacco può ritardare di molto.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!