Cosa vedere in Costa Rica

Il Costa Rica è un paese ricco di attrazioni naturali, con vulcani, spiagge, grotte, foreste pluviali e fauna selvatica unica. L’affollata città di San Josè ospita i migliori musei del paese e piazze incantevoli, ma i veri tesori si trovano oltre la capitale, nelle sue rigogliose foreste e nei piccoli villaggi costieri.

Ci sono così tante cose da fare e vedere in Costa Rica che spesso riuscire a concentrare tutto in un viaggio non è possibile e stabilire un itinerario non è facile. In questa guida voglio aiutarvi consigliandovi alcune delle attrazioni migliori e imperdibili.

Manuel Antonio National Park

Il Parco Nazionale Manuel Antonio è uno dei parchi più famosi del Costa Rica ed è sicuramente tra le cose da non perdere. Si estende su ettari di foreste pluviali tra cui si fanno strada sentieri che vi condurranno attraverso la fitta vegetazione e fino a spiagge di sabbia bianchissima. Fauna selvatica, natura, spiagge e divertimento sono ciò che attira i visitatori al Manuel Antonio National Park e alla città adiacente di Manuel Antonio. In netto contrasto con la tranquillità della foresta, la cittadina di Manuel Antonio è nota per la sua atmosfera vivace. I tour guidati nel parco facilitano l’individuazione della fauna selvatica, ma anche coloro che si avventurano nel parco da soli non avranno problemi ad imbattersi in scimmie, bradipi e varie specie di uccelli e pappagalli colorati.

Vulcano Arenal National Park e la Cascata della Fortuna

Il Parco Nazionale del Vulcano Arenal si trova nella regione della catena montuosa Cordillera de Tilarán e la sua attrazione principale è il vulcano Arenal, alto 1.633 metri. Il vulcano è rimasto dormiente dal 1500 d.C. fino alla violenta eruzione del 1968, che uccise 82 persone e distrusse due villaggi. Da allora si registra un’attività regolare e visitando il parco potrebbe capitarvi di vedere nuvole di cenere uscire dal cratere e lava rossa brillante che scorre lungo la montagna.

Il parco è anche noto per la sua vasta gamma di biodiversità e al suo interno vivono numerose specie di uccelli, rettili, anfibi e mammiferi autoctoni.

La riserva è attraversata da sentieri escursionistici, alcuni dei quali portano a splendide cascate tra cui la popolare cascata della Fortuna, una delle più belle del Costa Rica. La cascata scende da un’altezza di 70 metri e il suono fragoroso prodotto dal suo infrangersi sulle rocce riecheggia nella foresta da diversi metri di distanza. Dopo averla ammirata e aver scattato diverse foto, potete rinfrescarvi con una nuotata nella piscina naturale sotto la cascata.

Monteverde Cloud Forest Reserve (Riserva Biologica di Monteverde)

Le foreste pluviali vicino a Monteverde e Santa Elena sono diventate popolari mete di ecoturismo in Costa Rica. Per coloro che desiderano immergersi nella natura e vedere piante e animali selvatici unici senza avventurarsi troppo lontano dai sentieri battuti, questo è sicuramente il posto migliore. Le nuvole che coprono queste foreste creano un’atmosfera magica e “nascondono” habitat unici e un ecosistema ricchissimo di vita. Se gran parte dei turisti giungono fin qui per il birdwatching, la Riserva ospita anche numerosi mammiferi, anfibi e rettili, da giaguari e puma a rane e scimmie. Le escursioni guidate sono uno dei modi migliori per esplorare questo luogo.

Tamarindo

Tamarindo è una località situata sulla penisola di Nicoya ed è una meta particolarmente famosa per fare surf, rilassarsi in spiaggia e divertirsi. Se in origine era un tranquillo villaggio di pescatori, Tamarindo è oggi un paradiso turistico dove i visitatori possono trovare buon cibo e alloggi, nonché tutti i tipi di servizi turistici. La città si sviluppa lungo la spiaggia di Tamarindo, che si estende per circa 1,5km ed è una popolare mecca di surfisti.

L’area intorno a Tamarindo offre tante avventure a contatto con la natura con attività che includono lo snorkeling, le immersioni, l’equitazione, la zipline e l’osservazione delle tartarughe nei periodi della deposizione delle uova.

Mal Pais e Santa Teresa

Mal Pais, sulla penisola di Nicoya, è un’area lungo la costa nota per le grandi onde che attirano i surfisti da ogni parte del mondo. La città di Santa Teresa è la principale base di appoggio della zona, sebbene lungo Mal Pais si trovino numerosi altri villaggi, compresi quelli di Mal Pais e Manzanillo. Oggi, l’area attira un mix di backpackers, surfisti e turisti che si innamorano perdutamente dei tramonti e degli scorci sul mare di questa zona, che sta diventando sempre più alla moda e turistica.

Giardini delle Cascate di La Paz

I giardini delle cascate di La Paz sono un santuario naturale di proprietà privata non distante dalla capitale San José. All’interno di questa oasi verde si estendono foreste pluviali in cui si nascondono cinque cascate, uno zoo e santuari di animali che ospitano varie specie endemiche. Si tratta di un’attrazione perfetta per le famiglie che vogliono immergersi nelle meraviglie naturali del Costa Rica concentrate in un unico luogo facilmente accessibile.

Jaco

Jaco è una buona scelta per chiunque preferisca un contesto più tranquillo rispetto a San José ma desidera al tempo stesso i comfort e le comodità di una città più grande. Jaco è famosa per la sua spiaggia che è spaziosa e piacevole, con opportunità per fare surf anche se le onde qui sono meno alte rispetto ad altre aree lungo la costa, il che significa che nuotare è generalmente sicuro. Ciò che contraddistingue Jaco è anche la sua ampia offerta di negozi di tendenza, buoni ristoranti, hotel eccellenti e altre comodità moderne che lo hanno reso una scelta popolare tra expat e pensionati.

Tortuguero National Park

Per qualcosa di un po’ diverso e fuori dai sentieri battuti, c’è il Parco Nazionale Tortuguero, sulla costa caraibica. Questa zona, accessibile solo in barca o in aereo, è un habitat estremamente prezioso per le tartarughe e, di conseguenza, l’osservazione delle tartarughe nelle stagioni in cui depongono le uova è l’attività principale.

Sebbene ci siano molte spiagge, la zona costiera non è adatta per il nuoto e per il surf in quanto le correnti sono forti e le acque sono popolate da squali. Percorrendo i sentieri escursionistici del parco o facendo gite in barca lungo i canali, è possibile avvistare scimmie, bradipi e altri animali della foresta.

Penisola di Osa e Corcovado National Park

Nell’estremo sud del Costa Rica, oltre le splendide spiagge di Dominical, si trova la remota penisola di Osa. Alcuni dei migliori tratti di foresta pluviale costiera dell’America Centrale si trovano proprio nella penisola di Osa e sono protetti all’interno del Parco Nazionale del Corcovado. Oltre al surf, altre attività popolari nella regione sono le immersioni, lo snorkeling e la pesca. 

Il Parco Nazionale del Corcovado ha un vasto sistema di sentieri ed è popolare tra i viaggiatori che amano le escursioni nella natura.

San José

La frizzante capitale del Costa Rica è di certo una tappa da non dimenticare ed è un’ottima base centrale per l’esplorazione del paese. Molti turisti si fermano qui prima di dirigersi verso le magnifiche foreste pluviali e le spiagge del paese. La città offre interessanti musei e gallerie, nonché ristoranti, negozi e quartieri piacevoli per una passeggiata. Il quartiere Barrio Amón è famoso tra i turisti per le sue dimore secolari e l’architettura degna di una fotografia, mentre Barrio Escalante è altrettanto popolare per la sua varietà di ristoranti, bar, caffetterie e panetterie.

Tabacon Hot Springs

Tabacon Hot Springs è la più grande e la più facilmente accessibile rete di sorgenti termali naturali in Costa Rica. Le piscine si trovano all’interno di una riserva privata nella foresta pluviale e fanno parte del Tabacon Thermal Resort. Non è necessario soggiornare nella struttura per poter usufruire delle sorgenti termali in quanto si può acquistare un pass giornaliero. L’acqua calda e altamente mineralizzata naturalmente scorre attraverso il resort e riempie più piscine che variano di temperatura. È un’esperienza rilassante, perfetta per prendersi una pausa durante il viaggio, in quanto vi consente di immergervi in una vasca naturale in mezzo a un paesaggio lussureggiante tra le montagne del Costa Rica.

Spiagge: Playa Samara, Playa Conchal, Playa Carrillo

Una delle attrazioni principali del Costa Rica sono le sue numerose spiagge: ce ne sono tantissime, ma tra le più famose e sviluppate a livello turistico c’è Playa Samara, situata lungo la costa meridionale della penisola di Nicoya, accanto all’omonima cittadina. Samara è considerata una delle spiagge più sicure, il che la rende il luogo ideale per vacanze in famiglia e viaggi rilassati. Vicino alla cittadina di Samara si trova un’altra delle spiagge più pittoresche del Costa Rica: Playa Carrillo. Le palme punteggiano la riva di questa spiaggia incontaminata a forma di mezzaluna, facendola apparire come un paradiso caraibico. Playa Carrillo è apprezzata per il suo contesto tranquillo e poco sviluppato, e la vicina cittadina balneare di Puerto Carrillo conserva un’atmosfera autentica da piccola cittadina costaricana.

Quello che rende Playa Conchal così speciale è, invece, la posizione: è praticamente isolata dal resto del mondo e per arrivarci si cammina camminare lungo la costa dall’adiacente villaggio di pescatori di Playa Brasilito o dal Westin Golf Resort and Spa. Playa Conchal ha acque calme, ideali per nuotare, e un’atmosfera tranquilla.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).