Fare foto con sfondo sfocato

Molti appassionati di fotografia che hanno una compatta passano alle reflex per la possibilità di fare uno sfondo sfocato omogeneo che isola il soggetto dallo sfondo. Imparare ad usare e gestire lo sfocato è una dote da fotografi ed è forse l’aspetto più interessante della fotografia.

Per creare un’ottimo sfondo sfocato serve una combinazione tra zoom, diaframma aperto e sfondo lontano.

Tanto zoom

Per sfocare il modo più facile è zommare al massimo. Come vedete nell’esempio qua sotto, con una focale di 720mm lo sfondo è sempre sfocato, mentre a con focali più corte (20mm ad esempio) non c’è sfocato, anche se il diaframma è più aperto.

Diaframma aperto

Il diaframma incide sulla luce che entra nell’obiettivo. Ci sono obiettivi più luminosi con diaframma fisso ad esempio ad 1.4 ed obiettivi meno luminosi che arrivano al massimo a 5.6.

Più basso è il valore del diaframma e più luce entra nella fotocamera, quindi con diaframmi molto aperti si possono fare foto con ISO più bassi. Il diaframma incide sullo sfondo, guardate qua sotto la stessa identica foto fatta con un diaframma a 2.0 e poi ad 11.

24mm 1 2.0 - ottimo sfocato


24mm a 11 - poco o nessuno sfocato

Sfondo lontano

Lo sfondo sfocato dipende anche dalla posizione del fotografo, qua sotto potete vedere un ritratto fatto a 200mm 2.8 che ha poco sfocato perché lo sfondo è molto vicino al soggetto, mentre sotto con le stesse impostazioni lo sfondo è molto più sfocato.

200mm a 2.8 quasi nessuno sfocato perché lo sfondo è vicino


200mm a 2.8 ottimo sfocato perché lo sfondo è lontano

Se vuoi imparare a fotografare dai un'occhiata ai Manuali di fotografia che consiglio.