Visitare Assisi

Assisi è tra le città religiose più importanti in Italia, dove ancora oggi, nonostante l’elevata affluenza turistica ci si immerge in una dimensione fatta di silenzi e ritmi lenti.

Tra le attrazioni più importanti ci sono i luoghi dove sono nati e cresciuti San Francesco e Santa Chiara e le numerose chiese della città. Assisi si può comodamente visitare in un giorno, in quanto la città non è molto estesa, ma anche chi desidera trattenersi per un weekend non avrà modo di annoiarsi: le campagne e le altre cittadine umbre limitrofe offrono tanti spunti per delle piacevoli escursioni. In questo articolo vi propongo un itinerario di una giornata a piedi tra i luoghi più famosi della città, ma naturalmente potete personalizzarlo o estenderlo a seconda dei vostri gusti e della durata del soggiorno. In aggiunta troverete tante informazioni utili su come arrivare e dove mangiare ad Assisi.

Arrivare e Parcheggiare

L’auto e il pullman sono probabilmente i mezzi più pratici per raggiungere Assisi in quanto permettono di arrivare direttamente in città. Se optate per la macchina, potete percorrere l’autostrada A1 e poi uscire a Valdichiana se arrivate da nord oppure Orte se venite da sud, proseguendo sulla statale in direzione della SS75 per poi uscire a Santa Maria degli Angeli.

Tenete presente però che il centro di Assisi è zona a traffico limitato e non è accessibile ai non residenti a meno che non si debba raggiungere temporaneamente l’hotel in cui si alloggia. La macchina va quindi lasciata nei parcheggi appena fuori le mura: ce ne sono diversi, perlopiù a pagamento, tra cui vi segnalo quelli di Piazza Giovanni Paolo II (a pagamento) e di Porta San Giacomo (gratuito), i più vicini alla Basilica di San Francesco. Una volta lasciata l’auto, la città si esplora comodamente a piedi, date le dimensioni abbastanza raccolte.

Chi invece preferisce non mettersi alla guida ha come alternativa l’aereo o il treno.  L’Aeroporto Internazionale dell’Umbria di Sant’Egidio dista meno di 20 km dalla città e dal terminal è disponibile un bus navetta. Se invece optate per il treno, dovete raggiungere la stazione di Terontola e poi da qui prendere una delle coincidenze per Assisi/Santa Maria degli Angeli.

La mattina: cosa vedere

Basilica di San Francesco

La visita non può che cominciare dalla magnifica Basilica di San Francesco, simbolo della città ed il luogo che ospita nella cripta le spoglie del santo.  Costruita nel 1200 è formata da due chiese sovrapposte, la Chiesa Inferiore e la Chiesa Superiore, realizzate con due stili architettonici diversi. Non potete perdervi una visita all’interno per ammirare i dettagli architettonici e gli splendidi affreschi realizzati da alcuni degli artisti italiani più illustri come Giotto, Cimabue, Lorenzetti e Simone Martini.

Se dovete fare colazione, nei dintorni della Basilica trovate bar accoglienti e di qualità come il F&M Cafè, mentre un po’ più lontano, nel centro storico, trovate la Piazzetta di Agnese, dove fare colazione con una vista eccezionale e la Pasticceria Santa Monica dove assaggiare specialità della tradizione in un ambiente dal tocco raffinato.

Bosco di San Francesco

Dalla piazza di San Francesco si può scendere nel sottostante Bosco di San Francesco, un’area verde incontaminata, in cui la natura si mescola a sculture d’arte contemporanea e luoghi sacri.  La passeggiata si sviluppa tra boschi, uliveti e distese di prati verdi, ed è adatta a tutti, ma richiede un po’ di tempo (circa 2 ore) quindi valutate in base ai vostri gusti.

Piazza del Comune

Dalla Basilica di San Francesco, che si trova in posizione un po’ defilata rispetto al centro, addentrate tra i vicoli dirigendovi verso il cuore della città: Piazza del Comune. Questa splendida piazza rappresenta il luogo di ritrovo di Assisi, con i tavolini di bar e ristoranti disposti all’aperto, per ammirare alcuni degli edifici più importanti, come il Palazzo del Capitano del Popolo, la Torre del Popolo, il Palazzo dei Priori e il Tempio di Minerva.

Tempio di Minerva (Chiesa di Santa Maria Sopra Minerva)

Vi consiglio di fermarvi a visitare il Tempio di Minerva, un vero gioiello architettonico antico, che risale al I secolo a.C. Il suo profilo si distingue nettamente nella piazza, in quanto conserva ancora perfettamente la sua facciata classica dominata da un colonnato. Ma ciò che stupisce ancora di più è trovare all’interno una chiesa: il tempio è stato infatti convertito nel 1500 e oggi sfoggia bellissimi affreschi e dipinti.

Pranzo

Un viaggio ad Assisi è l’occasione migliore per assaggiare le deliziose specialità gastronomiche umbre: formaggi, tra cui il pecorino, e salumi sono assolutamente da provare per un aperitivo o come antipasto, ma non dimenticatevi primi piatti come gli umbricelli, degli spaghetti più spessi, e gli stringozzi da condire con salsa al pomodoro o tartufo. Imperdibili anche i dolci: la rocciata è un dolce di origine medievale tipico di Assisi, ripieno con mele, noci e frutta secca, mentre i tozzetti alle mandorle sono simili al cantuccio toscano. In città troverete tante alternative: piccole osterie tradizionali, ristoranti ricavati da edifici storici ed enoteche e locali moderni.

Per un pranzo a base di specialità locali, vi consiglio:

  • Bibenda Assisi. Un’enoteca che propone degustazioni di prodotti tipici da abbinare a ottimi vini locali, in un ambiente accogliente e intimo.
  • Locanda del Cardinale. Ristorante nel centro storico di Assisi, ricavato da un edificio antichissimo decorato con splendidi affreschi del ‘500. Accanto alle proposte del territorio, anche ottimi piatti moderni.
  • Il Vicoletto. In una piccola stradina a ridosso del centro, un’oasi di tranquillità dove assaporare piatti ricercati ma realizzati con ingredienti semplici e genuini.
  • Osteria Piazzetta dell’Erba. Un ambiente rustico e familiare che propone pietanze locali rivisitate in chiave moderna, con accostamenti creativi.

Pomeriggio: cosa vedere

Chiesa Nuova

A pochi passi da Piazza del Comune si trova Chiesa Nuova, un luogo molto frequentato dai fedeli in quanto fu costruita nel ‘600 sulla presunta casa natale di San Francesco. All’interno sono ancora visibili dei vani della dimora dove abitava il giovane Francesco.

Basilica di Santa Chiara

Percorrete Corso Mazzini fino ad arrivare a Piazza S. Chiara, dominata dall’omonima Basilica, un importante luogo di culto costruito nel 1200.  All’interno potete ammirare i resti della Santa, il  crocifisso che parlò a San Francesco e vari oggetti che si pensa siano appartenuti ai due santi.

Cattedrale di San Rufino

Dalla Basilica di Santa Chiara spostatevi verso la Cattedrale di S. Rufino, vescovo e patrono di Assisi. Affacciata sull’omonima piazza,  custodisce la fonte battesimale dove furono battezzati Francesco e Chiara.

Rocca Maggiore

Dalla piazza della Cattedrale di San Rufino è possibile intravedere il profilo della Rocca Maggiore, che si può raggiungere percorrendo una strada che parte proprio dalla piazza. Il percorso è un po’ in salita ma ne vale assolutamente la pena per ammirare lo splendido panorama della città dall’alto. Chi lo desidera e ha tempo può concedersi una passeggiata attorno alle mura medievali per scattare bellissime foto.

Aperitivo/cena

Per un aperitivo o una cena nel centro della città, vi consiglio di provare:

  • Hostaria Terra Chiama. Un’osteria-enoteca ottima sia per un aperitivo che per una cena alla scoperta dei sapori della terra umbra, grazie all’utilizzo di ingredienti a km0.
  • Enoteca Mazzini. Un bel locale curato nel cuore di Assisi, piatti tipici della cucina umbra e una cantina assortita sono il giusto mix per un aperitivo o una cena.
  • Eat Out Osteria Gourmet. A sorprendere non è solo il menù di piatti ricercati ma anche la splendida vista dalla terrazza panoramica. Ideale nella bella stagione.

Cosa comprare

Gli ulivi che circondano il paesaggio di Assisi sono fonte di alcuni dei prodotti più pregiati della città, come l’Olio di Oliva Umbro da provare (e acquistare) con delle visite e degustazioni presso i frantoi del posto. Gli stessi ulivi sono noti anche per il legno particolarmente resistente, utilizzato dagli abili artigiani locali per produrre oggetti d’arredo e utensili di eccellente qualità in vendita presso le piccole botteghe della città. Attorno ad Assisi non ci sono solo ulivi, ma anche vitigni da cui hanno origine i tanto apprezzati vini umbri:  tra i brand più famosi ci sono il Sagrantino di Montefalco, il Rubesco, il Grechetto, l’Orvieto classico, ecc.

Gli amanti dei dolci non possono lasciare Assisi senza aver provato le golosità del posto: oltre ai già citati Rocciata e Tozzetti ci sono tanti tipi di biscotti perfetti da regalare. I Baci di Assisi sono deliziosi pasticcini di pasta di mandorle che si abbinano benissimo al caffè o al vino, mentre i Mostaccioli di San Francesco sono biscotti secchi al mosto.  Infine, poiché si tratta di un luogo intriso di spiritualità, sono numerosi anche i souvenir a tema religioso, tra cui il tau, un simbolo francescano che ricorda la lettera T e ha un significato di pace e fratellanza.

Negozi

Tra alcuni dei negozi più caratteristici della città ci sono:

  • Franco Prosperi. La bottega-laboratorio di questo bravissimo scultore ospita anche un museo dove ammirare opere realizzare con il legno di ulivo.
  • La Bottega dei Sapori. In pieno centro storico, è perfetta per acquistare prodotti gastronomici locali e fare qualche assaggio.
  • D’Olivo. Un negozio consigliato per acquistare un souvenir artigianale, con tanti prodotti e articoli per la casa realizzati con il legno d’ulivo.
  • Bottega del Monastero. Un negozio vicino alla Basilica di Santa Chiara specializzato in oggetti religiosi realizzati artigianalmente in vari monasteri italiani.

Card, sconti, info utili

Le principali attrazioni di Assisi sono le chiese, tutte ad ingresso libero, ma la città vanta anche alcuni musei che possono essere visitati usufruendo di sconti grazie all’Assisi Card. Con un importo di soli 2,00 euro avrete promozioni sia sugli ingressi nei musei che sconti su parcheggi, negozi, escursioni e ristoranti convenzionati. Potete acquistare la tessera online o direttamente in loco presso l‘Ufficio di Informazione Turistica di Piazza del Comune, dove potrete inoltre trovare mappe e prenotare visite guidate ed escursioni. Non dimenticatevi però che se visitate la città la prima domenica del mese una buona parte dei musei sono gratis grazie all’iniziativa nazionale “Domenica al Museo”.

Dove dormire

Se avete un weekend o più giorni a disposizione potete godervi la tranquillità di Assisi e le sue attrazioni in tutta calma, approfittandone anche per esplorare le campagne nei dintorni. In questo caso avrete necessità di prenotare un alloggio nella giusta zona dove dormire: se volete maggiori consigli, leggete l’articolo “dove dormire ad Assisi”.