10 giorni in Laos

Sebbene sia ricco di meraviglie, il Laos non è un paese molto grande quindi 10 giorni sono sufficienti per riuscire a vedere i luoghi principali. In questo itinerario di 10 giorni in Laos attraverserete campagne abbellite da ondulate risaie e vedrete il fiume Mekong intrecciarsi dentro e fuori città e villaggi autentici che devono ancora essere modernizzati o trasformati dall’industria del turismo, a differenza di molti altri paesi del sud-est asiatico. Siti storici, musei avvincenti e una natura sbalorditiva sono altre cose che troverete in Laos. Siete pronti a partire? L’itinerario di 10 giorni in Laos inizia a Luang Prabang e procede a sud verso Vang Vieng, Vientiane e infine nell’arcipelago di Si Phan Don.

Giorni 1: arrivo a Luang Prabang

Una volta giunti a Luan Prabang sistemate le cose in hotel e uscite a visitare la città. Potete salire con una piacevole passeggiata di 30 minuti sulla vetta del Monte Phousi che sorge proprio nel cuore di Luang Prabang. Sarete ricompensati da una splendida vista sulla città, sul fiume Mekong e sulla campagna circostante. Ci sono anche un paio di templi che puoi visitare in vetta e sulla via del ritorno.

Luang Prabang è una città incantevole, anche se turistica, che presenta molti edifici in stile coloniale francese e bei sentieri lungo il fiume per immergersi nel paesaggio. Caffè, ristoranti ed enoteche si trovano ad ogni angolo servendo ottimo cibo e bevande: trascorrete la serata in uno dei vivaci locali della città o visitate il mercato notturno.

Giorno 2: Gita alle cascate Tat Kuang Si

Il giorno dopo partite di buon’ora per raggiungere una delle cascate più belle del sud-est asiatico: Tat Kuang Si. Ci sono diverse leggende su Tat Kuang Si in cui si sostiene persino che un cervo vivesse sotto la cascata e tutto ciò non ha fatto altro che alimentare la fama di questo luogo. Potete passeggiare, scattare foto e persino nuotare nella piscina naturale sotto le cascate. Alla sera rientrate a Luang Prabang per trascorrere un’altra divertente serata in città.

Giorni 3 e 4: Vang Vieng

La prossima destinazione è Vang Vieng che dista circa cinque ore a sud di Luang Prabang. La città è considerata un paradiso per i viaggiatori zaino in spalla e gli amanti della vita notturna ma è anche un luogo perfetto per i buongustai: troverete una miriade di ristoranti di cucina laotiana, thailandese e occidentale. Il punto forte di Vang Vieng sono i suoi splendidi paesaggi. Attorno alla città troverete di tutto, dalle grotte ai fiumi e giungle rigogliose per questo molti turisti si fermano spesso due o tre giornate per immergersi nella natura e rilassarsi. Ci sono tante attività divertenti in cui cimentarsi, come tour in barca lungo il fiume Mekong, giri in kayak e passeggiate in bicicletta.

Potete dedicare una giornata ad una gita alla Laguna Blu, un paradiso naturista da non perdere durante il viaggio attraverso Vang Vieng. Qui troverete gente del posto e turisti che si riuniscono per nuotare e rilassarsi al sole, grotte e sentieri dove passeggiare.

Giorni 5 e 6: Vientiane

Monumento della Vittoria Patuxai a Vientiane.
Monumento della Vittoria Patuxai a Vientiane.
Nel quinto giorno lasciate Vang Vieng e viaggiate per quattro ore a sud fino a Vientiane, la capitale del paese. Questa pittoresca città capitale è disseminata di templi, musei e monumenti ed è piacevole da esplorare a piedi. Tra le principali cose da vedere c’è il COPE Visitor Center dove potrete saperne di più sulla drammatica storia del Laos e sulle numerose bombe inesplose che punteggiano tutto il paese, un retaggio della guerra del Vietnam.

Dopo aver visitato il COPE Visitor Center, dirigetevi al Buddha Park, noto anche come Wat Xieng Khuang, una bellissima area punteggiata da santuari sparsi.

Vientiane ospita anche un vivace mercato notturno allestito lungo la riva del fiume. Ogni sera troverete di tutto, dal cibo di strada e souvenir ai prodotti per la casa e all’abbigliamento. Vale la pena trascorrere la serata a fare acquisti e assaggiare le specialità locali.

Giorni 7-10: Si Phan Don

Non c’è meglio che concludere la vacanza in Laos che rilassandosi su meravigliose isole adagiate sul Mekong. L’arcipelago Si Phan Don, che significa “quattromila isole” sarà l’ultima tappa del viaggio e si raggiunge con un volo fino a Pakse, da cui poi si prosegue in autobus per circa due ore.

Le isole principali sono Don Det e Don Khon dove potete soggiornare. Don Det si rivolge maggiormente ai giovani viaggiatori, con bar e locali per feste lungo il fiume Mekong. Se invece preferite un luogo tranquillo optate per Don Khon. Su ogni isola troverete tante cose da fare durante il giorno: noleggiate una bicicletta e pedalate tra campi di riso e foreste, fate kayak sui fiumi e trekking verso le cascate della zona. Come in altre zone del Laos non ci sono molte attrazioni ma più che altro ci si rilassa godendosi il paesaggio, facendo shopping nei mercati e assaggiando la tipica cucina locale.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).