Come scegliere il fotografo di matrimonio

Sono un fotografo di matrimoni professionista. Con questo articolo vi voglio dare alcuni consigli per scegliere il fotografo giusto per il vostro matrimonio. Ci sono cose che davvero dovete sapere e che molti non sanno.
Non è un articolo per convincervi a chiamare me, vi dico già che fotografo una media di 20-25 matrimoni l’anno e quasi mai fotografo al di fuori del Trentino, salvo rarissime occasioni. Dico questo per farvi capire che è un articolo in cui vi voglio svelare davvero alcuni piccoli segreti sui fotografi di matrimonio.

Il passaparola

Chiedere in giro ad amici che si sono sposati da poco è il modo migliore per trovare qualcuno affidabile. Purtroppo sapete anche voi come funziona il mondo. 10 persone sono per bene, ma c’è sempre la mela marcia, e chissà come mai la mela marcia capita sempre nei momenti meno opportuni.
E’ importante affidarsi ad un fotografo che si dimostri una persona seria e che magari abbia già fatto il fotografo a qualcuno che conoscete o comunque che abbia un po’ di esperienza. Chiedete magari da quanto tempo fa il fotografo e quanti matrimoni ha fotografato. Potrebbe dirvi una bugia, ma se ha un sito con alcuni matrimoni fatti finora è sicuramente migliore di qualcuno che ha appena iniziato.

Vi sembrerà impossibile, ma mi capitano spesso richieste da parte di clienti che mi chiedono di sistemare le foto del loro matrimonio perché il loro fotografo ha fatto un disastro, e mi è capitato anche di fare un servizio matrimoniale “finto” perché il fotografo che avevano scelto ha fatto un macello. Praticamente gli sposi hanno rimesso l’abito 1 anno dopo e siamo andati a fare delle foto come si deve, perché quelle che avevano erano vomitevoli. Oltre il danno poi, la beffa, perché il loro “fotografo” ha preteso il pagamento del servizio: oltre 1800 Euro! Vi giuro che è una storia vera, anche se sembra uscita dal peggiore degli incubi.

Budget

Ho anche scritto un articolo su quanto costa un fotografo di matrimonio, che vi invito a leggere. Penso che il ricordo indelebile del giorno più bello della vostra vita valga molto più di 500 Euro. Non lo dico per convincervi che un professionista sia per forza la scelta migliore, ma so che ci sono matrimoni in cui per l’auto a noleggio si spendono 2000 Euro, ma per risparmiare, le foto le fa gratis un amico.
Cercate di avere il giusto bilanciamento su tutte le spese del matrimonio. E’ inutile spendere 20.000 Euro di fuochi d’artificio se il ristorante è una trattoria di provincia in cui avete invitato solo 15 persone per risparmiare, così come è inutile spendere migliaia di Euro per il ristorante migliore della vostra regione se poi per le foto dovete chiamare il fotografo più scarso d’Italia. Cercate un buon compromesso.

Professionista, Amici o Abusivi?

Fino a qualche anno fa i fotografi professionisti avevano dei prezzi decisamente elevati. Perché fotografavano a pellicola, forse perchè se ne approfittavano, perché c’era poca concorrenza. Al giorno d’oggi, con internet, si possono trovare davvero offerte fantastiche e i prezzi non sono poi così elevati. E’ pur vero che 800 Euro non sono bruscolini, ma il lavoro che c’è per sistemare le foto di un matrimonio richiede davvero molte giornate di lavoro.
Se vi rivolgete agli amici per avere il servizio fotografico gratis, chiedete a più di una persona. Fotografare i momenti più importanti della giornata non è così semplice, oltre al fatto che all’ultimo minuto anche il più affidabile degli amici potrebbe darvi buca, anche semplicemente perché magari non se la sente di avere questa responsabilità.
Ci sono poi fotografi “abusivi”, cioè persone senza partita IVA, che magari fanno questo per arrotondare.
Devo ammettere comunque che spesso ci sono amici degli sposi o “abusivi” che fanno foto molto migliori dei professionisti. Il fatto di avere uno studio non implica che la persona sia in grado per forza di creare foto di qualità.

Quando prenotare

I fotografi migliori e con il miglior rapporto qualità prezzo, sono i primi ad essere prenotati.
Per darvi un’idea, in genere i miei servizi vengono prenotati in media con 8-9 mesi d’anticipo. Però se siete agli sgoccioli non disperatevi. A me, anche in alta stagione, mi capita di avere dei misteriosi “buchi” in agenda, e quindi essere disponibile. Quindi se manca poco al vostro matrimonio iniziate comunque a contattare tutti i fotografi della vostra zona, e non solo. Potrebbe anche succedere di trovare qualche proposta dell’ultimo minuto.

Lo stile

Io preferisco uno stile spontaneo e moderno, con foto principalmente di reportage e qualche scatto in posa ma cercando di creare qualcosa di nuovo, lasciando le foto “classiche” ad altri fotografi. E’ questo lo stile che più mi rappresenta ma non tutti sono d’accordo, è semplicemente questione di gusti.
Prima di scegliere il fotografo del vostro matrimonio cercate un po’ su internet, anche guardando siti di fotografi stranieri, così per avere un’idea di quello che è la fotografia di matrimonio al giorno d’oggi.
Alcuni studi fotografici propongono, più o meno, le stesse foto che proponevano 40 anni fa. Potrebbero piacervi, ma potrebbe interessarvi anche qualcosa di diverso. Cercate il fotografo che più rispecchia lo stile giusto per voi.

Il tesserino per fotografi

Molte curie arcivescovili d’Italia organizzano corsi per fotografi professionisti di matrimonio, che poi vengono “abilitati” e viene rilasciato un tesserino. Non è obbligatorio e chiunque può fare foto in chiesa ad un matrimonio, ma credo sia un’ottima cosa scegliere un fotografo che abbia un minimo d’esperienza e soprattutto di rispetto per il luogo sacro e per la cerimonia.

Portfolio

Circa l’1% dei siti di “fotografi” italiani hanno online foto che non sono state scattate da loro e nemmeno da loro collaboratori.
Lo so che sembra una sparata immensa, ma è davvero così, ed è una truffa a tutti gli effetti (ingiusto profitto, con altrui danno).

Se nutrite un piccolo dubbio sul fotografo, andate su Google Immagini e premete dove indicato dalla freccia rossa.

Potete inserire l’indirizzo internet dell’immagine (freccia rossa qua sotto), oppure salvarla sul computer e poi caricarla premendo sulla freccia blu.

Vi verranno mostrati così tutti i siti che stanno utilizzando quell’immagine. Attenzione, se una foto la stanno utilizzando su altri siti potrebbe essere di quel fotografo davvero, che essendo molto conosciuto ha fatto varie pubblicazioni su internet. Se però la stessa foto è su siti di altri fotografi, questo dovrebbe farvi dubitare immediatamente.
Con questo metodo ho trovato molti fotografi che utilizzano foto di altri nel loro portfolio online.
La coppia di sposi sfortunati di cui ho parlato sopra, a cui ho dovuto rifare le foto, mi ha detto che la loro fotografa aveva mostrato un fotolibro stupendo, che niente aveva a che fare con le foto poi consegnate.
Sappiate che il metodo di controllare le foto con Google Immagini funziona anche se caricate una foto fatta ad una foto, anche col cellulare. Quindi se vedete un fotolibro bello, potete fare una foto alla foto che più vi sembra “sospetta” e caricarla su Google Immagini per vedere se magari è stata presa da internet.

Quante foto

La quantità di foto consegnate non è fondamentale, nel senso che tra un fotografo che consegna 300 foto o uno che consegna 600 foto non c’è una grande differenza.
Sappiate però che esistono fotografi che per un servizio da 2500 Euro consegnano solamente 13 fotografie stampate in formato 20×30 (ve lo giuro!!).
Io da contratto, con 800 Euro consegno in genere almeno 400 foto in alta qualità, il che significa che di solito le foto sono 500-600.
E’ un numero che comprende le varie fasi della giornata, gli invitati, i dettagli ecc. Meno di 100 foto, secondo me sono decisamente poche.

I provini

Molti fotografi preparano le foto fatte al matrimonio in formato piccolo, quasi minuscolo, e poi fanno scegliere le migliori agli sposi e successivamente vanno a sistemare olo le foto scelte.
Fatevi spiegare bene dal fotografo qual’è la sua procedura. Per quanto mi riguarda, io consegno tutti gli scatti accettabili, già sistemati. Tolgo solo le foto con occhi chiusi, qualcuno che mi passa davanti ecc. In questo modo gli sposi non devono scegliere niente ed hanno in mano tutto il pacchetto delle foto fatte, già sistemate. Secondo me è la soluzione più corretta, ma non tutti i fotografi la pensano così.

Contratto

Avere un pezzo di carta firmato dal fotografo è fondamentale. Non importa quello che vi siete detti a voce ma quello che c’è scritto. Ogni fotografo professionista che si rispetti dovrebbe lasciarvi un foglio firmato con le cose scritte.
Trattandosi spesso di questioni tecniche, come la grammatura delle pagine del fotolibro, la qualità delle foto consegnate ecc. è facile avere fraintendimenti.
Diffidate assolutamente da chi non vi lascia niente di scritto, anche se si tratta della persona più simpatica e disponibile del mondo.

Simpatia e cortesia

Se possibile incontrate il fotografo prima di prenotare il suo servizio. E’ la persona che starà con voi nel giorno più bello della vostra vita, non avere una sintonia potrebbe essere causa di forte stress.

Foto in alta qualità

Avere le foto in alta qualità, ovviamente sistemate, è molto importante. Questo vi consente di utilizzare le foto come meglio credete. Molti fotografi non consegnano le foto in alta qualità e questo significa che voi, per sempre, dovrete rivolgervi al fotografo per fare qualsiasi stampa. Spesso i fotografi con questo sistema si fanno pagare molto care le stampe, per esempio per una stampa 13×19 vi potrebbero chiedere 6Euro e 22Euro per una stampa in formato 20×30. Avendo le foto in alta qualità invece potreste pagare 20 centesimi per le stampe 13×19 e 70 centesimi per le foto 20×30.
Se il fotografo vi dice che le foto in alta qualità sono comprese nel prezzo, fatevi specificare le dimensioni in cui ve le consegnerà e fate specificare se la cessione è gratuita oppure no. Io consegno le foto in alta qualità gratuitamente, comprese nel prezzo, ma di solito da altri il costo può essere anche di qualche centinaio di Euro quindi fate attenzione.

Fotolibro o album tradizionale

Mi capita spesso di parlare al telefono con coppie che mi dicono di preferire l’album tradizionale, con le foto incollate, rispetto al fotolibro. In genere questo timore rispetto al fotolibro è perché in giro si vedono fotolibri davvero “fatti male“. Poi quando vedono i miei fotolibri cambiano idea.
Il fotolibro infatti secondo me dev’essere elegante e moderno al punto giusto. L’errore che spesso si fa, è fare il fotolibro aggiungendo effetti che oggi possono sembrare bellissimi ma che tra 10 anni saranno pacchiani. Avete presente certe costruzioni degli anni ’70 o il design sempre di quegli anni? A quell’epoca sembrava tutto fantastico, futuristico e innovativo, ma ora riguardando certi edifici sembrano dei mostri senza senso, così come alcuni fotolibri di oggi col passare del tempo si trasformeranno in piccoli mostri degli anni ’10. Il fotolibro quindi non deve contenere troppe esagerazioni.

Colori e Bianco e nero

Le foto in bianco e nero e “seppia” hanno un vero fascino. Certo, trasformare il colore in bianco e nero è semplice con qualsiasi software di fotoritocco, ma il difficile è dare al bianco e nero il giusto grado di contrasto per rendere la foto emozionante. Chiedete al fotografo se vi consegnerà anche foto in bianco e nero oppure no.

Quanto rimane

Ci sono fotografi che fanno il taglio anticipato della torta e poi se ne vanno, fotografi che rimangono fino alla fine del ricevimento e fotografi che rimangono fino al taglio della torta ufficiale. A mio avviso non è necessario che un fotografo rimanga ore ed ore a “non fare niente” al ristorante. Se è previsto un evento serale particolare (come ad esempio il lancio delle lanterne) è comunque bene prevedere la presenza del fotografo.

Il video

Chi si occupa delle foto non può fare allo stesso momento anche il video, perché non è una cosa compatibile. Ci sono però fotografi che propongono pacchetti “tutto compreso” in cui c’è anche il video.
Il mio consiglio, come per le foto, è quello di farsi mostrare i video fatti, e soprattutto poi vedere su internet anche cosa fanno operatori video in particolare stranieri, così per avere una visione globale.
Il video di matrimonio è stato per decenni una tortura per genitori, parenti ed amici, che erano costretti a sedersi e vedersi un noiosissimo “filmino” con poche emozioni. Date un’occhiata ai video di Origami Videography ad esempio, sono tutt’altro che noiosi. Sono così perché sono fatti da un operatore video, che è una figura professionale totalmente diversa dal fotografo. Quindi prima di accettare un pacchetto “tutto compreso” pensateci bene: forse non vale la pena spendere 500-600 Euro per un video noioso quando con 300Euro in più potete avere un video originale ed emozionante.

Foto sistemate o no?

Dovrebbe essere ovvio che le foto che vi vengono consegnate in alta qualità su CD siano tutte sistemate precedentemente al computer, perlomeno per quanto riguarda taglio, luci e contrasto. Sappiate però che ci sono fotografi low-cost che vengono, fanno le foto e vi lasciano una chiavetta USB con le foto fatte quel giorno, così come sono.
Il lavoro più lungo per un fotografo è sistemare tutte le foto del matrimonio, per questo il costo lievita molto. Avere le foto della giornata non sistemate è praticamente inutile perché vi costringerà a sprecare molto tempo per sistemarle, con risultati ovviamente non come quelli che ha un professionista. Quindi dubitate da chi non fa nessuna correzione delle foto. La post-produzione, cioè “sistemare le foto al computer” è esattamente quello che si faceva ai tempi della pellicola in camera oscura, ne più ne meno, se un fotografo vi dice che “il bravo fotografo deve saper fare la foto senza sistemarla al computer” ditegli da parte mia che è un ignorante e non merita di fotografare ne il vostro matrimonio ne nessun altra cosa al mondo.

Quali foto

Ci sono foto che “vanno fatte“. Scambio delle fedi, entrata degli sposi, firme, eventuale comunione, foto in posa con almeno i parenti più stretti ecc.
Chiedete sempre al fotografo se prevede questo tipo di foto, in particolare le foto con i parenti più stretti. Per i genitori e i nonni è molto importante avere una foto con gli sposi, è quindi importante trovare un fotografo che vi dia la massima disponibilità nell’effettuare questo genere di fotografie.

Quando è prevista la consegna

Io di solito consegno le foto tra i 45 e i 60 giorni dopo il matrimonio, mentre poi ci vogliono altri 40 giorni circa per il fotolibro.
Ho sentito che ci sono fotografi che consegnano le immagini anche 1 anno dopo il matrimonio, il che mi sembra davvero esagerato. Fate mettere sul contratto il tempo limite per la consegna. Qualche ritardo può esserci, ma non troppo esagerato.

Altre cose?

Se volete chiedermi qualche consiglio per scegliere il vostro fotografo di matrimonio, scrivetemi a mtogni@gmail.com