Quale cabina scegliere in crociera

Scegliere la cabina giusta può influire positivamente o negativamente sull’esito della crociera. Proprio come accade negli hotel, anche le navi da crociera propongono diverse tipologie di cabine che si differenziano per la grandezza, la posizione, la quantità di servizi e confort, ecc., tutti elementi che poi incidono, ovviamente, sul prezzo. Quando si prenota una crociera si è tentati, soprattutto se si è alla prima esperienza o se si dispone di un budget limitato, di scegliere la soluzione più economica non pensando però che un piccolo sovrapprezzo può letteralmente salvarci la vacanza e farci trascorrere un’esperienza piacevole. Se volete sapere come scegliere la cabina più adatta alle vostre esigenze, leggete questa guida.

Come scegliere

Analizzare la miriade di tipologie di cabina presenti su ciascuna nave (alcune ne hanno addirittura più di 20) può creare una certa confusione, ma dovete sapere che essenzialmente esistono quattro grandi categorie:

  • Interne. Sono le cabine più piccole e non dispongono di oblò o finestre sul mare.
  • Esterne o Vista mare. Spesso presentano le stesse dimensioni di quelle interne o sono leggermente più ampie; sono dotate di una finestra o di un oblò con vista sul mare.
  • Con balcone. Sempre affacciate sul mare, sono dotate di un balcone che può avere varie forme e dimensioni.
  • Suite. Sono le cabine più lussuose e confortevoli, con una zona soggiorno separata dalla zona notte e una serie di servizi extra compresi nel prezzo.

A loro volta queste quattro categorie possono essere suddivise in tantissime altre tipologie che si differenziano per una serie di fattori molto importanti: la posizione della stanza (quindi la relativa vista), la grandezza e i servizi inclusi.

Per poter scegliere la cabina giusta dovete innanzitutto prendere in considerazione le vostre esigenze: soffrite il mal di mare? Avete bisogno di isolarvi ogni tanto e preferite una cabina con balcone oppure siete il genere di turista che esce dalla camera al mattino per poi farvi ritorno solo alla sera? Le proprie esigenze e il modo in cui si intende trascorrere il tempo sono elementi  fondamentali e permettono di orientarsi verso cabine con caratteristiche ben specifiche: se ad esempio pensate di trascorrere la maggior parte del tempo nella spa, scegliete una “cabina spa” ovvero una tipologia nata di recente e che include nel prezzo l’accesso al centro benessere.

Con chi viaggiate?

Ovviamente anche il numero di persone è da considerare nella scelta della cabina. Chi viaggia in coppia non ha particolari problemi poiché, come negli hotel, la maggioranza delle cabine sono a due letti singoli che possono essere uniti per avere un letto matrimoniale, ma è necessario anche qui fare attenzione perché alcune tipologie di doppie (generalmente le più economiche) hanno il letto a castello e ciò oltre a non essere molto comodo per le coppie riduce anche lo spazio della camera; in alternativa chi lo desidera può optare per soluzioni più costose come le suite. Se invece viaggiate con un gruppo di amici o con la famiglia in questo caso sono disponibili varie soluzioni: le camere standard con 3 o 4 letti, dove il terzo e quarto letto possono essere a castello o ricavati da un divano-letto, le camere comunicanti o le suite; tenete presente che, anche se oggi la quantità di cabine multiple o comunicanti è in aumento poiché sempre più famiglie scelgono di andare in crociera, rappresentano ancora una piccola percentuale delle cabine totali presenti, perciò è importante prenotare con un certo anticipo. Se siete in 4/5 persone e optate per un’unica camera, assicuratevi che lo spazio sia sufficiente per tutti, bagagli compresi. Le camere singole sono invece molto difficili da trovare perché non tutte le compagnie dispongono di cabine per viaggiatori solitari e se le hanno sono davvero poche quindi si esauriscono in fretta; se andate in crociera da soli optate per le compagnie che organizzano crociere per “single”, dove è più probabile trovare le camere singole.

Caratteristiche da considerare

Prima di prenotare la vostra cabina prendete in considerazione questi elementi:

  • La posizione: A prescindere dalla tipologia di cabina, la posizione in cui si trova la vostra stanza è molto importante: se ad esempio soffrite molto il mal di mare, le cabine situate nella zona centrale e nei piani più bassi della nave permettono di avvertire meno il movimento oscillatorio, al contrario delle cabine situate sui piani più alti o nella parte iniziale o finale della barca. Anche la distanza o vicinanza dalle aree comuni deve essere presa in considerazione: alcuni passeggeri preferiscono avere la loro cabina vicino alla zona della piscina, ai servizi di ristorazione o ai locali degli spettacoli notturni, ma bisogna ricordarsi che più si è vicini alle aree comuni e a quelle dedicate al divertimento più le camere sono rumorose. Se avete il sonno leggero, scegliete cabine che siano distanti dai luoghi affollati, dai motori della nave (situati nella parte posteriore), dagli ascensori e dalla lavanderia; se invece viaggiate con persone che hanno una mobilità ridotta, scegliete una cabina che sia vicino agli ascensori e ai luoghi in cui trascorrerete la maggior parte del tempo, tenendo presente che le dimensioni delle navi sono molto grandi. Se volete prenotare una suite, ricordatevi che questa tipologia si trova solitamente nei piani più alti e vicino alla piscina per garantire una vista migliore, ciò significa quindi che è più rumorosa e non ideale per chi soffre il mal di mare.
  • La vista: La posizione della vostra cabina influisce anche sulla vista di cui godrete. Se avere una camera affacciata su un magnifico panorama è il vostro sogno, allora valutate la collocazione della cabina verificando la direzione verso cui è rivolta la stanza e l’eventuale presenza di strutture della nave che possano intralciare la visuale. Ad esempio le cabine con balcone situate sulla poppa della nave, ovvero nella parte terminale, sono solitamente le più costose perché offrono balconi più grandi e una visuale a 180 gradi, mentre alcune cabine vista mare, ad esempio quelle situate di fianco o sopra le scialuppe di salvataggio, hanno la vista ostruita in alcuni punti. Ma non tutte le cabine sono rivolte verso il mare: alcune navi da crociera hanno stanze rivolte verso l’interno delle navi con vista sulle aree comuni o sul giardino interno. L’ultima novità in fatto di panorami, sono le finestre o i balconi virtuali: si tratta in realtà di schermi installati sulle pareti delle stanze prive di finestre e oblò, che simulano l’esistenza appunto di un balcone o di una finestra; sullo schermo scorrono diverse immagini  del mare o delle varie destinazioni in cui fa tappa la nave. Le cabine senza finestra sono ovviamente le più economiche e adatte a chi ha un budget ridotto o a chi trascorre in cabina solo il tempo necessario per riposare. Se invece il paesaggio visibile dalla finestra è molto importante per voi, selezionate una cabina che sia rivolta verso la terraferma così quando vi avvicinerete alle destinazioni potrete ammirare il panorama meraviglioso della costa.
  • Le dimensioni: Oggi molte navi hanno dimensioni gigantesche e questo ha permesso di creare cabine di grandi dimensioni e con più ambienti come gli appartamenti, che affiancano le cabine standard più piccole. Non dovete però paragonarle alle camere degli hotel, perché le cabine in genere hanno comunque dimensioni più ridotte. Solitamente le cabine interne ed esterne presentano, a parità del numero di persone che riescono ad ospitare,  le stesse dimensioni. Come potrete immaginare, con l’aumento delle dimensioni il prezzo della cabina lievita in maniera proporzionale. Logicamente tutti preferiremmo una bellissima e confortevole suite, ma la scelta deve essere fatta in base a due considerazioni essenziali: il budget a disposizione e l’uso che si farà della cabina. Per i viaggiatori che trascorrono pochissimo tempo in cabina, scegliere una suite potrebbe rivelarsi poco conveniente, mentre per chi desidera spesso isolarsi dalla folla e ritagliarsi attimi di tranquillità una camera più confortevole potrebbe essere un buon investimento. È necessario però sottolineare che le dimensioni delle cabine standard variano da una compagnia all’altra: su alcune navi da crociera che si rivolgono principalmente alle famiglie anche le camere più economiche hanno dimensioni più ampie per offrire un livello di confort maggiore alle famiglie.
  • Balcone sì o no? Anche se la presenza del balcone può dare la sensazione di uno spazio più ampio, in realtà le cabine con balcone presentano le stesse dimensioni standard delle camere interne ed esterne, se non si considera ovviamente lo spazio aggiuntivo del balcone, il quale a sua volta può essere di varie forme e misure. È difficile stabilire se valga davvero la pena  pagare un supplemento per avere un balcone, perché essenzialmente dipende dall’uso che ne farete: se pensate di sfruttare questo spazio all’aperto per pranzare o trascorrere diverso tempo in tutta tranquillità allora potrebbe risultare conveniente, ma se invece preferite stare in mezzo alla folla sul ponte della nave o nei ristoranti, allora tanto vale farne a meno. Sulla scelta del balcone considerate anche il clima in cui viaggerete: se vi recate in crociera tra i ghiacci dell’Antartide dubito che trascorrerete molto tempo all’esterno considerate le bassissime temperature!
  • I servizi: Spesso le cabine più lussuose e ampie prevedono anche una quantità maggiore di servizi. Mentre nel prezzo delle cabine standard possono essere compresi alcuni confort e servizi di base, come la pulizia giornaliera della camera, la tv, la cassaforte,  il set di cortesia, la climatizzazione, ecc., le tariffe delle suite possono includere una serie di privilegi, tra cui l’imbarco prioritario, un drink di benvenuto e il servizio di concierge che si occupa di tutte le prenotazioni (ristorante, spa o escursioni) accogliendo gli ospiti in lounge dedicate con angolo relax rifornito di bevande e snack. Alcune delle camere più costose possono comprendere anche il servizio di maggiordomo: avere un maggiordomo personale che serva i pasti in camera, disfa le valigie o riempia il minibar può essere una ‘coccola’ aggiuntiva che rende la vacanza ancora più rilassante, ma valutate bene i costi in rapporto al tipo di servizio offerto. Inoltre alcune compagnie omaggiano i clienti delle suite con degli ingressi gratuiti o scontati alle spa oppure con accessi ad alcune aree o servizi esclusivi (ad esempio piscine, lounge o solarium privati). Questi sono solo alcuni esempi, poiché ogni  compagnia offre servizi diversi, pensati in base anche alla tipologia di clientela a cui si rivolge; se volete (e se il vostro budget ve lo consente) usufruire di questi privilegi e coccole extra, consultate i vari siti web delle crociere e informatevi sui servizi riservati ai clienti delle suite.
  • Il prezzo: Ogni cabina ha dei propri prezzi, ma esistono alcune dinamiche particolari relative ai prezzi delle cabine che è importante conoscere. Ad esempio è bene sapere che i prezzi dei pacchetti non sono fissi, ma variano come quelli dei voli aerei: troverete quindi le offerte migliori prenotando con molto anticipo (almeno 8 mesi prima) o con molto ritardo (da due a sei settimane prima). Ovviamente prenotando in ritardo rischierete di non trovare più disponibile la categoria di cabina preferita o di trovarla a prezzo ancora più alto se ne sono rimaste poche libere. Se auspicate in un upgrade, dovete sapere che in crociera sono molto rari, perciò difficilmente prenotando una categoria economica vi vedrete regalare una suite, ma esistono tuttavia alcune promozioni che permettono di prenotare le cabine esterne al prezzo delle interne oppure le cabine con il balcone al prezzo delle esterne, ecc. Può capitare però che al momento della prenotazione vi venga offerta l’opzione di scegliere una cabina “garantita”: in questo caso voi scegliete la categoria e la compagnia stabilisce poi il numero e la posizione della cabina; se siete fortunati vi può capitare che vi venga assegnata una cabina di categoria superiore senza alcun supplemento, ma nella peggiore delle ipotesi vi capiterà la peggiore cabina della categoria scelta. Scegliete questa opzione solo se siete flessibili sulla posizione della cabina e se avete un forte spirito di adattamento nel caso vi capiti la cabina più disagiata. Quando valutate il prezzo della cabina rapportandolo al vostro budget non dimenticate poi di considerare anche gli altri costi del viaggio, come le escursioni, l’eventuale volo aereo per raggiungere il porto di partenza e/o il pernottamento in hotel la notte prima della partenza.