Risparmiare sul matrimonio

Indipendentemente da come lo si scelga di fare, il matrimonio resta un evento costoso, probabilmente uno degli eventi più costosi che si affronta nel corso della vita, dopo l’acquisto della casa. Al giorno d’oggi sposarsi costa dai 15000 Euro a salire, tanto che spesso le persone si indebitano pur di non rinunciare ad un evento coi fiocchi, spesso nell’ottica di compiacere amici e parenti.

Esistono tuttavia alcuni modi per ridurre sensibilmente il budget, pur senza rinunciare agli aspetti più piacevoli come fiori, foto, abiti, vestiti e ricevimento. Il primo passo è quello di prendere carta e penna e concentrarsi sugli aspetti più importanti, stabilendo cosa sia indispensabile e cosa possa essere eliminato o ridotto. Altro aspetto importante: fate ricerca in rete, una fonte assai preziosa di informazioni e suggerimenti (forum dedicati, siti di aste dove acquistare materiale a buon prezzo ecc.).

La scelta della data

Anche per i matrimoni esistono stagioni alte e basse. Sposarsi in una tiepida domenica di primavera o il giorno di San Valentino potrebbe costare molto di più rispetto a farlo in mesi come novembre, gennaio o febbraio, che permetterebbe invece di risparmiare globalmente anche un buon 30%. Il periodo è dunque molto importante: i mesi che vanno da aprile ad ottobre sono quelli con la maggiore concentrazione di matrimoni, conseguentemente le location sono più difficili da trovare e costano molto di più.

Scegliete di sposarvi in inverno: ci sono moltissime offerte di location a prezzi molto vantaggiosi.

I preparativi

La tendenza più diffusa è quella di iniziare a progettare e pianificare l’evento con molti mesi d’anticipo. Organizzare un matrimonio in tempi più brevi, o addirittura “all’ultimo minuto“, costringe a semplificare e tagliare alcuni elementi di cui si potrebbe fare a meno.

Il luogo

Scegliere di effettuare il ricevimento in un luogo meno convenzionale rispetto alle classiche sale e ristoranti aiuta sicuramente a tagliare i costi. Basta fare un po’ di ricerca per scoprire tanti posti alternativi e meno costosi: giardini, zoo, spiagge ecc. Ed ecco che il vostro matrimonio diventerà un momento unico e irrepetibile e il portafoglio non ne risentirà eccessivamente.

L’abito da sposa

Un aspetto che incide non poco dal punto di vista economico. Gli abiti da sposa hanno costi elevatissimi, soprattutto considerando che il loro uso sarà (almeno si spera) legato ad un unico giorno della propria vita. Un abito può arrivare a costare fino a 5000 Euro. Spesso i negozi specializzati ne hanno già di pronti da provare e se si è fortunate e se trova uno già pronto senza doverlo richiedere ex novo e cucito su misura, il risparmio è garantito: alcune boutique hanno infatti dei campioni destinati alle prove, che di solito sono in vendita ad un prezzo molto più basso. Per fortuna esistono anche molti siti che propongono abiti scontati fino al 70%: il consiglio è dunque quello di non fermarsi ai negozi da sposa della propria città, ma guardarsi intorno, nei negozi vintage oppure servendosi delle potenti risorse online (siti specializzati, siti di aste ecc.).
Un’altra opzione è quella di considerare di affittare o prendere in prestito il vestito, eventualmente anche di seconda mano. Pensandoci bene, si tratta di un abito indossato solo una volta!

Mangiare

Che si tratti di un pranzo o di una cena, i costi legati al cibo sono altissimi. Come ovviare? Ad esempio organizzando un originale brunch a buffet, più leggero e meno impegnativo di un pranzo o cena serviti al tavolo e di sicuro impatto sui sempre affamati invitati.
La torta nuziale è una presenza immancabile in ogni matrimonio che si rispetti. Torte particolarmente elaborate arrivano a costare parecchie centinaia di euro poiché richiedono molte ore di preparazione. Al posto delle complicate decorazioni commestibili, si potrebbe optare per una torta più semplice, da decorare poi con elementi come fiori (veri), merletti o nastri di raso. Il risparmio può davvero essere elevato.

I fiori

Elementi decorativi come fiori e bouquet sono di sicuro impatto visivo e come tali sarebbe un peccato eliminarli del tutto. E’ noto che i fiorai si facciano ben pagare per servizi come questi, ma risparmiare è possibile anche in questo caso. Su Youtube vi sono molti tutorial su come realizzare un centrotavola ad effetto o su come abbinare tipi di fiori diversi per creare decorazioni e allestimenti. In questo modo anche chi non ha il pollice verde potrà facilmente cimentarsi con queste pratiche, realizzando, magari con l’aiuto di qualche amico, bellissime decorazioni floreali. E’ buona cosa scegliere fiori di stagione, cosicché il fioraio non debba importare varietà esotiche e fuori stagione.

Foto e video

A chi non farebbe piacere riguardare l’album o il filmino del proprio matrimonio a distanza di anni? Foto e video danno la possibilità di immortalare per sempre un momento speciale come questo e pertanto farne a meno non è pensabile. Chi non può permettersi di assumere un fotografo professionista può certamente affidarsi ad un parente o un amico, che fotografi o riprenda con una semplice digitale o una videocamera amatoriale. Chi invece è alla ricerca di un servizio di qualità, si orienterà verso un esperto professionista. Molti fotografi professionisti offrono pacchetti differenziati a seconda del tipo di servizio richiesto (ore di lavoro, numero di scatti ecc.). E’ buona norma farsi fare alcuni preventivi e confrontarli, per cercare quello che fa a caso nostro, eventualmente negoziando le condizioni. Internet è una vetrina importante per i fotografi, un modo efficace e immediato per mostrare i loro lavori e proporsi all’utenza. Non sarà difficile trovare il fotografo giusto.
Io sono un fotografo professionista di matrimoni, con questo articolo non voglio “vendermi“, ma vi dico che ci sono molti fotografi che come me effettuano servizi anche a 399Euro, un prezzo che sul costo totale del matrimonio non incide molto. Le emozioni di quella giornata con gli anni svaniscono, le foto invece restano per sempre. Quindi se posso consigliarvi caldamente, evitate di affidarsi ad amici che potrebbero non essere all’altezza. Fotografare un matrimonio è tutt’altro che semplice, ci sono dei momenti in cui una persona non del settore potrebbe sentire molta pressione e non riuscire a fare la foto nel migliore dei modi.

Le partecipazioni

Con un po’ di pazienza, fantasia e una buona calligrafia è possibile realizzare originali partecipazioni senza doversi affidare ad aziende e negozi specializzati. Basta munirsi di carta, buste, una penna e qualche colore a piacimento, magari coinvolgendo un’amica dalla vena artistica. Lo stesso discorso può essere applicato per realizzare i segnaposti da sistemare ai tavoli.

Gli invitati

Il costo del matrimonio dipende soprattutto dal numero degli invitati, che incide naturalmente sulle spese per il pranzo, la cena o il buffet. Troppo spesso i novelli sposi si fanno prendere da mille preoccupazioni su chi invitare e chi no e nel caso in cui si sia costretti a tagliare il budget è altrettanto necessario tagliare il numero degli invitati, riducendoli agli amici e ai parenti più stretti, a quelle persone che davvero si desidera siano presenti all’evento e con le quali si vuole condividere un momento così importante (e intimo) come il matrimonio. Per esempio si potrebbe cominciare tagliando i colleghi (eccetto quelli con cui si ha un rapporto anche al di fuori dal lavoro), passando poi a quei parenti che si vede una volta ogni due o tre anni e che, tutto sommato, non possiamo nemmeno dire di conoscere così bene.

Il wedding planner

Sebbene la figura dell’organizzatore di matrimoni non abbia ancora preso piede nel nostro paese, sono molte le coppie che decidono di delegare tutto quanto connesso all’organizzazione del matrimonio, un bel sollievo se si pensa a tutti gli aspetti coinvolti, ma un sollievo che costa parecchio. Il consiglio è quindi quello di eliminare del tutto questa figura, utile ma di sicuro non indispensabile e controproducente per l’organizzazione di un matrimonio low cost.

Le bomboniere

Un classico del matrimonio all’italiana. Ogni invitato riceve la sua bomboniera, spesso una diversa per ogni invitato (o per gruppi tipo amici, parenti, testimoni ecc.), che con ottime probabilità finirà dentro a qualche cassetto, se non addirittura nel bidone. Decisamente un aspetto su cui è possibile, per non dire doveroso, risparmiare. Un modo per farlo potrebbe essere quello di ordinare una identica bomboniera per tutti gli invitati, in modo da poter ottenere qualche sconto presso i negozi specializzati, che talvolta offrono riduzioni a fronte di grossi quantitativi di uno stesso articolo. L’alternativa, decisamente più economica, è quella di crearsi da soli le bomboniere, a patto di avere fantasia, manualità o qualche amico che le abbia entrambe e sia disposto ad aiutarci. Intenet fornisce moltissime idee su come realizzare originali bomboniere fai da te, per cui il consiglio, anche qui, è quello di fare ricerca in rete.

Il noleggio dell’auto

Decisamente una limousine non è fondamentale per arrivare in chiesa, anzi, rappresenta una scelta ormai inflazionata e banale: perché non farsi accompagnare in scooter da un amico o su una vecchia auto da infiocchettare per l’occasione? Il successo tra gli invitati è garantito!
Ad un matrimonio che ho fotografato gli sposi sono arrivati su un vecchio Westfalia degli anni ’60 con vari fiori messi davanti. Davvero un figurone!