Terremoti in Giappone

Come ormai tutti in Italia sanno, il Giappone così come la California, è ad elevato rischio sismico. Spesso si leggono imprecisioni del tipo “in Giappone un terremoto al giorno” o “a Tokyo tre terremoti al giorno” o simili. Un terremoto è una vibrazione della crosta terrestre, se si osservassero i sismografi i terremoti di per sé si conterebbero a decine al giorno, non solo in Giappone ma anche in Italia, ma solo pochi terremoti hanno un intensità tale da essere percepiti dalle persone.

Quindi fare una stima su quanti terremoti avvengono in un giorno è alquanto azzardato e sciocco.

Durante la vostra vacanza in Giappone difficilmente sarete disturbati da un terremoto, quindi non preoccupatevi più di tanto.

La mia esperienza

La prima volta che ho sentito un terremoto in Giappone mi trovavo in un internet cafe a Shibuya al dodicesimo piano di un palazzo vecchissimo (tant’è che poco tempo dopo l’hanno abbattuto) ed immediatamente sono uscito dalla mia stanzina dove stavo navigando per cercare l’uscita di emergenza. Con mia grande sorpresa la vita delle persone continuava come se niente fosse: alla cassa i due addetti stavano accogliendo un nuovo cliente nell’indifferenza totale verso il terremoto. Quando ho chiesto se effettivamente si trattava di un terremoto mi hanno detto di sì ma che non c’era da preoccuparsi.
E’ normale infatti sentire scosse lievi ai piani alti degli edifici, soprattutto se sono vecchi.
Ho sentito poi alti terremoti in Giappone, sia di giorno che di notte, ma tutti di bassa intensità. Durante il periodo natalizio nel 2009 ci fu un terremoto a largo delle coste giapponesi e si pensò che uno tsunami avrebbe potuto raggiungere il Giappone, per questo su tutte le TV venne dato l’allarme e per tutto il giorno la cartina del Giappone con le zone più a rischio era sovra impressa su tutti i canali. La precisione e la perfezione dei giapponesi fu tale per cui non ci furono particolari problemi se non qualche piccola inondazione ma che non causò perdite di vite.

Costruzioni antisismiche

I giapponesi sono all’avanguardia per quanto riguarda le costruzioni antisismiche, ogni anno vengono proposte nuove soluzioni e tutti gli edifici nuovi devono seguire rigorosi standard di costruzione.
I grattacieli più vecchi, per via di una legge emanata dopo il terremoto di Kobe del 1995, hanno dovuto adeguarsi inserendo barre d’acciaio, qualcuno forse penserebbe “rovinando” i locali interni ma io credo che invece abbiano dato un tocco di modernità in più, come ad esempio nel ristorante Wolfgang Puck di Shinjuku, proprio di fronte a Studio Alta all’interno dell’edificio Lumine.

Prevenzioni contro i terremoti in Giappone

E’ interessante osservare che negli hotel in ogni stanza c’è una torcia di emergenza, di solito in basso vicino al letto, per far sì che in caso di emergenza anche al buio si possa trovare la via d’uscita.
I giapponesi fanno molte esercitazioni contro i terremoti e sanno quindi mantenere la calma in queste situazioni, come si vede dai tanti video presenti su internet girati durante terremoti.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!