Visto per la Birmania

A causa del suo lungo isolamento la Birmania, il cui nome oggi è Myanmar, appare a molti viaggiatori un luogo misterioso e lontano, ricco di tesori da scoprire. Vanta  paesaggi di una bellezza indescrivibile, antichi templi, distese sconfinate di sabbia bianchissima e una cultura affascinante, fatta di tradizioni antichissime.

Per fortuna negli ultimi anni il Myanmar si è aperto al turismo internazionale permettendo ai  viaggiatori di scoprire la storia, le bellezze, la cultura e la gastronomia di questa meravigliosa terra e sono sempre di più i turisti che abbinano un viaggio in Thailandia ad un soggiorno in Birmania. A differenza di altri Paesi come la Thailandia, dove il visto per gli italiani viene concesso al momento dell’arrivo, se si vuole visitare la Birmania è necessario organizzarsi in anticipo, arrivando all’ingresso del Paese già muniti di visto. Per fortuna, però, tra le novità introdotte recentemente dalla Birmania per facilitare i visitatori c’è la possibilità di richiedere il visto di ingresso direttamente on line, il cosiddetto eVisa, evitando di perdere tempo nelle varie ambasciate e consolati.

Come richiedere l’eVisa

Per ottenere il visto per il Myanmar è necessario innanzitutto che il vostro passaporto abbia almeno sei mesi di validità dal presunto giorno di ingresso nel Paese. La procedura per richiedere il visto turistico è composta da semplici passaggi:

  • collegatevi al sito ufficiale del governo del Myanmar (evisa.moip.gov.mm);
  • cliccate su “Apply Visa”;
  • selezionate il tipo di visto (turistico in questo caso);
  • compilate il modulo di richiesta, controllando attentamente i dati inseriti, in particolare nome, cognome e numero del passaporto. Dovete inserire poi i vostri contatti (e-mail e recapito telefonico) e anche i dati dell’hotel in cui alloggerete (almeno la prima notte);
  • caricate una foto a colori recente (dimensioni 4,8 cm x 3,8 cm), scattata nei 3 mesi precedenti, che poi verrà confrontata al momento dell’ingresso;
  • effettuate il pagamento di 50 dollari tramite carta di credito (Visa, Mastercard o American Express vanno benissimo), non rimborsabili anche qualora il visto venisse rifiutato.

Entro un’ora dalla richiesta dovreste ricevere una conferma del pagamento e della ricezione della vostra richiesta, che non rappresenta però la conferma del visto.

Il visto turistico (Visa Approval Letter) viene infatti inviato via e-mail entro 3 giorni lavorativi e una volta che lo avrete ricevuto, non vi resta che stamparlo (anche in bianco e nero purché sia leggibile) e portarlo con voi per mostrarlo all’ingresso del Paese insieme al passaporto.

Visto per i bambini e gruppi

Anche se i richiedenti del visto fanno parte di un gruppo o un tour, è necessario che ciascuno inoltri una richiesta individuale, inserendo i propri dati ed effettuando il pagamento.

Per quanto riguarda i minori, considerato che l’iscrizione sul passaporto dei genitori non è più valida e che quindi i bambini hanno l’obbligo di viaggiare con un proprio passaporto individuale, anche per loro è necessario richiedere un visto individuale di visto e pagare i 50 USD.

Validità del visto

Dal momento in cui ricevete la lettera di conferma del visto  avete tempo 90 giorni per entrare nel Paese, oltre i quali l’eVisa stesso scade e vi verrà negato l’ingresso. Se avete qualche imprevisto o se siete costretti a posticipare il volo non è possibile estenderne la validità, ma dovrete inoltrare una nuova richiesta.

I possessori dell’eVisa possono entrare solo passando dall’ufficio immigrazione di uno di questi 3 aeroporti: Nay Pyi Taw, Yangon, Mandalay; non è consentito accedere con l’eVisa via mare, quindi se avete in programma di fare scalo in Myanmar durante una crociera dovete optare per altre procedure di richiesta del visto.

Dal giorno in cui entrate in Myanmar, avete 28 giorni di permanenza e l’eVisa è valido per un solo ingresso perciò se pensate di uscire e rientrare dal Paese anche durante i 28 giorni del visto dovrete comunque richiedere un secondo visto.

Come ottere il visto per la Birmania a Bangkok

Dalla Thailandia è molto semplice raggiungere la Birmania, grazie ai numerosi voli economici che partono giornalmente dall’aeroporto di Bangkok. Per questo motivo sono molti i viaggiatori che scelgono di richiedere il visto direttamente all’ambasciata birmana a Bangkok, situata nel quartiere di Sathorn e facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici: la soluzione più rapida è il traghetto fino alla stazione centrale di Sathorn per poi proseguire a piedi per pochi minuti.

È necessario recarsi all’ambasciata tra le 9 e le 12, dal lunedì al venerdì, per consegnare i documenti e compilare il modulo di richiesta. Anche se la procedura è veloce e gli impiegati sono molto efficienti, è consigliato presentarsi all’ambasciata all’orario di apertura, poiché potrebbe sempre esserci un po’ di fila.

Per richiedere il visto è obbligatorio avere con sé:

  • il passaporto, che deve essere valido per almeno 6 mesi dall’ingresso in Myanmar;
  • una copia del passaporto, che potete farvi fare in hotel o nel negozio di fronte all’ambasciata;
  • denaro in contanti. L’importo del visto varia in base alla procedura che intendete seguire: è possibile ottenere il visto il giorno stesso pagando 1.260 bath, il giorno successivo pagando 1.035 bath, oppure entro due giorni ad un costo di 800 bath;
  • due fototessere formato passaporto, che potete fare nel negozio che si trova di fronte all’ambasciata, una delle quali verrà allegata al modulo di richiesta, mentre l’altra viene incollata sul visto;
  • modulo di richiesta con tutti i vostri dati, che potete portare già compilato, dopo averlo scaricato dal sito del governo, oppure compilare direttamente in loco, ritirandone una copia allo sportello 4. I dati da fornire sono gli stessi richiesti per il visto online.

Una volta che avrete tutti i documenti pronti dovrete mostrarli allo sportello 4, dove verrà controllato che sia tutto in ordine e dovrete comunicare quando volete ritirare il visto, se il giorno stesso o nei giorni seguenti. A questo punto vi verrà consegnato un foglietto con un numero e dovrete attendere il vostro turno. Quando sul display apparirà il vostro numero, recatevi al numero di sportello indicato con i documenti, consegnateli ed effettuate il pagamento. Vi verrà consegnata una ricevuta indicante l’orario in cui potrete andare a ritirare il vostro visto; tenete conto che avrete a disposizione soltanto un’ora nel pomeriggio, dalle 15:30 alle 16:30, quindi organizzatevi per tempo con i trasporti pubblici.

Sicuramente la procedura in ambasciata è più economica perché si risparmia quasi la metà rispetto alla procedura online, ma considerate anche che si perde molto tempo e fra la preparazione di tutti i documenti, la consegna degli stessi e il ritiro è facile perdere tutta la giornata, soprattutto se c’è molta fila. Se avete poco tempo per visitare Bangkok, vi consiglio quindi di optare per la procedura online, molto più comoda e conveniente in termini di tempo.