Cosa vedere a Pisa

Pisa è una città leggendaria e una delle più famose destinazioni della Toscana. Situata sulla costa occidentale, a soli 20 minuti dal Mar Ligure, molto spesso Pisa viene abbinata ad un viaggio a Firenze, dati gli ottimi collegamenti e la vicinanza delle due città. Conosciuta in tutto il mondo per la famosa torre pendente, offre molto più di questo. Pur essendo una città di dimensioni contenute, è stata storicamente una delle più importanti e influenti, per questo conserva una meravigliosa gamma di edifici storici e un ricco patrimonio culturale che si sposano perfettamente agli splendidi paesaggi lungo le rive del fiume Arno. Per sfruttare al meglio il soggiorno a Pisa, eccovi una guida alle principali attrazioni della città.

Torre di Pisa

Tappa imperdibile per ogni visitatore, la torre di Pisa è senza dubbio la torre più famosa del mondo: con il suo profilo pendente, questo campanile collocato accanto al Duomo della città incuriosisce tanti turisti. La prima pietra fu posta nel 1173, quando Pisa era la più potente repubblica marinara d’Italia e i suoi livelli furono progettati riprendendo lo stile della facciata della cattedrale. La storia della costruzione di questa struttura è abbastanza travagliata: ancor prima che il terzo piano fosse completato, la torre aveva già iniziato a pendere leggermente dal lato sud e si cercò di rimediare ma senza successo. Così la costruzione venne fermata. Quasi 100 anni dopo si ripresero i lavori, tentando di contrastare l’inclinazione. I restauri continui in tempi recenti hanno permesso alla torre, accessibile al pubblico, di non crollare.

Duomo di Pisa (Cattedrale di Santa Maria Assunta)

Splendido esempio dello stile architettonico pisano, la Cattedrale di Santa Maria Assunta è una basilica romanica a cinque navate che si affaccia su Piazza dei Miracoli. Le sue origini risalgono al 1063, ma venne poi ampliata e arricchita durante i secoli. Arcate e colonne decorano la splendida facciata in marmo bianco assieme alle porte in bronzo scolpite con scene della vita di Cristo e della Vergine.

L’interno è altrettanto spettacolare: troverete un soffitto dorato, colonne con rilievi raffiguranti immagini sacre, una cupola centrale dipinta e affreschi dei più grandi artisti italiani.

Battistero

Il Battistero e in lontananza la Torre di Pisa.
Il Battistero e in lontananza la Torre di Pisa.
A ovest della cattedrale, il battistero fu iniziato nel 1153, quasi cento anni dopo il Duomo, del quale riprende lo stesso materiale e i motivi decorativi con gallerie di arcate. Tuttavia, poiché i lavori sono durati quasi duecento anni, l’edificio mostra un passaggio dallo stile romanico allo stile gotico, visibile nel contrasto tra il livello inferiore e quello superiore. L’attrattiva principale del battistero è il pulpito in marmo, un capolavoro di Nicola Pisano, decorato con rilievi che raffigurano scene del Nuovo Testamento.

Camposanto

Un’altra attrazione situata in Piazza dei Miracoli è Camposanto, un cimitero storico monumentale. La costruzione iniziò nel 1278, con la realizzazione di un grande chiostro rettangolare circondato da una galleria di archi decorati. Il cimitero ospita tombe dei patrizi pisani e dei personaggi di spicco della città. Le pareti erano interamente ricoperte di affreschi del XIV e XV secolo, ma un incendio causato dai bombardamenti della guerra nel 1944 danneggiò gravemente gli affreschi, molti dei quali sono però stati restaurati.

Chiesa di Santa Maria della Spina

La Chiesa di Santa Maria della Spina, sulla riva sinistra dell’Arno, è forse la più conosciuta delle chiese minori di Pisa e sicuramente una delle più belle. In origine un piccolo oratorio sul fiume, subì gravi danni alle fondamenta e nel 1871 venne demolita per poi essere ricostruita. La chiesa gotica riccamente decorata deve il suo nome al possesso di una spina che si dice appartenesse alla corona di spine di Cristo, portata a Pisa dalla Terra Santa.

Piazza dei Cavalieri e Palazzo dei Cavalieri

Piazza dei Cavalieri è una delle maggiori piazze di Pisa ed è circondata da eleganti palazzi tra cui il magnifico Palazzo dei Cavalieri, ex sede della scuola dei cavalieri dell’Ordine di Santo Stefano. Cattura subito lo sguardo per la sua facciata decorata con ornamenti, stemmi e busti di sei Granduchi di Toscana della famiglia dei Medici. L’imponenza è esaltata dal tetto sporgente e dalla bella doppia scala che porta all’ingresso. Dal 1810, il palazzo ha ospitato la Scuola Normale Superiore, un collegio d’élite di istruzione superiore fondato da Napoleone. Sul lato nord della piazza merita un’occhiata anche il Palazzo dell’Orologio, costruito nel 1607 e nato dall’unione di due case-torri del primo Medioevo.

Palazzo Blu

Palazzo Giuli Rosselmini Gualandi, chiamato Palazzo Blu per il colore della sua facciata, è oggi un museo con ricche collezioni permanenti di dipinti e altre opere d’arte di artisti italiani dal XVI al XX secolo. Il percorso di visita passa in rassegna anche mobili di pregio e monete antiche e sezioni occupate da mostre temporanee che possono riguardare qualsiasi argomento, dalla scienza al cinema.

Arno e Ponte di Mezzo

Pisa si sviluppa attorno al fiume Arno, che offre una cornice incantevole per passeggiare e scattare bellissime foto, con le facciate di case storiche che si affacciano sull’acqua e le verdi colline della campagna toscana in lontananza. Cinque splendidi ponti attraversano l’Arno all’altezza del centro di Pisa e il Ponte di Mezzo è uno dei più belli e importanti: lungo 89 metri, è stato costruito nel 1947. Attraversate il ponte per avere una vista sublime della città. 

Borgo Stretto

Se cercate un connubio tra architettura fantastica e negozi di fascia alta, Borgo Stretto è il posto perfetto. Questa deliziosa strada si trova nel cuore della città e inizia da Piazza Garibaldi, vicino al Ponte di Mezzo; su ambo i lati trovate una vasta gamma di negozi di stilisti, boutique e caffè caratteristici.

Murale Tuttomondo di Keith Haring

Murales `Tuttomondo`, dipinto nel 1989 dall'artista Keith Haring sul lato posteriore della chiesa di S. Antonio a Pisa.
Murales `Tuttomondo`, dipinto nel 1989 dall'artista Keith Haring sul lato posteriore della chiesa di S. Antonio a Pisa.
Keith Haring è un artista di fama mondiale famoso per i suoi murales e potete ammirare una delle sue bellissime opere proprio a Pisa. Situato sulla parete esterna della canonica della chiesa di Sant’Antonio, questo murales si compone di 30 diverse figure colorate che nell’insieme danno una visione di pace e armonia.

Giardino Scotto

Il Giardino Scotto e le mura medievali, a Pisa.
Il Giardino Scotto e le mura medievali, a Pisa.
Il Giardino Scotto è una bellissima area verde che occupa i resti di una storica cittadella del 1400 e prende il nome dalla famiglia che acquistò questo spazio commissionando il giardino.

Circondato dai bastioni della fortezza, è un parco molto amato da cittadini e turisti che vengono qui per passeggiare, fare un picnic, prendere il sole e godersi il connubio armonioso di natura e architettura. In estate è la cornice di spettacoli, eventi e cinema all’aperto.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).