Cosa vedere a Santorini


Viste mozzafiato da alte scogliere, tramonti romantici, spiagge idilliache, chiese imbiancate a calce sormontate da cupole azzurre e tesori archeologici di una civiltà perduta sono solo alcuni dei motivi per cui l’isola di Santorini è una delle isole più visitate della Grecia. Santorini ha davvero tanto da offrire e se volete qualche idea su come trascorrere la vostra vacanza in questa isola greca, eccovi una guida sulle principali attrazioni turistiche di Santorini.

Fira

Manigifica vista serale di Fira, a Santorini.
Manigifica vista serale di Fira, a Santorini.
Fira, la città principale di Santorini, vanta una delle posizioni più spettacolari di tutte le città e i villaggi dell’isola. Arroccata lungo il bordo di una scogliera altissima, i suoi edifici interamente bianchi offrono incredibili viste sulla costa e sul Mar Egeo, particolarmente emozionanti al tramonto quando l’intera città è illuminata da una luce dorata. Le strade centrali di Fira sono piene di negozi di ogni genere, ristoranti, caffè, bar e discoteche e sono molto affollate in alta stagione.

Oia

Famosa per i suoi meravigliosi tramonti, Oia è un po’ meno frenetica di Fira e una delle principali attrazioni turistiche di Santorini. È anch’essa situata sulla cima di un’imponente scogliera e dispone di case affascinanti che si affiancano su strade strette, chiese a cupola blu e verande assolate. Uno dei villaggi più belli dell’isola, Oia un tempo ospitava una prospera flotta mercantile che commerciava con i paesi del Mar Mediterraneo tra il 1800 e l’inizio del 1900. Sebbene parte della città sia stata distrutta dal terremoto nel 1956, i resti del suo passato marinaro sopravvivono. Le case eleganti dei capitani di mare occupano la parte migliore della città e offrono le viste più spettacolari sulla caldera di Santorini.

Sito archeologico di Akrotiri

Dodici chilometri a sud-ovest di Fira, la città di Akrotiri è conosciuta come la “Pompei minoica” in quanto venne totalmente ricoperta di lava intorno al 1500 a.C. da un’eruzione vulcanica. La città non fu scoperta fino al 1860 quando alcuni operai si imbatterono per caso nel sito. Nel sito archeologico potete passeggiare sui sentieri accanto ai resti degli edifici di questa città un tempo fiorente, vedere scale in pietra, pavimenti e pareti affrescati e collezioni di grandi vasi e ceramiche. Akrotiri offre uno scorcio unico di com’era la vita a Santorini durante l’età del bronzo.

Perissa Beach

La spiaggia più famosa di Santorini si trova sulla costa sud-orientale, tra i villaggi di Perissa e Perivolos. Una distesa di sei chilometri di sabbia vulcanica nera e fine, è orlata da alberi e dominata da una serie di taverne e caffetterie di pesce. La spiaggia di Perissa è simile alla spiaggia di Kamari, che si trova sul lato settentrionale del promontorio roccioso che separa i due tratti di sabbia nera. Con meno ristoranti, bar e club, Perissa è leggermente meno sviluppata di Kamari e questo le dona un’atmosfera più tranquilla. Sono disponibili taxi d’acqua che rendono facile per i viaggiatori visitare entrambe le spiagge e un centro di immersioni situato nel villaggio di Perissa offre snorkeling e immersioni subacquee.

Kamari Beach

Spiaggia di Kamari a Santorini.
Spiaggia di Kamari a Santorini.
La più grande spiaggia di Santorini, Kamari si trova lungo la riva del villaggio con lo stesso nome. La città e la spiaggia prendono il nome dal piccolo arco, “kamara“, visibile nelle scogliere all’estremità meridionale della spiaggia: si tratta dei resti di un santuario dedicato a Poseidone. Notevole per la sua sabbia nera, Kamari è la spiaggia più sviluppata dell’isola, con una vasta gamma di hotel, bar e discoteche. 

Therasia

L’isola di Therasia è una destinazione ideale per coloro che vogliono godersi l’atmosfera soleggiata di Santorini, ma senza troppa folla intorno. Il più grande dei cinque piccoli villaggi, chiamato anch’esso Therasia, ha solo circa 150 abitanti. La piccola isola vanta la stessa architettura pittoresca di Santorini e la popolazione condivide le stesse tradizioni e usanze. Che si tratti di una gita di un giorno o di un weekend, Therasia offre ai visitatori un’autentica esperienza su un’isola greca.

Pyrgos

Un tempo capitale di Santorini, Pyrgos si trova nell’entroterra in cima a una collina che offre viste mozzafiato sull’isola da ogni direzione. Qui si trovano i resti di un castello veneziano e all’interno delle sue mura c’è anche una chiesa costruita nel X secolo. Abbastanza sconosciuto dal turismo di massa, Pyrgos presenta alcuni dei migliori esempi di architettura medievale dell’isola. Il villaggio è circondato inoltre da aziende vinicole, molte delle quali offrono visite guidate e degustazioni.

Caldera di Santorini

Formatosi con la massiccia esplosione vulcanica che ha fatto esplodere il centro dell’isola circa 3.600 anni fa, la caldera di Santorini è un cratere vulcanico perlopiù sommerso. È ancora sede di attività vulcanica: al suo centro sorgono i due isolotti Kaiméni con sorgenti termali ed emissioni di gas. Diverse agenzie offrono escursioni di un giorno della caldera in barca, incluso il tempo per fare il bagno nelle sorgenti termali e poi fare tappa a Therasia, sul lato ovest della caldera, che offre splendide viste.

Imerovigli

4Noto anche come “il balcone dell’Egeo“, Imerovigli è villaggio tradizionale che si trova lungo la strada che va verso Oia. Un tempo la sua posizione nella parte più alta e più centrale di Santorini gli conferiva il controllo visivo dell’intera area e per questo ricopriva un ruolo strategico e difensivo molto importante. Oggi Imerovigli regala una vista privilegiata sulla caldera, tramonti mozzafiato e tranquillità. C’è una piazza principale che conduce alla Caldera e ai tradizionali insediamenti rupestri sulle colline. Un’altra notevole attrazione del villaggio è la famosa roccia chiamata Skaros che si trova sul lato mare e che un tempo fu una delle cinque fortezze di Santorini. Oggi si possono ammirare i resti lasciati dopo il terremoto del 1817.

Red Beach

Vicino al sito di Akrotiri troverete la famosa spiaggia rossa Red Beach che si estende sotto una spettacolare parete di scogliera rossa. La spiaggia è accessibile attraverso un sentiero dalla città di Akrotiri ma potete anche prendere un autobus da Fira o arrivare in barca dai porti di Akrotiri, Kamari e Perissa. La piccola spiaggia è affollata durante l’estate, ma i suoi colori che contrastano con l’acqua azzurra del mare regala uno spettacolo unico.

Thera

Situata su alte scogliere a picco sul mare tra le spiagge di Kamari e Perissa, l’Antica Thera racchiude rovine che furono portate alla luce nei primi anni del 1900. Le antiche tombe, monumenti e resti di case, chiese e fortificazioni risalgono a diverse epoche storiche. Perfetta per gli amanti di archeologia, le rovine includono bagni romani, strutture ellenistiche e un santuario di Apollo decorato con affreschi.

Sigalas Winery

Sigalas è una delle cantine più rinomate non solo a Santorini, ma in tutta la Grecia, con etichette di vini di fama internazionale che hanno vinto numerosi premi. La cantina Sigalas si trova nelle bellissime campagne nei dintorni di Oia ed è aperta tutti i giorni al pubblico con degustazioni in un ambiente naturale unico, da accompagnare a prelibati piatti della casa.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).