Quanti giorni in Namibia

La Namibia è un paese bellissimo che richiede un viaggio lungo e a ritmo lento per apprezzarlo davvero. Ci sono pochissime autostrade e la maggior parte delle altre strade non sono asfaltate, quindi l’andatura calma talvolta è anche una necessità. Detto questo, non significa che sia necessario un mese per vedere la Namibia. In effetti, molti itinerari di viaggio “standard” in Namibia non durano più di 10 o 14 giorni. D’altra parte però, nel decidere la durata della vostra permanenza dovete tener conto che le distanze tra le attrazioni principali sono molto grandi, quindi a differenza di altri paesi non si riesce a cogliere tutto in un solo viaggio se non si ha abbastanza tempo e si deve necessariamente rinunciare a qualcosa.

Quali fattori considerare

Non importa quanto tempo abbiate in Namibia, dovrete comunque fare delle scelte. Per pianificare la durata e l’itinerario del viaggio dovete valutare diversi fattori, a partire dai vostri interessi e da ciò che volete vedere. Preferite attenervi ai principali luoghi della Namibia e saltare le località meno conosciute? Volete visitare più luoghi possibili oppure preferite dedicare più tempo in ogni luogo per trarne il massimo diminuendo la lista di località da vedere? Volete anche visitare il sud (Fish River Canyon) e/o il nord (Caprivi Strip) del paese?

Avete in programma di visitare solo la Namibia o volete approfittare del viaggio per fare tappa anche in Botswana e alle Cascate Vittoria in Zambia?

La scelta è completamente da fare in base ai vostri interessi, alla lunghezza delle ferie che avete, al budget e alcuni altri fattori, come ad esempio il rischio di malaria in alcune aree.

Dieci giorni – due settimane in Namibia

Un periodo da dieci giorni a due settimane è il minimo indispensabile per riuscire a vedere alcuni dei luoghi migliori della Namibia. Iniziando e finendo l’itinerario nella capitale della Namibia, Windhoek, molti turisti seguono un percorso circolare che conduce attraverso il paradiso della fauna selvatica, l’Etosha National Park, prima di spostarsi a sud verso i paesaggi lunari di Spitzkoppe, una delle formazioni rocciose più singolari al mondo. Da Spitzkoppe, il percorso principale permette di dirigersi verso la città della costa occidentale Swakopmund, attraverso la riserva naturale di Cape Cross dove si possono ammirare colonie numerose di leoni marini. Altro luogo famoso da visitare è Sossusvlei, una famosa distesa di dune di sabbia rossa.

L’ultima tappa che riuscirete a vedere è il secondo canyon più grande del mondo, il Fish River Canyon, prima di fare ritorno a Windhoek.

Da due settimane a un mese in Namibia

Se avete più tempo e budget a disposizione vi consiglio di approfittarne, considerata anche che il volo dall’Italia alla Namibia ha una durata di più di 10 ore quindi ciò vuol dire che due giorni sono spesi per il viaggio. Avere più di due settimane vi consente di gustarvi i paesaggi spettacolari di questo paese a ritmo lento, apprezzandone meglio le sfumature e i profumi. Potete limitarvi al classico itinerario come quello che vi ho brevemente citato sopra dedicando più tempo ad ogni visita oppure aggiungere delle deviazioni per scoprire altri luoghi meravigliosi e meno conosciuti. Vale la pena visitare ad esempio Twyfelfontein, patrimonio dell’UNESCO, dove ammirare splendidi esempi di arte rupestre oppure fare un tour in un villaggio himba con una guida locale per entrare in contatto con le comunità locali.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).