Dove dormire a Belgrado

Belgrado è un mix di culture, storie, lingue e popoli e tutto questo si riflette nel paesaggio urbano della città, composto da quartieri molto diversi tra loro, tanto da sembrare quasi un insieme di piccoli villaggi. Generalmente la città viene suddivisa in due grandi sezioni, la città vecchia e la nuova Belgrado, separate naturalmente dal fiume Sava, ma all’interno di queste due aree si passa dalle rovine antiche romane ai porticcioli pittoreschi, dalle nuove zone divenute centro della movida e dell’arte ai piccoli vicoli acciottolati dalle atmosfere bohemien.  Scegliere dove alloggiare non è dunque facile, in quanto bisogna tener conto di vari fattori come la durata del soggiorno, le proprie preferenze, il budget, il tipo di vacanza che si vuole fare, ecc., anche se molti luoghi di interesse turistico si concentrano in un’area relativamente piccola della città.

Se avete già deciso di trascorrere le prossime vacanze a Belgrado, eccovi una panoramica dei migliori quartieri in cui dormire.

Old Town (Stari Grad) e Skardalija

Terazije è la splendida piazza centrale di Belgrado, attorno alla quale si estende il centro storico, la parte più ricca di attrazioni della città. Monumenti, musei, gallerie e incredibili edifici antichi rendono questa zona la più affascinante e turistica. Qui si concentra gran parte delle strutture ricettive, con alberghi di diversa categoria, ma leggermente più costosi rispetto a zone decentrate. Alloggiando qui avrete tutto a pochi passi compresa la famosa via pedonale dello shopping Knez Mihajlova, lungo la quale si affiancano ville e palazzi di varie epoche che offrono un mix architettonico spettacolare; a punteggiare la via ci sono anche caffetterie, negozi e ristoranti dove assaggiare le specialità tipiche. Uno dei centri di ritrovo più popolari è Piazza della Repubblica (Trg Republike) un tempo punto di partenza di una lunga strada realizzata dai Romani che conduceva fino a Costantinopoli; oggi la piazza è dominata dal profilo neoclassico del Teatro Nazionale e della statua del principe Mihailo.  Senza dubbio questa è una delle aree più vivaci della città, sia di giorno che alla sera. Accanto al centro storico si trova il pittoresco quartiere di Skardalija, un piccolo centro fatto di vicoli acciottolati, ottimi ristorantini e negozietti; l’atmosfera qui è molto rilassata e, seppur non offra attrazioni, può essere la scelta ideale per chi predilige un contesto vintage e tranquillo.

Dorćol

A meno di un km a nord di Piazza Terazije inizia il quartiere più antico di Belgrado e al tempo stesso uno dei più famosi e affascinanti, merito anche dei tanti film e serie tv che sono stati girati qui. Si divide in due sezioni, la parte alta, Gornji Dorćol, che comprende l’area del parco Akademski fino al viale Cara Dušana, e la parte bassa, Donji Dorćol, che da Cara Dušana si estende fino al viale Bulevar despota Stefana, arrivando ad abbracciare le sponde del fiume Danubio. Una delle principali attrazioni della zona è la cittadella di Kalemegdan dove ammirare antiche rovine romane. Un tempo popolato da commercianti di varia nazionalità che lavoravano nei mercati del quartiere, Dorćol conserva il suo carattere multiculturale, ospitando ristorantini etnici e l’unica moschea della città, mentre i piccoli vicoli acciottolati e le case antiche trasportano i visitatori nel passato, tra scorci suggestivi e atmosfere romantiche.

È la zona migliore se siete interessati alla storia e alla cultura di Belgrado, ma anche per i giovani e gli amanti della vita notturna Dorćol ha tanto da offrire: in particolare nella parte bassa molti vecchi magazzini e fabbriche sono stati convertiti in locali, ristoranti e discoteche di tendenza. Dorćol racchiude quindi in un unico quartiere il passato e il presente di Belgrado, con una zona più retrò e una scena hipster che anima le notti della zona.

Savamala

Savamala è un’altra parte storica di Belgrado e si estende lungo le sponde del fiume Sava, a sud della cittadella di Kalemegdan. Fu il primo insediamento ad essere costruito al di fuori delle mura della cittadella. L’arteria principale del quartiere è Karađorđeva Street, nella quale si concentrano negozi, ristoranti e hotel. Anche se il quartiere sta vivendo una rinascita, trasformandosi nel nuovo centro artistico della città, conserva ancora un aspetto vintage, dovuto ad un passato industriale e ad anni di abbandono. Con l’apertura di bar e centri culturali come il KC Grad e un ricco programma di festival e concerti, Savamala è diventato anche uno dei luoghi più frequentati dai giovani. Questo è anche il primo quartiere che i visitatori vedono arrivando a Belgrado, in quanto ospita la stazione centrale e dei bus, oltre che il porto della città, quindi è una zona piuttosto comoda per gli spostamenti.

Zemun

Un tempo Zemun era una città separata da Belgrado e per questo appare ancora come una città nella città, con un suo centro storico e le sue attrazioni.  Si raggiunge facilmente in bus dal terminal di Zeleni Venac. Il paesaggio è caratterizzato da piccoli vicoli acciottolati su cui si affacciano edifici antichi ben conservati, risalenti al periodo austro-ungarico, aree verdi e chiese ortodosse e cattoliche. Ma una delle zone più belle e vivaci è decisamente quella lungo la costa, con un porticciolo dove si concentrano ristoranti e locali con musica dal vivo. È il luogo perfetto per passeggiare, fare sport, andare in bicicletta. La torre Gardoš, che si erge su una collina nei pressi del porto, offre viste panoramiche sulla città.  Non mancano hotel di varie tipologie, persino un ostello galleggiante sul Danubio.

Vračar

Vračar è il quartiere più piccolo di Belgrado, ma anche uno dei più eleganti e costosi. Si trova in zona centrale, vicino a Stari Grad, per questo rappresenta una base comoda per visitare la città. È un’area molto tranquilla e per lo più residenziale, ma offre alcune sistemazioni di qualità e alcuni bar e ristoranti eleganti. Tra le attrazioni principali della zona c’è la più grande cattedrale ortodossa al mondo, la Saint Sava Temple. Vračar è ben collegato agli altri quartieri della città: si può raggiungere in bus da Terazije o con il tram dalla stazione centrale.

Novi Beograd

Novi Beograd rappresenta il volto moderno di Belgrado: una zona molto estesa, sviluppatasi dopo la Seconda Guerra Mondiale, che racchiude un mix di edifici in stile tipico socialista e nuovi palazzi di uffici. È uno dei quartieri più grandi e densamente popolati della città e offre un’ampia gamma di ristoranti, centri commerciali e cafè. Novi Beograd comprende anche il piccolo quartiere di Ušće, che ospita il Museo di Arte Moderna, un gigantesco centro commerciale e alcune discoteche e locali serali. In quanto a sistemazioni troverete per lo più business hotel di catene internazionali.