Come vestirsi in Thailandia

Quando pensiamo alla Thailandia ci immaginiamo bellissime spiaggette tropicali, tanto che siamo tentati di mettere in valigia soltanto costume da bagno, crema solare e infradito: cos’altro potrebbe servirci? Ovviamente la regola del viaggiare leggeri è sempre comoda, soprattutto se non si rimane fissi in un luogo ma ci si sposta da una località all’altra, per non parlare poi del fatto che in Thailandia tutto costa davvero pochissimo, anche l’abbigliamento, perciò avere dello spazio in valigia potrebbe essere utile se vogliamo fare un po’ di shopping! Ma quando si prepara il bagaglio per una vacanza in Thailandia è necessario fare alcune considerazioni: se è vero che il clima è tropicale quindi le temperature sono per lo più elevate per gran parte dell’anno e con un alto tasso di umidità, è vero anche che in alcuni mesi l’aria è più fresca, in particolare nelle regioni settentrionali. Spesso però la necessità di indossare abiti leggeri e l’atmosfera internazionale che si respira a Bangkok e nelle principali località turistiche ci porta a non considerare il “dress code” thailandese: il popolo thai è infatti tradizionalista e conservatore e l’apparenza conta molto.

I Thailandesi amano vestirsi in maniera semplice e apparire puliti e ordinati e quindi anche se ormai sono abituati all’abbigliamento occidentale e a vedere stranieri che girano in canotta e pantaloncini, apprezzano maggiormente chi cerca di adeguarsi alle abitudini e allo stile di vita locale. Infine, è necessario anche prendere in considerazione le varie attività che dovrete svolgere durante la vacanza: trascorrerete intere giornate in spiaggia tra immersioni e gite in barca? Oppure avete prenotato un trekking nella foresta tropicale? Avete intenzione di visitare musei e templi oppure vi dedicherete allo shopping nei grandi centri commerciali di Bangkok? E se invece avete intenzioni di fermarvi a lungo in Thailandia e magari cercare lavoro o fare un corso, come dovete vestirvi nelle occasioni più formali? Eccovi alcuni consigli.

Cosa indossare e cosa no

Vi consiglio in generale di:

  • evitare canotte e top nei luoghi pubblici, fatta eccezione per la spiaggia;
  • evitare abiti troppo pesanti, che finirebbero per non essere indossati, ma portare una maglietta o una giacchetta “d’emergenza” per le occasioni in cui vi recate in un luogo chiuso (ristorante, hotel, centro commerciale, ecc.) dove l’aria condizionata potrebbe essere troppo alta;
  • portate sempre un cappellino/foulard, occhiali da sole, crema solare e un repellente per insetti;
  • investite su scarpe versatili. Le infradito sono perfette per le giornate in spiaggia, ma un po’ meno se dovete camminare in giro per la città, dove però le scarpe da tennis potrebbero risultare troppo pesanti considerate le elevate temperature. Optate per un paio di sandali che siano comodi e sportivi, adatti a più occasioni e che tengano il piede fresco.
  • indossare scarpe che si possano togliere e rimettere facilmente, perché in varie occasioni (nei templi, nei piccoli negozietti, nei centri di massaggi, in casa, ecc.) vi potrebbe essere richiesto di toglierle. Tranne quando è richiesto, evitate di andare in giro scalzi, per strada o mentre guidate: potreste tagliarvi o prendere un’infezione.

Consigli per le donne

Le donne sono quelle che possono sbizzarrirsi di più in fatto di abbigliamento e per questo sono maggiori anche le probabilità di “cadere in errore” indossando vestiti non adeguati. Se non volete apparire troppo appariscenti e volgari agli occhi dei thailandesi, tenete a mente queste semplici regole:

  • non indossare pantaloncini troppo corti;
  • evitare il topless. I bikini in spiaggia e in piscina sono accettati nelle località turistiche, anche se vi capiterà di vedere molte ragazze thailandesi entrare in acqua praticamente vestite, ma il topless non è ammesso in nessun luogo;
  • non indossate magliette troppo scollate, perché considerato volgare;
  • se avete un incontro di lavoro, indossate un completo elegante, preferibilmente con gonna e camicia;
  • evitate abiti o magliette trasparenti;
  • mettete in valigia uno scialle, vi può essere utile in mille occasioni: per coprirvi se fa freddo alla sera, come pareo in spiaggia, per coprire le spalle quando entrate in un tempio, ecc.
  • vestitevi sempre in maniera adeguata in base all’occasione: eleganti se vi recate a cena in hotel o in un ristorante esclusivo, casual se fate shopping e in maniera semplice e sobria se visitate i templi;
  • puntate sui leggings: possono essere facilmente abbinati ad altri indumenti, creando diversi outfit, da quello più casual a quello più elegante e inoltre sono comodi da indossare tutto il giorno;
  • mettete in valigia un paio di ballerine: sono comode per camminare e al tempo stesso possono essere abbinate sia ad un abbigliamento elegante che casual. Inoltre si possono mettere e togliere facilmente.
  • portate un paio di pantaloni harem, perché oltre ad essere di un tessuto leggero, sono ampi e offrono una grande libertà di movimento, perciò sono molto adatti anche se dovete fare un viaggio lungo in aereo o in treno. Essendo lunghi fino alle caviglie sono l’ideale per visitare i templi e per i luoghi chiusi con aria condizionata.
  • non dimenticate fermagli, spille ed elastici per i capelli, perché l’umidità potrebbe arricciarli e farli apparire disordinati e sporchi.

Consigli per gli uomini

Anche se gli uomini sono facilitati e hanno meno possibilità di “sbagliare” abbigliamento anche in questo caso ci sono alcuni errori comuni tra i turisti. Qualunque località della Thailandia abbiate in programma di visitare ricordatevi di:

  • non girare a petto nudo, nemmeno se state rientrando dalla spiaggia o dalla piscina;
  • non guidare la macchina o lo scooter senza t-shirt: è illegale;
  • indossare un completo elegante se avete un incontro formale di lavoro;
  • evitare le infradito e i pantaloncini corti in hotel e ristoranti esclusivi.

In base alla stagione

La Thailandia ha per la maggior parte un clima tropicale, caratterizzato da una stagione delle piogge, che va da maggio a ottobre, e da una stagione secca, che va da novembre ad aprile, in cui l’aria è più fresca e il tasso di umidità è molto più basso, anche se comunque le temperature rimangono elevate. È importante dunque portare in valigia il necessario a seconda della stagione in cui viaggerete, ricordandovi che:

  • nella stagione delle piogge il tasso di umidità è davvero alto, perciò sono indispensabili vestiti di tessuti leggeri e traspiranti, meglio se di cotone e fibre naturali. Evitate il poliestere, altre fibre sintetiche e lasciate a casa i jeans perché terrebbero troppo caldo;
  • nella stagione umida prediligete pantaloni lunghi e maglie a maniche lunghe per proteggervi dalle zanzare;
  • per eventuali piogge e temporali, che potrebbero comunque capitare anche nei mesi di bel tempo, è meglio essere dotati di una giacca impermeabile e di un piccolo ombrello;
  • nella stagione secca alla sera potrebbe essere un po’ più freddo, quindi è bene portarsi una giacchetta o una maglietta un po’ più pesante.

In base alle regioni

Il clima varia leggermente da una regione all’altra della Thailandia, così come la “libertà” in fatto di abbigliamento.

Se ad esempio vi recate nelle isole come Phuket, qui l’atmosfera è più rilassata ed essendo una meta turistica molto famosa, con tanti visitatori provenienti da tutto il mondo, si è abituati a vedere un po’ di tutto, anche per quanto riguarda l’abbigliamento, complici anche il clima molto caldo e la vita balneare.

Nel nord della Thailandia, invece, dove si trovano le località di Chiang Mai e Chiang Rai, considerata l’altitudine media della regione, l’escursione termica tra il giorno e la notte è più elevata, in particolare nel periodo tra ottobre e marzo, perciò è consigliabile portare indumenti più pesanti se si viaggia in questo periodo.

In base alle attività

L’abbigliamento deve essere scelto anche in base al programma di attività che avete pianificato durante la vacanza.

In spiaggia

Se farete una vacanza nelle località balneari thailandesi non dimenticatevi ovviamente costume e infradito, ma ricordatevi anche di rivestirvi prima di lasciare la spiaggia! Lo stesso vale se fate una gita in barca o se vi sedete a bere un drink in un bar sulla spiaggia: agli uomini consiglio di portare una t-shirt da indossare sopra al classico costume a pantaloncino lungo, mentre alle donne suggerisco un vestitino, facile da togliere e rimettere ogni qual volta sia necessario.

Nei templi

Come in tutti i luoghi di culto è necessario rispettare alcune regole basilari, che valgono per entrambi i sessi. È indispensabile coprire le spalle e le ginocchia e sarebbe preferibile coprire anche le caviglie; potete quindi optare per un paio di pantaloni lunghi oppure, se preferite un paio di pantaloncini o una gonna, assicuratevi che copra le ginocchia. Sopra potete optare per una t-shirt oppure se indossate una canotta portate con voi uno scialle o una stola da mettere attorno alle spalle durante la visita. Evitate magliette scollate e trasparenti. Sarebbe meglio anche indossare delle scarpe chiuse, perciò optate per un paio di scarpe da ginnastica, ballerine o sandali che coprano le dita e possibilmente senza lacci, per poterle togliere e rimettere con più facilità.

Per fare trekking

Se avete prenotato un’escursione in mezzo alla foresta alla ricerca di elefanti, ricordatevi di portare con voi pantaloni lunghi e comodi, o ancora meglio dei pantaloni specifici per il trekking, per tenere alla larga gli insetti ed evitare di sporcarvi o graffiarvi in caso di contatto con la terra, le rocce o le piante. Sopra vi consiglio una maglia a maniche lunghe di un tessuto traspirante e una giacca un po’ più pesante se dovesse fare freddo. In ogni caso informatevi in anticipo sulle condizioni climatiche della zona in cui farete trekking.

In giro per Bangkok

Bangkok è una grande metropoli e quindi dovete immaginarvi di essere in una New York tropicale. Come in tutte le grandi metropoli l’abbigliamento è per lo più casual durante la giornata, ma se vi recate a cena in un ristorante o in uno skybar esclusivo, indossate qualcosa di appropriato all’occasione. Alla sera la regola generale è lasciare in albergo le infradito e i pantaloncini corti. Anche se partecipate ad un corso o ad un programma di volontariato evitate di vestirvi come se andaste in spiaggia, ma scegliete un abbigliamento più consono alla situazione; se poi avete dei dubbi, osservate come sono vestiti i thailandesi e prendete spunto da loro!