Cosa vedere a Taormina

Arroccata su una collina con viste sul Mar Ionio e sull’Etna, lungo la costa orientale della Sicilia, Taormina ha una cornice invidiabile. Il centro storico pedonale offre un romantico viaggio indietro nel tempo, con il più bel teatro greco dell’isola e case drappeggiate di fiori. La città offre una miriade di attrazioni turistiche, con siti storici, viali di shopping, giardini in cui passeggiare e naturalmente spiagge da sogno. Organizzate il vostro viaggio a Taormina partendo da questa guida alle principali attrazioni della città.

Teatro Greco

Il Teatro di Taormina al tramonto.
Il Teatro di Taormina al tramonto.
L’attrazione più famosa di Taormina è il Teatro Greco, la cui costruzione risale al III secolo a.C., ma venne poi completamente ricostruito in epoca romana dandogli le caratteristiche sembianze di un classico anfiteatro romano. I gradini scavati nella roccia sono disposti in forma circolare attorno al palco e si affacciano sul mare e sulle campagne circostanti, offrendo una delle immagini più immortalate nelle foto e cartoline delle città. Oggi il teatro ospita concerti e spettacoli all’aperto.

Centro storico e Corso Umberto

Corso Umberto I a Taormina, in estate.
Corso Umberto I a Taormina, in estate.
Il più grande fascino di Taormina è il suo centro storico. La zona è piacevole da esplorare a piedi con le stradine fiancheggiate da edifici romantici e che di tanto in tanto si aprono su terrazze con viste mozzafiato. Porta Messina, insieme all’adiacente Piazza Vittorio Emanuele, costituisce il maestoso ingresso della città, mentre Corso Umberto è la via principale che attraversa tutto il centro di Taormina. Affiancata su entrambi i lati da un susseguirsi di boutique di lusso, vestiti, gioielli e souvenir, ma anche molti negozi di alimentari, caffè, ristoranti e panetterie, è ottima per curiosare tra le vetrine e fermarsi a mangiare qualcosa.

Piazza IX Aprile e Chiesa di San Giuseppe

Lungo la strada Corso Umberto, troverete Piazza IX Aprile, uno dei migliori belvedere di Taormina, dove c’è un’enorme terrazza panoramica con vista sulla baia sottostante e sull’Etna. È il luogo perfetto per scattare bellissime foto, soprattutto al tramonto. Questa piazza segna anche l’inizio della parte più antica della città, contrassegnata da una torre dell’orologio quadrata in pietra.

A decorare la piazza è anche la candida facciata barocca della Chiesa di San Giuseppe. Dedicategli anche solo una breve visita all’interno per ammirare le pareti bianche brillanti ricche di stucchi e decori.

Villa Comunale

L'antica Villa Comunale di Taormina, nel parco.
L'antica Villa Comunale di Taormina, nel parco.
Per allontanarsi dalla folla e riposare un po’, recatevi verso la Villa Comunale, che ospita un ampio giardino pubblico. Il giardino fu creato da Florence Trevelyan, una benestante signora inglese che vi piantò specie rare e fece costruire le fantasiose strutture in pietra vittoriane visibili ancora oggi.

La posizione elevata dei giardini offre ottimi punti panoramici: la vista sulla baia è magnifica ed è il luogo ideale per godersi un picnic all’ombra della vegetazione.

Castello di Taormina

Percorrendo Via Circonvallazione, che corre parallela a Corso Umberto, raggiungerete la piccola Chiesa Madonna della Rocca, con un soffitto completamente di roccia grezza. Da qui potete proseguire a piedi fino al Castello di Taormina (o Castello Saraceno), a 398 metri sul livello del mare, sul Monte Tauro. Il castello fu costruito dagli arabi nel 1079 sul sito dell’antica acropoli e la vista da questo punto è spettacolare. 

Isola Bella

Vista aerea dell'Isola Bella a Taormina, in una perfetta giornata estiva.
Vista aerea dell'Isola Bella a Taormina, in una perfetta giornata estiva.
Proprio sotto Taormina si trova una piccola isola rocciosa collegata alla terraferma da una spiaggia. È possibile raggiungere l’isola a piedi in mezz’ora dalla cima di Taormina oppure in funivia o in auto anche se è difficile trovare parcheggio nelle vicinanze. L’isola è semplicemente stupenda, con la sua spiaggia di ciottoli e le acque cristalline. Ci sono molte attività che potete praticare: snorkeling, immersioni, giri in barca, noleggio moto d’acqua o semplicemente relax. Potete percorrere i sentieri attorno al perimetro dell’isola e godervi il ​​panorama dalle sue terrazze.

Cattedrale di San Nicola (Duomo di Taormina)

Situato ad una delle estremità di Corso Umberto, il Duomo attira lo sguardo dei passanti con la sua facciata medievale e la porta barocca che armonizza perfettamente con la fontana barocca al centro della piazza del Duomo. Fondato nel XIII secolo e più volte modificato tra il XV e il XVII secolo, combina caratteristiche medievali e più recenti. L’interno merita una visita: è decorato con una serie di opere preziose.

Funivia di Taormina

La funivia di Taormina è il mezzo più comodo e suggestivo per raggiungere il mare. Collega infatti la parte alta di Taormina alle spiagge di Mazzarò e ad Isola Bella. La stazione della funivia nella parte alta si trova in Via Luigi Pirandello, a 200 metri dall’arco di Porta Messina, una delle porte che conducono a Corso Umberto. Ci sono partenze ogni 15 minuti e il tragitto dura circa 5 minuti, offrendo belle viste sul mare e sulle campagne nei dintorni.

Lido Mazzarò

Splendida vista del paesaggio della spiaggia.
Splendida vista del paesaggio della spiaggia.
Lido Mazzarò è la spiaggia più vicina a Taormina e si trova direttamente sotto il paese. È una spiaggia di ciottoli, ottima per prendere il sole e fare il bagno ed è ben servita con noleggi di lettini e ombrelloni, bar e ristoranti. In estate è parecchio affollata. Per raggiungerla potete prendere la funivia da Taormina.

Palazzo Corvaja

Palazzo Corvaja venne costruito all’inizio del 1400 come sede delle riunioni del Parlamento siciliano. Resta il palazzo meglio conservato di Taormina e lo si riconosce immediatamente per la sua torre saracena. All’interno del palazzo oggi si trova il Museo Siciliano di Arte e Tradizioni Popolari, ricco di opere di artigiani siciliani dal XVI al XX secolo. Qui potrete vedere bellissimi esempi di ceramiche, sculture in legno, carretti siciliani colorati e ricami.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).