Cosa vedere in Venezuela

Il Venezuela è un paese dai mille volti: vanta spiagge caraibiche, vette andine, zone paludose e dune di sabbia interne. È un paese tropicale famoso per i suoi paesaggi naturali ma anche per la sua cultura e storia: è il luogo di nascita del generale e rivoluzionario Simon Bolivar e la maggior parte delle città offrono musei e attrazioni storiche tutte da visitare. In questa guida eccovi una panoramica delle attrazioni turistiche più popolari in Venezuela.

Cascata Angel Falls

Angel Falls è una delle attrazioni turistiche più famose in Venezuela in quanto è la più alta cascata ininterrotta del mondo. L’acqua scende da un’altezza di 978 metri lungo le pareti del monte Auyantepui nel Parco Nazionale Canaima. Il nome è stato scelto per onorare Jimmie Angel, un aviatore statunitense che fu il primo a sorvolare la cascata. Trovandosi in un luogo remoto e di difficile accesso, la cascata può essere visitata solo tramite un volo turistico o con una gita in barca che include anche un’escursione attraverso la giungla. Il periodo migliore per visitarla è da giugno a dicembre, quando l’acqua è al massimo della sua portata.

Los Roques

Il Parco Nazionale dell’Arcipelago di Los Roques è stato creato nel 1972 dal governo venezuelano per proteggere un ecosistema marino di eccezionale bellezza ed importanza. È il più grande parco marino del Mar dei Caraibi e ospita barriere coralline pressoché intatte popolate di pesci e creature marine. Ci sono inoltre spiagge eccezionalmente belle di sabbia bianca e acque calde e cristalline che lo rendono un paradiso per le immersioni, lo snorkeling, la vela e la pesca. L’isola principale è Gran Roque, che ha alcuni hotel piccoli ma confortevoli.

Parque Nacional Morrocoy

Il Parque Nacional Morrocoy si trova nella parte nord-orientale del Venezuela, a circa due ore di auto a ovest da Caracas. Racchiude una foresta di mangrovie e numerosi isolotti e baie con bellissime spiagge circondate da barriere coralline popolate da pesci tropicali. Le immersioni sono una delle principali attività per chi cerca qualcosa di più che semplicemente passare una giornata in spiaggia. Il parco ospita anche un gran numero di uccelli, da falco pescatore e pappagalli a fenicotteri e ibis scarlatto. Il parco è facilmente accessibile e, di conseguenza, molto popolare tra i venezuelani.

Isla Margarita

Situata a circa 40 chilometri a nord della terraferma, Isla de Margarita è una delle destinazioni balneari più sviluppate del Venezuela ed è ideale per chi desidera una vacanza al mare. Con 50 spiagge che si alternano lungo la costa, le attività più popolari sull’isola includono il nuoto, lo snorkeling, il windsurf e il kitesurf. La città principale dell’isola è Porlamar, ma le numerose spiagge sono sparse per l’isola, con alcune delle migliori sul lato nord e est, dove troverete servizi, hotel o ristoranti. Alcune delle spiagge più popolari sono La Playa El Agua, Playa Puerto Cruz, Playa Guacuco e Playa Manzanillo.

Parque Nacional Los Médanos de Coro

Le dune di sabbia del Parco Nazionale di Los Médanos de Coro sono uno spettacolo unico, soprattutto perché si trovano in quello che è essenzialmente un paese tropicale. Le dune, alcune delle quali alte 40 metri, sono conosciute localmente come medanos e rotolano dolcemente attraverso il paesaggio desertico con le loro sfumature dorate. Le dune sono un luogo popolare dove fare surf sulla sabbia, scattare fotografie e fare tour guidati sul dorso di un cammello. Il parco nazionale è facilmente raggiungibile in autobus o in taxi da Coro.

Parque Nacional Mochima

Al parco nazionale dell'isola di Mochima in Venezuela.
Al parco nazionale dell'isola di Mochima in Venezuela.
Il Parco Nazionale Mochima si trova sulla costa nord-orientale e comprende una catena di isole a est di Puerto La Cruz fino a Cumana. Creato nel 1973 è il secondo parco marino del Venezuela e le sue principali attrattive sono le spiagge. È popolare tra gli amanti dello snorkeling e delle immersioni grazie alla presenza di eccellenti siti sottomarini, dove si trovano anche relitti di navi. Le isole sono accessibili in barca da Puerto La Cruz, Santa Fé e Mochima. È anche possibile esplorare l’interno del parco in auto o in autobus, fermandosi in piccoli villaggi e baie fiancheggiate da spiagge.

Monte Roraima

Il monte Roraima è una montagna dalla cima piatta che raggiunge un’altitudine di 2.810 metri ed ha un fascino irresistibile per gli amanti della natura e dell’avventura. Con le sue bizzarre formazioni rocciose, le cascate e le piante carnivore ha ispirato leggende e romanzi, tra cui “Il Mondo Perduto” di Arthur Conan Doyle. È il fulcro del Parco Nazionale Canaima e una delle mete escursionistiche più facilmente accessibili e popolari, sebbene sia necessaria un’escursione impegnativa di più giorni. 

Parque Nacional Canaima e Gran Sabana

Il Parco Nazionale Canaima si estende su una superficie vastissima ed è tra i siti patrimonio mondiale dell’UNESCO. Di solito è associato alla cascata Angel Falls e alla città di Canaima, ma in realtà questi luoghi rappresentano solo una piccola area. Il parco comprende anche l’altopiano di La Gran Sabana, oltre 100 tepuis (montagne dalla cima piatta), che si innalzano a più di 1.000 metri sopra le pianure e numerose cascate sparse su tutta l’area, dove godersi un bagno rinfrescante. Un viaggio attraverso il Parco Nazionale Canaima è un’esperienza unica.

Caracas

Gran parte dei turisti è solo di passaggio a Caracas, ma la capitale del paese è un luogo ricco di storia: qui sono nati alcuni dei personaggi più importanti del passato del Sud America. Tra le attrazioni principali c’è la funivia per la piccola città di Galipan sul monte Avila, nel nord di Caracas. I panorami dalla cima del monte sono spettacolari, in particolare nelle giornate limpide, quando potete vedere tutta Caracas e la costa. Il Pantheon Nazionale è un sito molto importante da cui partire alla scoperta della storia del paese: ospita le tombe di importanti personaggi venezuelani, compresa quella di Simon Bolívar.

Funivia di Merida

Un viaggio sulla funivia Merida è un must per ogni visitatore del Venezuela: è la funivia più lunga e più alta del mondo, con un percorso di quasi 12 km nel quale si innalza fino a oltre 4.700 metri. La funivia effettua delle tappe lungo il tragitto, quindi i passeggeri possono uscire ed esplorare i dintorni; le fermate prendono il nome dai panorami e altri luoghi che si vedono lungo il percorso. Il periodo migliore per questa esperienza è da dicembre a febbraio quando non c’è nebbia.

Ciudad Bolivar e fiume Orinoco

Ciudad Bolivar è il principale punto di accesso alla valle del fiume Orinoco, il fiume principale del Venezuela. Il fiume costituisce il confine naturale tra il paese e la Colombia e offre un panorama e un’esperienza completamente diversi rispetto ad altre parti del paese: qui potete ammirare diverse specie animali, dalle scimmie ai piranha, ma è perlopiù un paradiso per il birdwatching. Gli alloggi lungo il fiume offrono pacchetti di più giorni che includono anche tour in barca e visita ai villaggi locali.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).