Visitare Urbino

Immersa tra le verdi colline marchigiane, Urbino è una città dalla grande ricchezza storica e culturale, tanto che il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio Mondiale UNESCO. Cittadina universitaria animata da tanti giovani, Urbino è unica e affascinante in quanto ci si ritrova in un vivace contesto multiculturale e al tempo stesso si respira l’atmosfera tipica di un piccolo borgo, con un centro storico di dimensioni contenute che si esplora molto tranquillamente a piedi in una giornata. Chi avesse più tempo può approfittarne per concedersi un weekend e scoprire le bellissime valli marchigiane, costellate di aziende e agriturismi, mentre per chi volesse visitare Urbino in un giorno ho preparato qui di seguito un itinerario a piedi per la città, con tappa presso le principali attrazioni. Potete naturalmente personalizzare l’itinerario o ampliarlo nel caso vi fermaste più giorni.

In più troverete tante informazioni pratiche su come arrivare e consigli utili su shopping e ristoranti.

Arrivare e Parcheggiare

Urbino si può raggiungere con vari mezzi, alcuni più comodi di altri. Se volete arrivare in aereo, ad esempio, gli aeroporti più vicini sono quelli di Ancona, Forlì e Bologna, dai quali dovrete raggiungere la stazione di Pesaro per poi proseguire in autobus verso Urbino. Anche per chi viaggia in treno la stazione migliore in cui arrivare è quella di Pesaro, essendo Urbino priva di collegamenti ferroviari, o in alternativa la stazione di Fano.

L’auto è spesso la soluzione più comoda, con varie alternative a seconda del vostro punto di partenza: se provenite da Roma potete percorrere la via Flaminia, prendendo poi la E45 via Perugia, mentre da Bologna o Ancona c’è l’autostrada A14 da percorrere fino all’uscita “Pesaro-Urbino” da Bologna e “Fano” da Ancona. In corrispondenza con le porte d’entrata alla città troverete vari parcheggi pubblici a pagamento: il principale, e quello più ampio, è il parcheggio di Borgo Mercatale, vicino all’entrata della Porta Valbona. Se volete parcheggiare gratuitamente, potete optare per il parcheggio del Centro Commerciale il Consorzio, vicino a Porta San Bartolo.

Al mattino: cosa vedere

Porta Valbona

Porta Valbona è l’accesso principale ad Urbino, situata vicino al parcheggio principale e all’Ufficio di Informazione Turistica dove richiedere mappe e informazioni. Fermatevi per un attimo ad osservare questa porta di accesso, costruita nel 1621 come regalo di nozze della città a Federico Ubaldo della Rovere e Claudia de’ Medici. I due sposi passarono proprio sotto questa porta durante il corteo nuziale.

Se dovete fare colazione andando verso Palazzo Ducale trovate il Caffè del Teatro, un bar che propone un ottimo caffè, brioche e anche spuntini salati come la crescia da assaporare mentre vi godete la vista sul palazzo e sul centro storico. In alternativa, prima di arrivare a Porta Valbona trovate il Bar Pasticceria Ducale, perfetto per gli amanti della colazione dolce.

Palazzo Ducale

Palazzo Ducale è l’attrazione principale della città.  Questa struttura del 1400 voluta da Federico Montefeltro è in realtà una città nella città: 30 anni di lavori e i migliori artisti e architetti del tempo realizzarono l’ambizione del duca costruire una residenza che superasse in bellezza i palazzi italiani dell’epoca. La sua facciata più caratteristica, detta “dei torricini” è una delle immagini più note di Urbino. Al suo interno ospita la Galleria Nazionale delle Marche con opere di artisti quali Raffaello, Tiziano e Piero della Francesca ed è possibile visitare gli eleganti appartamenti con arredi d’epoca.

Piazza Rinascimento

Usciti dal Palazzo Ducale vi ritroverete in Piazza Rinascimento, dominata da una scultura singolare, ovvero un obelisco egizio, uno dei 12 autentici presenti in Italia. L’obelisco fu donato a Papa Clemente XI in onore del suo pontificato.

Duomo di Urbino

Accanto a Palazzo Ducale si trova la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Duomo di Urbino, riconoscibile dalla sua facciata neoclassica in pietra bianca frutto di varie ricostruzioni e restauri realizzate nel corso dei secoli. L’interno è ampio ed elegante, con diversi dipinti tra cui “L’annunciazione” di Raffaello, lungo le pareti e la cupola decorata con le immagini dei 4 evangelisti.  Ma forse la parte più interessante è l’Oratorio della Grotta, situato sotto la Cattedrale che negli anni ha avuto varie funzioni, da sede di Confraternita a rifugio durante la Seconda Guerra Mondiale.

Piazza della Repubblica

Piazza della Repubblia è il cuore pulsante di Urbino, luogo di ritrovo dei cittadini che si incontrano nei caffè e nei ristorantini della piazza, ammirando gli splendidi palazzi che la incorniciano, tra cui il Palazzo degli Scolopi e Palazzo del Legato Albani. Vi consiglio di fermarvi qui o nei dintorni per un pranzo prima di proseguire.

Pranzo

La cucina di Urbino è un mix di tradizioni emiliano-romagnole e marchigiane, con tanti primi a base di pasta fresca all’uovo, con piatti come i cappelletti e i passatelli in brodo, le tagliatelle al ragù o al tartufo, ottimi salumi e formaggi come il Salame di Montefeltro, il Prosciutto di Carpegna, il Pecorino di Fossa e la Casciotta, utilizzati per comporre gustosi taglieri di antipasti e aperitivi o per farcire la crescia, una sorta di piadina più spessa e sfogliata.

Tra i vicoli della città troverete numerose osterie e ristoranti tradizionali che si alternano a piadinerie e botteghe specializzate nella crescia. Tra i locali che vi consiglio per un pranzo nei pressi di Piazza della Repubblica ci sono:

  • Piadineria l’Aquilone. Un locale perfetto per una sosta veloce, con la scelta tra una piadina classica e la tipica crescia.
  • Antica Osteria de la Stella. In un palazzo del 1400, un’osteria storica che propone una cucina legata al territorio e con un’elevata qualità delle materie prime. I piatti forti sono le paste fresche fatte in casa, come i cappelletti e le tagliatelle al ragù o al tartufo.
  • I Sapori del Montefeltro. Un locale semplice specializzato nella crescia, preparata con farina di qualità e farcita con salumi e formaggi del territorio e verdure.

Al pomeriggio: cosa vedere

Chiesa di San Francesco

Da Piazza della Repubblica imboccate via Raffaello e dopo pochi passi troverete la Chiesa di San Francesco, che con il suo profilo romanico-gotico rivela le sue origini: è una delle chiese più antiche di Urbino (1400) e conserva ancora alcuni elementi originali, come il campanile e il portico.  Ospita al suo interno le spoglie di alcuni dei più illustri personaggi di Urbino tra cui i genitori di Raffaello.

Casa Natale di Raffaello

Proseguendo lungo via Raffello si trova la Casa Natale di Raffaello, oggi un museo, dove l’artista trascorse la sua giovinezza. Nel museo potrete visitare le varie stanze in cui l’artista dipingeva e trascorreva il tempo libero, ammirare alcune copie dei suoi dipinti e una serie di oggetti personali.

Parco Della Resistenza

A pochi passi dalla Casa Natale di Raffaello si trova il Parco della Resistenza, un luogo perfetto per concedersi una passeggiata in mezzo alla natura e ammirare Urbino: il parco regala infatti una vista panoramica eccezionale e potete scattare bellissime fotografie sulle valli che circondano la città. Nel cuore del parco, su un colle, si trova la Fortezza Albornoz, una rocca difensiva che oggi ospita il Museo “Bella Gerit”: visitandolo potrete ammirare una collezione di reperti archeologici e una sezione dedicata alle armi da guerra in uso all’epoca.

Oratori di San Giovanni e San Giuseppe

Se avete ancora tempo, all’uscita dal parco potete prendere la Scaletta di San Giovanni per arrivare  in Via Barocci, dove si affacciano due edifici religiosi piuttosto importanti: gli Oratori di San Giovanni e di San Giuseppe. Il primo cela al suo interno un ciclo di affreschi dei fratelli Lorenzo e Jacopo Salimbeni da San Severino realizzati attorno al 1400, mentre il secondo ospita l’incantevole Cappella del Presepio con al suo interno un presepe a grandezza naturale in tufo e pietra pomice risalente al ‘500.

Cena/Aperitivo

Se avete ancora tempo per una cena o un aperitivo, eccovi alcuni indirizzi utili:

  • Il cortegiano. Uno splendido bar-ristorante situato nel cuore di Urbino, all’interno di un palazzo quattrocentesco, proprio di fronte al Duomo. Propone paste fresche e altre specialità marchigiane da degustare nella sala ristorante, nel suggestivo giardino interno o  nei tavolini in piazza.
  • Ristorante Pizzeria La Terrazza del Duca. Una bellissima vista su Palazzo Ducale rende ancora più piacevole la cena in questo ristorante che propone piatti tradizionali delal cucina marchigiana e ottime pizze.
  • Caffè del Sole. Nel centro storico, un locale rinomato per gli aperitivi a base di ottimi vini e cocktail abbinati a crostini e prelibati piatti tipici della cucina marchigiana. In alcune serate c’è anche musica live.

Cosa comprare

Urbino, come altre località marchigiane, è rinomata per le sue ricchezze gastronomiche ed artigianali. Tra i prodotti tipici gastronomici di questo territorio ci sono senza dubbio formaggi e salumi come quelli già citati in precedenza (Salame di Montefeltro, il Prosciutto di Carpegna, il Pecorino di Fossa e la Casciotta di Urbino) ma anche i tartufi provenienti dalla provincia (zone come Acqualagna) e infine la crescia che potete acquistare nelle botteghe della zona. Se volete regalare o portare a casa una bottiglia di vino, tra le marche più popolari del territorio ci sono il Bianchello del Metauro, il Colli Pesaresi e il Pergola.

Per gli amanti dei dolci, ci sono specialità tradizionali come il Bostrengo, un dolce a base di cioccolato, riso e pinoli, e biscotti secchi con il mosto o l’anice e gli Straccadenti a base di mandorle.

Urbino è apprezzata anche per il suo artigianato, in particolare per la produzione della ceramica: anche all’interno di Palazzo Ducale potrete ammirare una vasta collezione di maioliche.

Negozi

Nei viali che si diramano da Piazza della Repubblica si concentrano negozi e botteghe della città, ma non aspettatevi boutique di grandi marche della moda: il centro storico è infatti un pullulare di negozi indipendenti, botteghe artigianali e alimentari che mettono in risalto gli artisti e le eccellenze gastronomiche del territorio. Noterete anche numerose librerie, alcune specializzate in volumi e testi universitari, in quanto Urbino è anche una prestigiosa città universitaria. Tra i negozi che vi consiglio di visitare ci sono:

  • Das Andere. Nel centro storico di Urbino, un piccolo negozio che vende un po’ di tutto: tè e cioccolato, articoli d’artigianato, idee regalo di vario genere, ceramiche e souvenir.
  • Botteghe del Montefeltro. In Piazza della Repubblica, un negozio specializzato in prodotti agroalimentari del territorio e  artigianato (ceramiche, articoli in legno e metallo, stampe d’arte, tessuti, ecc.).
  • La Bottega dei Maestri d’Arte. Un negozio di ceramiche nel cuore di Urbino, di fronte al Palazzo Ducale. Potrete acquistare opere pregiate, create da  esperti artigiani locali e dipinte a mano.
  • Bartolucci.  Una bottega storica che produce giocattoli in legno, souvenir e articoli per bambini, il tutto realizzato artigianalmente. Per ritornare indietro nel tempo.

Card, sconti e info utili

Non è attiva attualmente una card unica che permette di visitare i musei della città, in ogni caso l’attrazione più costosa è Palazzo Ducale (8 euro) mentre altri musei e luoghi di interesse costano tra  2-3,50 euro. Ricordate però che se visitate Urbino la prima domenica del mese potete usufruire dell’ingresso gratuito su molti musei della città grazie all’iniziativa nazionale “Domenica al Museo”. I musei a cui potete accedere gratis a Urbino sono: Palazzo Ducale, gli Oratori di San Giovanni e di San Giuseppe.

Dove dormire

Se avete due o più giorni da trascorrere a Urbino allora dovrete prenotare anche l’alloggio, scegliendo tra soluzioni nel centro della città o, se preferite un’esperienza diversa, un agriturismo immerso tra il verde delle colline marchigiane. Se volete maggiori consigli su dove alloggiare, leggete l’articolo “dove dormire a Urbino”.