Snake River Plain

Il fiume Snake nasce nelle Rocky Mountains e si fa strada attraverso i bellissimi paesaggi dello Yellowstone e del Grand Teton National Park, che si estendono principalmente nello Stato del Wyoming e dell’Idaho. La sua lunghezza complessiva di 1.670 km lo rende uno dei fiumi più lunghi del Nord America. Il nome, attribuitogli dagli indiani, lo si deve alla sua forma serpeggiante. Nella bella stagione lungo il suo corso si possono osservare gli animali che si abbeverano e i turisti che esplorano i bellissimi parchi nazionali a bordo di barche e kayak.

Ma la particolarità di questo fiume non si trova sopra la superficie, bensì sotto: il Parco Nazionale dello Yellowstone si estende infatti sopra un supervulcano al quale i geologi attribuiscono la formazione dello Snake River Plain, ossia un altopiano basaltico su cui scorre il fiume Snake nella parte meridionale dello Stato dell’Idaho.

Come si è formato lo Snake River Plain

Il vulcano di Yellowstone viene definito super vulcano proprio per la potenza che potrebbe avere un’eruzione. Alcune ricerche effettuate di recente hanno permesso di confermare che in realtà delle eruzioni violente sono già avvenute in passato, e le tre con conseguenze più catastrofiche avvennero esattamente 2,1 milioni, 1,2 milioni e 640 mila anni fa. Queste ricoprirono di cenere gran parte del Nord America e diedero vita a tre caldere: quella di Island Park, di Yellowstone e di Henry’s Fork, considerata la più grande al mondo.

Ma oltre a questi tre grandi eventi, i geologi sostengono che il fenomeno dell’eruzione si sia ripetuto in maniera meno violenta in altre occasioni. L’eruzione di lava basaltica che avrebbe dato vita all’altopiano orientale dello Snake River sarebbe avvenuta circa 8 milioni di anni fa, creando una caldera che si trova proprio sotto il bacino del fiume.

Cosa vedere allo Snake River Plain

Ad incorniciare lo Snake River Plane, dominato dalle Rocky Moutains, c’è il parco dello Yellowstone, il più antico parco al mondo e uno dei più belli. Il suo maestoso scenario racchiude 10.000 fonti di acqua termale, numerose sorgenti d’acqua calda e quasi 400 geyser. Fare un tour in questo parco è un’esperienza imperdibile ed è possibile usufruire di un biglietto combinato che include anche l’accesso al parco Grand Teton. Se il fiume Snake River nel parco Grand Teton serpeggia immerso nel verde delle praterie, nello Snake River Plain il paesaggio è molto diverso: il fiume scorre tra elevate pareti di lava di un lunghissimo canyon che termina nel famoso Hells Canyon, un luogo mozzafiato: si tratta di una gola profondissima, dove le pareti sfiorano un’altezza di 2.500 metri, superiore persino a quella del Grand Canyon. Sono molte le attività che si possono praticare in questa zona: oltre ai vari percorsi di trekking, ci sono escursioni in kayak lungo il fiume e, per gli esperti, l’arrampicata lungo le pareti del canyon.

Ma sull’altopiano del fiume Snake c’è anche un’altra meraviglia, che attira tantissimi turisti: si tratta del Craters of the Moon National Monument and Preserve, un’area che si è formata con le numerosi eruzione vulcaniche le quali hanno dato vita ad un tipico paesaggio lunare, fatto di crateri e dune. Pensate che quest’area fu utilizzata anche per l’addestramento degli astronauti dell’Apollo 14 prima della loro spedizione sulla luna.


Mappa:

Nome: Snake River Plain


Nelle vicinanze:

By: USFWS Mountain-PrairieA 707349 metri
By: Irish American MomA 2514281 metri