Cosa vedere a Berna

La capitale della Svizzera è piccola e verde, con un’atmosfera incantevole, strade acciottolate da cartolina e splendide viste sul fiume Aare. Il centro storico è dove si concentrano le principali attrazioni. La maggior parte è pedonale e le distanze sono brevi, rendendolo un paradiso per coloro che amano esplorare le città a piedi e lasciarsi incantare dalle bellezze storiche e culturali che Berna offre. In questa guida vi porto alla scoperta delle migliori cose da vedere e da fare a Berna.

La città vecchia

Il centro storico di Berna è più che degno del suo status di patrimonio mondiale dell’UNESCO. Circondato dalle placide acque del fiume Aare, la città vecchia ha conservato gran parte del suo carattere medievale. Le strade sono acciottolate e delimitate da marciapiedi coperti e portici che si snodano per chilometri dando riparo a negozietti, caffè, librerie e ristoranti. All’interno di questa storica area ci sono alcune delle più importanti attrazioni di Berna, tante fontane, statue antiche e la famosa Torre dell’Orologio.

Kunstmuseum

È il più antico museo d’arte della Svizzera ed ospita un’enorme collezione di dipinti, sculture, disegni, stampe, fotografie e film. La collezione spazia da opere d’arte del trecento italiano fino alle nuove correnti artistiche del ‘900 con artisti quali Paul Klee, Wassily Kandinsky, Jackson Pollock e Pablo Picasso.

Rosengarten

Originariamente un cimitero, oggi il Rosengarten è uno dei luoghi più tranquilli e belli di Berna. Questo splendido giardino sfoggia più di 200 tipi di rose e altre 200 specie di piante tra cui iris, azalee e rododendri. Situato su una collina, appena fuori il centro città, regala meravigliose viste su Berna ed è ideale per rilassarsi con una passeggiata e fermarsi a contemplare il paesaggio e le acque placide del lago. Non mancano punti di ristoro e aree picnic.

Einstein House

Non tutti sanno che Albert Einstein visse a Berna. La casa che prese in affitto con la famiglia dal 1903 al 1905 è stata trasformata in museo e merita di certo una visita. Situata in una delle strade più affascinanti di Berna, Kramgasse, la casa è stata accuratamente ristrutturata in modo che sia una replica precisa della casa del grande fisico. È qui che Einstein ha sviluppato la sua famosa Teoria della Relatività e una piccola mostra mette in luce i suoi lavori e le bozze, oltre a presentare informazioni interessanti sulla vita del fisico.

Il Museo Einstein e il Museo storico di Berna

Ospitato in un edificio storico, il Museo storico di Berna si combina con il Museo Einstein per formare il secondo museo più grande della Svizzera. Le esposizioni del museo storico comprendono più di mezzo milione di oggetti risalenti all’età della pietra e fino ai secoli XIX e XX. Il Museo Einstein si concentra sulla vita del grande scienziato, illustrata attraverso dozzine di vecchi film, oggetti originali e lettere. In esposizione c’è anche il premio Nobel vinto nel 1921. Il museo si trova sulla Helvetiaplatz, proprio di fronte all’Aare nel centro storico.

Berner Münster (Cattedrale di Berna)

A svettare su Berna c’è la Cattedrale di Berna, chiamata anche Cattedrale di San Vincenzo. Ci sono voluti diversi secoli per completare questa chiesa gotica, la più grande della Svizzera, che fu terminata solo sul finire del 1800. Imperdibile per molti visitatori è salire i quasi 300 gradini del campanile, che regala una vista eccezionale sulla città e sulla valle dell’Aare, con le Alpi sullo sfondo.

Torre dell’orologio (Zytglogge)

Che gli svizzeri abbiano una passione sfrenata per la puntualità e per gli orologi è ormai risaputo e la Torre dell’orologio di Berna è solo un’altra conferma. L’orologio astronomico della torre risale al 1530 e allo scoccare di ogni ora regala ai passanti un breve spettacolo: una serie di creature, persone e orsi “escono” dall’orologio danzando al ritmo di una dolce musica. È possibile visitare l’interno della torre per conoscere meglio la storia e il meccanismo dell’orologio; si può salire inoltre su una piattaforma di osservazione, che offre scorci sensazionali della città.

Paul Klee Center

Il pittore Paul Klee è tra i più famosi artisti svizzeri del 1900 e così non poteva mancare un museo dedicato alle sue opere nella capitale. Questa galleria d’arte ospita circa 4.000 opere di Klee tra cui la famosa Dame mit Sonnenschirm (Donna con il parasole), In den Häusern von St. Germain (Case di St. Germain) e Tod und Feuer (Morte e fuoco). L’edificio è già di per sé eccezionale, con il tocco inconfondibile dell’architetto Renzo Piano, che ha scelto per questa struttura la forma di un paesaggio collinare ondulato. È ampio e aperto, luminoso e arioso: è un’altra opera d’arte che merita uno sguardo ravvicinato.

Bärenpark

Poiché l’orso è il simbolo di Berna, forse non sorprende che una delle attrazioni principali della città sia un grande recinto di orsi. L’area intorno al complesso degli orsi è abbellita da una serie di sentieri pedonali, molti dei quali conducono al fiume, e mentre i visitatori passeggiano possono fermarsi ad osservare gli esemplari di orso bruno che riposano, giocano, mangiano o fanno un tuffo nelle acque del fiume.

Bundeshaus

La Bundeshaus di Berna è la sede del Parlamento svizzero e del governo federale. Sia l’esterno, con il suo grande tetto a cupola che domina la trafficata Bundesplatz, sia l’interno sono bellissimi da vedere. Nella sala centrale ci sono bellissimi dipinti che illustrano momenti cruciali della storia svizzera e tutti gli altri ambienti, che includono le due camere del Parlamento, le stanze di riunione del Consiglio nazionale e del Consiglio degli Stati e una biblioteca, sono ugualmente interessanti da vedere. L’edificio è aperto al pubblico come parte di una visita guidata di un’ora.

Gurten

Questo è forse il posto preferito di tutta Berna dagli amanti della montagna. Appena a sud del centro della città, il Gurten è una montagna alta 864 metri che regala una vista a 360 gradi sulla città: ponendo lo sguardo giù dalla cima si incontrano le torri, i tetti e le cupole di Berna, mentre più in là si scorgono le punte innevate delle Alpi e valli verdeggianti. Diversi sentieri intorno alla montagna offrono piacevoli escursioni estive attraverso prati fioriti e fitte foreste, mentre in inverno compaiono piste da sci e per slittini.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).