Come accendere il barbecue

Il campeggio, la scampagnata o una cena con gli amici in una serata estiva sono spesso accompagnati da un invitante profumo di carne alla brace. Il barbecue è un classico quando si cena all’aria aperta, sia perché è divertente e permette di cucinare tutti insieme sia perché la cottura alla brace conferisce al cibo un gusto affumicato davvero ottimo e gustoso.

Per gustare al meglio i vostri piatti è necessario però seguire alcuni piccoli passaggi per accendere la carbonella in modo sicuro e avere delle braci perfette; solo così il gusto del cibo verrà esaltato al massimo e la carne e le verdure si cuoceranno in maniera uniforme. Spesso infatti un fuoco troppo alto potrebbe bruciare il cibo all’esterno in poco tempo e lasciarlo crudo all’interno o al contrario un fuoco troppo lieve potrebbe richiedere troppo tempo per cuocere il cibo.

Accendere la carbonella spesso è meno facile di quanto si pensi, soprattutto se non è un sistema di cottura che si utilizza di frequente, e per capire come accendere correttamente il barbecue vi ho preparato una piccola guida.

Prima di accenderlo

Prima di accendere il barbecue trovate il punto giusto in cui posizionarlo: cercate un luogo che sia riparato e dove non tiri troppo vento; se andate in campeggio, accendete il fuoco ad una buona distanza dalla tenda.
Per poter fare un buon barbecue è necessario innanzitutto usare della carbonella di buona qualità; potete trovarla facilmente in tutti i negozi e supermercati, ma assicuratevi che non contenga additivi infiammabili che potrebbero dare un sapore cattivo al cibo. State attenti anche alla conservazione della carbonella, perché se si bagna o prende umidità, accenderla diventerà una mission impossible! Prima di accendere il fuoco pulite il barbecue, rimuovendo dal fondo e dalla griglia eventuali residui di grasso o cenere; poi aprite la valvola dell’aria nella parte sottostante del barbecue.

Stabilite la quantità della carbonella da usare e create una piccola piramide che posizionerete al centro del barbecue; è importante non saltare questo passaggio perché la piramide favorisce il contatto tra i vari pezzi di carbone e quindi il fuoco si propaga più rapidamente.
Prima di accendere la carbonella è importante sapere quanta carne dovrete cuocere, la temperatura che deve raggiungere il barbecue e quanto tempo vi servirà per la cottura.

Accessori utili

Se si tratta del vostro primo barbecue dovrete munirvi di alcuni attrezzi utili, come:

  • una pinza per muovere e spostare la brace;
  • uno strumento per sventolare e alimentare il fuoco; potete usare un semplice giornale, una paletta o un ventaglio;
  • la griglia. Se dovete cuocere dei cibi di piccole dimensioni vi consiglio di acquistare una griglia richiudibile, così dovrete semplicemente girare la griglia ed eviterete che i pezzi cadano tra le fiamme;
  • forchettone o pinze per girare il cibo;
  • pennelli per ungere il cibo con eventuali salsine o spezie;
  • spazzola per pulire la griglia.

Come accenderlo

Il barbecue può essere acceso con semplici passaggi e con diversi strumenti, tra cui:

  • Liquido infiammabile o alcol. Una volta che avrete creato la vostra piramide con la carbonella, versateci sopra il liquido infiammabile fino a che i pezzi di carbone non saranno diventati leggermente lucidi sulla superficie. Dopo aver versato il liquido attendete qualche minuto che venga assorbito dalla carbonella poi prendete un fiammifero lungo o un accendino elettrico (per una maggiore sicurezza) e accendete il fuoco. Quando le braci diventano rosse e ricoperte dalla cenere (dovrete attendere almeno 15 minuti) allora significa che hanno raggiunto la temperatura giusta per la cottura. Distribuitele sul fondo con delle pinze o una spatola e posizionate la griglia.
  • Con le tavolette accendifuoco. I cubetti accendifuoco sono molto semplici da usare poiché basta sistemarne due o tre fra i pezzi di carbonella e accenderli con fiammifero o un accendino. Ultimamente sono uscite anche delle versioni ecologiche più adatte ai barbecue, ma la maggior parte di quelle in commercio rilasciano un odore sgradevole e alterano quindi l’odore dei cibi.
  • Con della carta di giornale e trucioli di legno. Se non volete usare il liquido infiammabile o le tavolette, potete optare per il metodo classico accendendo la carbonella con della carta di giornale mista a dei pezzetti di legno (se state facendo campeggio potete raccogliere dei rami che trovate a terra) e pigne; prendete dei fogli e stropicciateli un po’, poi posizionateli insieme alla legna sotto la carbonella. A questo punto date fuoco al giornale e alla legna; sicuramente richiede un po’ più tempo, ma è comunque la soluzione più naturale. Se volete una fiamma più intensa e duratura vi svelo un piccolo trucchetto: bagnate la carta di giornale con dell’olio d’oliva o di semi.
  • Con una ciminiera d’accensione. Si tratta di uno strumento molto utile e che vale la pena acquistare se vi capita spesso di cucinare alla brace. È un attrezzo in acciaio dalla forma cilindrica aperta sia sopra che sotto; nello scompartimento superiore vanno posizionati i pezzi di carbonella (valutate voi la quantità); prendete poi uno o due fogli di giornale e inseriteli da sotto. Con un accendino date fuoco al giornale in due o tre punti e attendete che i pezzi di carbone diventino ardenti e se serve aggiungete altra carta di giornale. La ciminiera può essere appoggiata sul barbecue. Grazie alla sua forma i pezzi di carbonella più in fondo si riscaldano per primi e poi il calore si propaga fino a quelli più in alto. Dopo una decina di minuti la carbonella dovrebbe essere calda, controllate comunque sempre l’aspetto e verificate che i pezzi siano ricoperti di cenere bianca/grigia. A questo punto potete disporre le braci sul fondo del barbecue ed iniziare a cucinare.

Tenere fuoco vivo e cuocere il cibo

Una volta che la carbonella sarà calda e le fiamme saranno spente potete distribuire le braci sul fondo creando uno strato e livellandolo in base al tipo di cibo che dovete cuocere: se ad esempio dovete cuocere dei tagli di carne sottili vi consiglio di creare uno strato uniforme,  mentre per le carni più spesse è consigliabile creare uno strato che sia più alto da una parte e più basso dall’altra, così inizierete a cuocere la carne dalla parte più alta e poi  terminare la cottura sullo strato di carbonella più basso. Prima di mettere a cuocere gli alimenti fate scaldare la griglia e poi cospargetela con dell’olio o del grasso per evitare che la carne si attacchi.
Se dovete cuocere per lungo tempo la cosa più difficile sarà sicuramente mantenere il fuoco vivo; per mantenere costante il calore aggiungete regolarmente una piccola quantità di carbonella e attendete qualche minuto affinché i pezzi si scaldino prima di mettere a cuocere del cibo.
Ciò che alimenta maggiormente il fuoco è l’aria (o meglio dire, l’ossigeno) perciò se volete alzare la temperatura o vedete che il fuoco si sta spegnendo, aprite le prese d’aria del barbecue oppure armatevi di un giornale e cimentatevi nell’arte “dello sventolamento”.

Cosa NON fare

Seguendo i passaggi giusti il barbecue è un’esperienza davvero sicura e soddisfacente che vi divertirà e delizierà sicuramente il palato di tutti gli ospiti. Ci sono però alcuni errori o azioni da evitare, tra cui:

  • non versare l’alcol o il liquido infiammabile sulla fiamma accesa perché può rivelarsi davvero pericoloso;
  • quando cadono dei pezzi di carne o di grasso tra la carbonella potrebbero alzarsi delle fiamme; in questo caso spostate leggermente il cibo che avete per evitare che la parte esterna si bruci o prenda di bruciato;
  • non chiudete tutte le prese d’aria del barbecue altrimenti le fiamme si spegneranno.

Per piatti più appetitosi

Per conferire al vostro cibo un sapore più delizioso e un buon aroma potete utilizzare vari metodi:

  • oltre alla carne, sbizzarritevi a grigliare le verdure e il formaggio per creare un mix goloso;
  • prima di cuocere la carne spennellatela con dell’olio o con una salsa di olio, aceto e limone;
  • per un sapore più deciso potete spolverare sulla carne anche delle spezie;
  • aromatizzate il fuoco: se avete dei rametti secchi di spezie (rosmarino, salvia, ecc.) metteteli a bruciare insieme alla carbonella in questo modo quando bruciano emaneranno un profumo davvero buono e insaporiranno i cibi!

Ora che sapete come accendere il barbecue e rendere più gustosi i vostri piatti, non mi resta che auguravi una buona grigliata!!