Cosa vedere a Bergamo

Incantevole città lombarda, Bergamo si compone di due zone, la Città Alta e la Città Bassa, separate da storiche mura venete. Durante il Medioevo, il Ducato di Bergamo era parte del regno dei Longobardi e divenne una città di immensa ricchezza, un aspetto che si nota ancora oggi dalla sua elegante architettura antica che si sposta perfettamente alla miriade di piazze e vie dello shopping della città. Se avete in programma di visitare Bergamo, eccovi una lista delle principali attrazioni da non perdere. 

Città Alta

La Città Alta a Bergamo, vista da via San Vigilio.
La Città Alta a Bergamo, vista da via San Vigilio.
La maggior parte delle cose migliori da fare a Bergamo sono racchiuse nella Città Alta, ovvero la città vecchia, dove si concentrano edifici medievali e rinascimentali arroccati su un rilievo roccioso. Il modo migliore per arrivarci è sulla funicolare che conduce a Piazza Mercato delle Scarpe. Da qui potrete incamminarvi nella stretta via Gombito, in cui si trova una storica torre-casa patrizia, la Torre di Gombito, costruita intorno al 1100; percorrendo la via fiancheggiata da piccoli negozi arriverete alla bellissima Piazza Vecchia. Lì vicino, su Via di Porta Dipinta, si trovano anche le chiese di San Michele al Pozzo Bianco e Sant’Andrea.

Piazza Vecchia

Palazzo del Podestà a Bergamo.
Palazzo del Podestà a Bergamo.
Una spettacolare schiera di case patrizie e il Palazzo della Ragione fanno da cornice a questa piazza che occupa il cuore del centro storico. La scalinata in pietra del XII secolo del Palazzo della Ragione costituisce il lato superiore della piazza, adiacente all’alta torre, la Torre del Comune. La parte inferiore è delimitata dal tardo rinascimentale Palazzo Nuovo, che ospita la biblioteca comunale, mentre al centro si trova la Fontana Contarini, decorata da leoni. Ci sono caffè e ristoranti da cui godersi il paesaggio urbano della piazza e il via vai quotidiano dei cittadini.

Palazzo della Ragione e Campanone

Il teatro Donizetti di Bergamo.
Il teatro Donizetti di Bergamo.
Visitabile all’interno, il Palazzo della Ragione è uno storico edificio del 1100 che si affaccia su Piazza Vecchia, separandola da Piazza del Duomo. Il piano terra è aperto come una sorta di porticato, mentre al piano superiore si possono ammirare sculture e ampie sale. Accanto la Torre civica, detta il Campanone, s’innalza con i suoi quasi 53 m di altezza: salite a piedi o in ascensore per una vista panoramica mozzafiato sulla città antica.

Cattedrale di Sant’Alessandro (Duomo di Bergamo)

A un’estremità di Piazza del Duomo, accanto alla Basilica di Santa Maria Maggiore, si trova la cattedrale di Sant’Alessandro, il Duomo di Bergamo, costruita nel 1459. Domina la piazza con la sua facciata neoclassica e una cupola aggiunte qualche secolo dopo nel 1800. All’interno potrete ammirare diversi dipinti di artisti quali Tiepolo, Previtali, Moroni e insieme a numerosi reliquiari d’argento, ma il maggior tesoro della chiesa è la tiara del beato Papa Giovanni XXIII, assieme ad un calice e molti altri oggetti appartenenti al papa.

Basilica di Santa Maria Maggiore

Dettaglio della facciata della Basilica di Santa Maria Maggiore a Bergamo.
Dettaglio della facciata della Basilica di Santa Maria Maggiore a Bergamo.
La Basilica di Santa Maria Maggiore risale al 1137 e affianca il Duomo con il suo possente profilo che sorge sul sito di un antico tempio romano. Alcuni elementi sono stati rimodellati in seguito come l’ingresso in stile gotico “sorvegliato” da statue di leoni che sorreggono le colonne. All’interno vi sono raffinati stucchi barocchi e arazzi del XVI secolo sulle pareti delle navate laterali e del coro; qui è custodita anche la tomba del compositore Donizetti, originario di Bergamo.

Cappella Colleoni

Maestosa tomba, vero gioiello architettonico rinascimentale, del generale Bartolomeo Colleoni.
Maestosa tomba, vero gioiello architettonico rinascimentale, del generale Bartolomeo Colleoni.
Adiacente alla Basilica di Santa Maria Maggiore è la Cappella Colleoni, in stile rinascimentale lombardo con una facciata riccamente decorata di marmi colorati intarsiati. Costruita nel 1470-76 per ospitare la tomba del condottiero Bartolomeo Colleoni e di sua figlia Medea, la cappella fu concepita da Giovanni Amadeo, che progettò anche le tombe all’interno. I dipinti del soffitto di Giambattista Tiepolo furono aggiunti nel 1700.

Battistero

Alla destra della Cappella Colleoni si trova il Battistero, un insolito edificio a pianta ottagonale risalente al 1340. Inizialmente si trovava all’interno della Basilica di Santa Maria Maggiore, ma venne poi demolito e riassemblato, ricostruendolo nella piazza del Duomo. Da notare sono le statue che svettano sul tetto del Battistero, raffiguranti le virtù di fede, speranza, carità, fortezza, giustizia, prudenza, temperanza e pazienza.

Accademia Carrara e Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea (GAMeC)

Pinacoteca ed Accademia Carrara a Torino.
Pinacoteca ed Accademia Carrara a Torino.
Scendendo la stradina che parte da Porta Sant’Agostino si arriva dinanzi al palazzo dell’Accademia Carrara, un museo d’arte che ospita una preziosa collezione di circa 1.800 dipinti dal XV al XIX secolo di illustri artisti nazionali come Raffaello, Bellini, Botticelli, Canaletto e Pisanello. Negli anni ’90 è stata aggiunta al complesso una galleria d’arte moderna e contemporanea “GAMeC”, ampliando così la gamma di capolavori in mostra.

Mura venete e porte della città

Le mura venete furono costruite nel XVI secolo dalla Repubblica di Venezia, che all’epoca dominava su Bergamo. Delimitano il centro storico per 4 km, separando la città alta da quella bassa. Le mura furono costruite per proteggere la città nel periodo di declino di Venezia. Oggi le pareti sono un simbolo della lunga e orgogliosa storia di Bergamo e racchiudono una città da favola priva di ogni segno di modernità. Potete passeggiare lungo le mura percorrendo Viale delle Mura da Porta Sant’Alessandro, vicino al Museo Donizetti, e proseguendo oltre Porta San Giacomo, la più bella delle porte della città, e la chiesa di Sant’Agostino fino a Porta Sant’Agostino. Da questa porta potete proseguire su Viale Vittorio Emanuele II che scende oltre la stazione inferiore della funicolare e nel centro della città bassa.

Museo di Scienze Naturali

Da Piazza Vecchia si può raggiungere il Museo di Scienze Naturali percorrendo Via Colleoni. Questo eccellente museo custodisce una variegata collezione di reperti di scienze naturali, etnografia, paleontologia e archeologia. All’ingresso sarete accolti da una riproduzione a grandezza naturale di un mammut, seguita da una ricca collezione di fossili. Oltre alle scienze naturali e all’archeologia, il museo espone più di mille manufatti, la maggior parte provenienti da collezioni dei primi viaggiatori in Africa e nelle Americhe.

Museo Doninzettiano

Gli amanti della musica saranno curiosi di voler vedere i cimeli e gli oggetti personali della vita di Gaetano Donizetti e di altri compositori e musicisti italiani, tra cui Rossini, Bellini e Verdi. Il palazzo che ospita il museo è di per sé un’attrazione e merita di essere visitato per i numerosi affreschi di Borromini che lo decorano.

Museo della Rocca e Parco delle Rimembranze

Panorama di Bergamo.
Panorama di Bergamo.
Da Piazza Mercato delle Scarpe, si sale verso la Rocca, un bastione del XIV secolo che ospita il Museo del Risorgimento e della Resistenza. Questo museo racconta attraverso documentazioni e fotografie la lotta per l’indipendenza in Italia, quando la città di Bergamo fu liberata dal dominio austriaco dall’esercito di Giuseppe Garibaldi. Le ampie vedute dal mastio del castello permettono di osservare buona parte del centro storico di Bergamo. L’adiacente Parco della Rimembranze offre una cornice incantevole in cui passeggiare e comprende il giardino botanico di Bergamo, dove un’ampia collezione di flora locale della Lombardia è affiancata da specie straniere ed esotiche.

Piazza Matteotti e Sentierone

Il centro della Città Bassa di Bergamo è Piazza Matteotti, circondata da splendidi giardini, moderni edifici e monumenti, e adiacente all’imponente Piazza Vittorio Veneto, con la sua Torre dei Caduti. Ad est di Piazza Matteotti, si snoda il Sentierone, uno dei viali principali di Bergamo per lo shopping e la gastronomia; sul viale si affaccia anche lo splendido Teatro Donizetti, sede di spettacoli interessanti.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).