Tesina sul Giappone

Il Giappone è uno stato affascinante, ci sono stato cinque volte ed ho scritto questa pagina per aiutare tutti gli studenti a realizzare un ottima tesina sul Giappone che potete utilizzare sia come ricerca da portare durante l’anno scolastico sia soprattutto come tesina per gli esami.

Ci sono moltissimi argomenti davvero interessanti relativi al Paese del Sol Levante, quello che vi consiglio però è di non “gasarvi” troppo nel presentarli, perché il vostro docente potrebbe pensare a tutto ciò come una specie di gioco o di ricerca poco seria e penalizzarvi. Vi faccio subito un esempio concreto: presentando il fatto che in Giappone si leggono molto manga se dite “in Giappone si leggono molti manga, che sono molto meglio dei classici libri perché sono più divertenti” siete sicuramente penalizzati mentre potreste venire premiati dicendo una frase come “in Giappone nonostante l’ampia diffusione di videogiochi, TV e vita frenetica ha una popolazione che legge molti libri. Oltre ai classici libri in Giappone vengono letti anche molti manga che non sono solamente dei fumetti con supereoi e poco più come accade in Italia ma contengono delle storie che contribuiscono alla formazione della personalità dei lettori oltre che incrementandone la cultura e toccando in modo approfondito argomenti come la famiglia, la sessualità, il lavoro e molto altro”

Idee ed argomenti per la tesina

Il Giappone presenta una grande varietà di argomenti che possono essere collegati per creare un ottima ed originale tesina di maturità o di terza media.

Per scrivere una tesina bisogna partire da una lista abbastanza grande di argomenti singoli e brevi, e poi ragionandoci bisogna trovare le connessioni. Qua trovate gli argomenti, sotto trovate le connessioni e le tesine che vi propongo.

  • Hokusai – arte: si tratta del più celebre pittore giapponese, autore della serie di Ukiyo-e le famosissime 36 vedute del Monte Fuji.
  • Nakagin Capsule Towerstoria dell’architettura/arte: è un edificio con appartamenti a capsule costruito a Tokyo all’inizio degli anni ’70, si pensava sarebbe stata la costruzione del futuro dato il continuo aumento di popolazione. NON si tratta dei capsule hotel.
  • Terremoti – geografia: uno degli stati con il più alto rischio sismico del mondo. Tokyo attende il grande terremoto che ci sarà entro 30 anni.
  • Edifici antisismici – tecnologia delle costruzioni/storia dell’architettura/altro: costruzioni antisismiche per prevenire i danni dei terremoti.
  • Seconda guerra mondiale – storia: l’entrata in guerra, lo sgancio delle bombe atomiche e Pearl Harbor.
  • Bomba atomica – fisica/scienze/ecc.: tutto ciò che riguarda la fissione nucleare e l’energia prodotta. Collegato con lo sgancio su Hiroshima e Nagasaki.
  • Architettura a Tokyotecnologia/costruzioni ecc.: inserire immagini di alcuni edifici storici e collegarli alla biografia di qualche architetto.
  • Akihabara e rental box: presentati anche alla biennale di architettura di Venezia, i rental box consentono ai privati di mettere in vendita le proprie collezioni. Un esempio concreto di negozi del futuro.
  • Hikikomoripsicologia e simili: cosa spige gli Hikikomori a vivere rinchiusi in casa.
  • Poesia haiku- letteratura: brevi componimenti che seguono regole precise.
  • Storia del Giapponestoria: dall’era più antica ai giorni nostri.
  • I manga – letteratura/arte: spiegarne l’importanza, le differenze con l’Italia, il contenuto educativo e l’ampia diffusione che però non sostituisce la letteratura classica in Giappone.
  • Cartoni animati giapponesi, animearte: tutto ciò che riguarda i cartoni animati, la loro importazione in Italia.
  • Musica J-Pop e sigle cartoni animati - musica: forse un argomento frivolo ma molto interessante.
  • Schopenhauer e il buddismofilosofia: i riferimenti al buddismo nelle opere di Schopenhauer.
  • Le olimpiadi di Tokyo 1964architettura: come hanno stravolto la città, che fine hanno fatto le costruzioni fatte (Parco Olimpico ecc.).
  • Banana Yoshimotoletteratura: i libri della famosa scrittrice contemporanea.
  • Yakuzavarie: la mafia giapponese può essere un’ottima introduzione per parlare dei beni sequestrati alla mafia in Italia o quali sono le attività della mafia in Italia.

Mappe concettuali e percorsi: esempi di tesine sul Giappone

Tutte le connessioni sono valide per ogni tipo di scuola, ma cercate di fare una tesina che punti su aspetti relativi al vostro percorso di studio. Se fate il liceo scientifico non parlate eccessivamente dell’architettura che per esempio potrebbe invece essere il punto centrale in una tesina per geometri.

  • Tesina per il liceo (scientifico e classico): potete collegare un autore giapponese o gli haiku alla filosofia di Shopenhauer e al buddismo, parlare della seconda guerra mondiale e della bomba atomica.
  • Tesina per geometri: la distruzione della seconda guerra mondiale, il continuo abbattere e ricostruire edifici in Giappone, collegato alla prevenzione degli eventi tellurici e al metodo di costruzione delle abitazioni, oltre all’analisi della biografia di un architetto giapponese e di un autore di letteratura.
  • Tesina per ragioneria: iniziate con la seconda guerra mondiale e la bomba atomica, collegate un autore giapponese e la mafia giapponese (Yakuza) e quindi dei beni sequestrati alla mafia in Italia (materia: diritto), per economia aziendale parlate sempre di mafia.
  • Tesina per liceo linguistico: è molto simile alla tesina per i licei scientifico e classico, aggiungete però ampi riferimenti all’alfabeto giapponese, alla storia della scrittura giapponese e quali sono le principali differenze con la scrittura che utilizziamo in Italia.
  • Tesina per istituto d’arte e liceo artistico: Il grande artista Hokusai e i manga moderni collegati alle poesie haiku e alla seconda guerra mondiale.

Geografia del Giappone

Il Giappone è un arcipelago composto da 3000 isole e si estende da Nord a Sud tra il 24° e il 45° parallelo dell’emisfero boreale (Nord).
Le isole principali sono Hokkaido a Nord, Honshu che è l’isola principale e centrale, Kyushu e Shikoku a Sud.
Ha una superficie di 377872 chilometri quadrati.

Clima

Il Giappone ha un clima abbastanza simile a quello dell’Italia con un inverno freddo a Nord (l’isola di Hokkaido è molto vicina alla Siberia) con abbondanti nevicate e mite al Sud. Nei mesi estivi da maggio a fine luglio ci sono abbondanti pioggie e soprattutto in agosto e settembre vari tifoni si abbattono sul Giappone con venti e pioggia torrenziale.
L’estate è molto umida e anche se la temperatura talvolta non raggiunge le stesse elevate temperature che si registrano in Italia è molto difficile anche semplicemente camminare per strada a causa dell’afa.

Aspetto fisico

L’arcipelago giapponese è in buona parte (oltre il 70%) formato da catene montuose di origine vulcanica.
Ci sono oltre 150 vulcani di cui circa cinquanta ancora attivi. Il vulcano più famoso nonché il monte più alto è il Fuji che con i suoi 3775 metri domina la zona centrale del Giappone ed è visibile da Tokyo e da molte altre città vicine, per questo motivo è il simbolo della nazione oltre che ad essere dipinto più volte dal celebre pittore Hokusai. Il secondo monte più alto è il Kita-Dake (3192m)
I fiumi principali sono il Shinano-gawa lungo 367km, il Tome-gawa di 322km e l’Ishikari-gawa di 268km.
Le principali città
In Giappone non esistono solo le grandi città ma ci sono anche enormi zone con una bassa densità di popoolazione. Secondo Wikipedia il Giappone è il secondo stato al mondo, dopo la Finlandia, per percentuale di zone boschive. Molte persone vivono nei grandi centri urbani, che vi elenco qua sotto.

Tokyo

Tokyo è la capitale del Giappone ed ha una popolazione di 12 milioni di abitanti.
Secondo alcuni se si considera la “Grande Tokyo” e cioè tutta l’area urbana che si estende anche al di fuori della città si arriva ad una popolazione di circa 35milioni di abitanti, tuttavia se si utilizza quest’ultimo dato è errato parlare esclusivamente di “Tokyo”. Infatti quando si parla di “Grande Tokyo” si intende un area che comprende anche la zona di Yokohama, Saitama e Kawasaki e Chiba che in realtà sono quattro prefetture a se stanti che non hanno niente a che spartire con la prefettura di Tokyo. Per questo motivo chi dice che “Tokyo ha 35 milioni di abitanti” commette un errore grossolano.

Yokohama

La seconda città più popolosa del Giappone, conta 3.600.000 persone.

Osaka

La terza città più popolosa del Giappone e il secondo centro commerciale.

Kyoto

Fu capitale dall’ottavo al diciannovesimo secolo ed è una città molto interessante perché non è stata colpita dai bombardamenti nella seconda guerra mondiale e vi sono conservati molti resti storici del Giappone antico.

Flora e Fauna

L’estensione della Nazione da Nord a Sud e il clima mite e talvolta tropicale costituiscono i fattori principali che consentono la presenza di quasi 5000 specie di piante e moltissimi animali.

Popolazione

Fisicamente i giapponesi hanno tutti i capelli scuri e gli occhi scuri. Nonostante in passato l’altezza media fosse decisamente minore di quella degli occidentali, negli ultimi decenni c’è stato un innalzamento dell’altezza media, probabilmente a causa dei cambiamenti nella dieta dei giapponesi soprattutto nei giovani.
L’estensione del Giappone è di poco più di quella dell’Italia ma il numero di abitanti è oltre il doppio, con una densità media di 377 abitanti per chilometro quadrato contro i 199 abitanti per chilometro quadrato che ci sono in Italia.
Nelle grandi aree urbane come Tokyo la densità sale a 5800 abitanti per chilometro quadrato che salgono a 17500 abitanti per chilometro quadrato nel quartiere di Shinjuku; per avere una comparazione diretta basta pesare che Roma ha una densità di 2125 abitanti per chilometro quadrato.

Politica

Il Giappone fu fondato nel 660 a.C. ed è una monarchia parlamentare tuttavia la figura dell’imperatore ha una funzione rappresentativa che è abbastanza simile a quella del presidente della Repubblica Italiana.
Le leggi vengono promulgate dal Parlamento Bicamerale al cui interno vi si trova la Camera dei Consiglieri e la Camera dei rappresentanti. I membri sono eletti con un suffragio universale.
Il potere esecutivo invece è nelle mani del primo ministro e del governo.

Lingua ed alfabeto

La lingua nazionale ufficiale deriva dal giapponese parlato a Tokyo e la scrittura e molte parole derivano dal cinese.
Oltre ai circa 6000 simboli kanji che rappresentano concetti, parole, situazioni e quant’altro, esistono anche due alfabeti sillabici chiamati kana: i katakana vengono utilizzati in genere per trascrivere le parole straniere, mentre gli hiragana sono utilizzati per scrivere le parole in giapponese. L’hiragana è una scrittura adatta sia ai bambini che stanno apprendendo le basi della lingua sia per indicare cose che devono essere comprese da tutti ed immediatamente (ad esempio cartelli di divieto, segnali di attenzione ecc.).
Bisogna sottolineare che i kanji sono fondamentali nella scrittura in quanto molte parole hanno la stessa pronuncia nonostante abbiano un significato diverso. Per questo motivo se venissero scritte in Hiragana ci sarebbero incomprensioni.

Se vuoi puoi scrivermi a marco@marcotogni.it