Takoyaki

La parola tako in giapponese significa polipo e yaki significa cotto alla piastra. I takoyaki non sono altro che delle polpettine il cui ingrediente principale è il polipo.

Dove mangiarli

Sono un piatto molto diffuso soprattutto nelle vie di Dotonbori, il quartiere notturno di Osaka, dove vengono venduti su bancarelle che producono di continuo queste polpette che vengono sempre servite calde ed appena pronte.
Sono un piatto che si può consumare anche come spuntino, in genere sono economici ed un porzione da 8 pezzi costa più o meno 500Yen o meno.

Come prepararli

Vengono preparate con una semplice pastella a base di farina, acqua e uova all’interno della quale vengono mescolati diversi ingredienti che possono variare da venditore a venditore ma l’ingrediente che non manca mai è ovviamente il polipo.

Sui takoyaki viene messa la salsa che si usa anche per gli okonomiyaki (ad esempio la salsa Bull Dog, il nome commerciale di una delle salse più famose), della maionese e il katsuobushi cioè delle scaglie di pesce secco che con il calore sembrano muoversi.
Per cucinare i takoyaki avete bisogno dell’apposita padella, generalmente in ghisa che ha al suo interno molte cavità della forma di queste gustose polpettine. La pentola per takoyaki difficilmente si trova in Italia ma la potete trovare in Giappone per esempio nei grandi magazzini Loft e Tokyu Hands ma dato che è in ghisa e pesa qualche chilo non sarà proprio economico spedirla in Italia.

Video

Una bancarella di takoyaki ad Osaka.

Takoyaki appena pronti!

La preparazione delle polpette (notate la padella!)

Vari ingredienti per la preparazione dei Takoyaki.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!