Come rilassarsi

Sapersi rilassare è fondamentale per il proprio benessere. Lo stile di vita frenetico ci espone a dosi elevate di stress, che in alcuni casi possono portare alla depressione e all’infelicità. Imparare a rilassarsi è uno dei modi per tenere sotto controllo tensioni e stati di ansia.

Il relax allontana lo stress. Che lo si raggiunga ascoltando una buona musica, facendo un bagno caldo o semplicemente rimanendo qualche minuto sdraiati sul letto con gli occhi chiusi, è molto importante aiutare il corpo a rilassarsi, con qualsiasi mezzo. Naturalmente durante la fase di rilassamento, la mente dovrebbe essere il più libera possibile, senza pensare al fatto che si stia tentando di allontanare lo stress.

Trovare il tempo per rilassarsi

Una volta appurato che lo stress sta condizionando la propria vita, è importante trovare un momento da dedicare al relax, senza per questo sentirsi in colpa o facendo l’errore di associare il relax alla pigrizia.
Anche il sonno va accettato come una parte importante della vita. Il sonno ristora e rinfresca il corpo, tanto che la regola numero 1 per uno stile di vita equilibrato è garantirsi una buona qualità del sonno.
Non importa quanto tempo si decida di dedicare al relax: può essere 5 minuti, mezzora o due ore al giorno, o magari anche solo nel week-end, l’importante è ritagliarsi del tempo da dedicare a se’ stessi, facendo tutto quello che sappiamo essere in grado di darci benessere.

Fare una sauna o un bagno turco

Quando si ha una mezza giornata a disposizione, un ottimo modo per dimenticare stress e tensioni è quello di concedersi un bagno turco o una sauna, veri e propri toccasana in grado di rilassare e ricaricare l’organismo.
Oltre ad aumentare le capacità di reazione del sistema immunitario e linfatico, scongiurando possibili malattie infettive, il bagno turno è estremamente efficace nel combattere tensioni e stress, contribuendo a migliorare l’efficienza dell’organismo. Un consiglio in più: per mantenere lo stato di relax raggiunto all’interno della sala di vapore, dopo aver concluso il bagno turco è bene concedersi qualche minuto di riposo, facendo una doccia tonificante per poi sdraiarsi e fare un sonnellino.
Anche la sauna, come il bagno turco, è un’esperienza fortemente rilassante. Proprio dal momento che lo scopo primario della sauna è quello di rilassare il corpo, è sconsigliabile entrarvi subito dopo aver effettuato sforzi fisici, al contrario è bene accedervi solo quando si è già sufficientemente riposati e predisposti. Relax è la parola d’ordine anche tra un’esposizione e l’altra ed alla fine del ciclo di saune: la maggior parte dei centri benessere dispone di apposite aree relax.

Sorseggiare tè verde

Il tè verde è una preziosa fonte di L-teanina , una sostanza chimica che aiuta ad alleviare le tensioni. Se da un lato la caffeina, noto stimolante, aumenta di fatto la concentrazione di neurotrasmettitori come la dopamina e la noradrenalina migliorando l’umore e i tempi di reazioni, il tè verde fa ancora di più: esso contiene infatti anche l’aminoacido L-teanina, con interessanti effetti anti-ansia e che, in combinazione con la caffeina, migliora nettamente le funzioni cerebrali.

Mangiare cioccolato

Pochi cibi sono in grado di appagare i sensi come il cioccolato, vera e propria delizia, capace di raddrizzare anche le giornate più storte.
Mangiare cioccolato fa aumentare i livelli di alcuni neurotrasmettitori che inducono le sensazioni di piacere e di benessere: la serotonina, attiva nella regolazione del sonno, l’endorfina, efficace nell’inibizione del dolore; la feniletilamina, la stessa sostanza chimica prodotta dal cervello quando ci innamoriamo, e la difenildantonina, una sostanza antidepressiva.
Basta un quadratino di cioccolato per calmare i nervi. In particolare, il cioccolato fondente regola i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress.

Un cucchiaino di miele

Oltre ad essere un idratante naturale per la pelle ed avere effetti antibiotici, il miele prevede anche dei composti che riducono l’infiammazione nel cervello, il che significa che è in grado di combattere la depressione e l’ansia.

Gomma da masticare

Secondo uno studio condotto in Inghilterra, la gomma da masticare tiene a bada il cortisolo, l’ormone prodotto dalle ghiandole surrenali in situazioni di stress. La masticazione attiva in modo più efficace la fase iniziale della digestione, incrementando l’afflusso di sangue al cervello, e trasmettendo un senso di serenità.

Meditare

I benefici della meditazione sono innumerevoli e sono stati provati da anni di ricerche. Tra i suoi effetti più significativi a livello mentale, la meditazione annovera la capacità di alleviare lo stress e stabilizzare l’umore, oltre a prevenire possibili stati depressivi. Inoltre migliora la capacità di concentrazione, previene e cura gli stati d’ansia, aumenta la produzione di endorfine e di serotonina, la principale responsabile dell’umore, infonde un senso di benessere e aumenta le facoltà mentali.
Meditando almeno due volte al giorno, in un luogo confortevole e tranquillo, si possono alleviare con successo stress e depressione.

Respirare

La respirazione riflette il nostro stato d’animo. Quando si è tesi o arrabbiati il respiro è più rapido e ha un ritmo irregolare, mentre quando si è rilassati e sereni, il nostro respiro è profondo e armonioso. Così come lo stato psichico influenza la respirazione, quest’ultima può influenzare il proprio stato psichico.
Di fronte ad uno stato di ansia e tensione, una respirazione lenta e controllata può costituire un ottimo rimedio per scaricare le tensioni accumulate.
Una tecnica di respirazione efficace contro lo stress è la seguente: inspirare rapidamente e a pieni polmoni, come di fronte ad una piacevole sorpresa, rilasciare rapidamente il respiro espellendolo di colpo, inspirare profondamente e pienamente espandendo prima l’addome e poi in alto verso la cassa toracica, infine, con la bocca ancora aperta, rilassare il corpo, espirando dolcemente.

Provare il rilassamento muscolare progressivo

Questa tecnica è stata ideata negli anni trenta dal medico statunitense Edmund Jacobson, e si basa sull’alternanza contrazione/rilascio di alcuni gruppi muscolari. La durata dell’esercizio varia tra i 30 e i 45 minuti, durante i quali è importante non essere disturbati, vestire in modo comodo, oscurare l’ambiente circostante e assicurarsi che la temperatura sia gradevole.
Per prima cosa, sdraiarsi su una superficie dura, stendere le braccia lungo il corpo, tenere le gambe leggermente divaricate e lasciare che i piedi cadano in fuori. Tirare le dita dei piedi verso il corpo, mantenendo la tensione per 2-3 secondi, poi rilasciare e rilassare per 15 secondi. Piegare le dita dei piedi e stendere la pianta del piede sul pavimento, tenere in tensione e rilasciare. Contrarre i muscoli della gamba tenendo il piede a martello, mantenere la tensione, poi rilasciare (ripetere con l’altra gamba). Contrarre glutei e bacino, tenere e poi rilassare. Ripetere con i muscoli addominali. Contrarre i muscoli delle braccia piegando l’avambraccio sul braccio, mantenere la tensione e cercare di raggiungere la spalla con il polso, poi stendere il braccio sul suolo e rilassare. Spingere le braccia contro il torace e i fianchi e contemporaneamente porre le spalle in basso e in avanti, poi rilasciare. Muovere le spalle in basso e indietro per contrarre la zona delle scapole, contrarre e rilassare. Tirare in alto le spalle, incassando la testa tra di esse, contrarre e rilassare. Infine, corrugare la fronte, strizzare gli occhi e stringere le labbra, tenere la tensione e rilassare. Al termine dell’esercizio rimanere sdraiati per qualche minuto, continuando a respirare profondamente.

Contare alla rovescia

Per quanto noioso e banale possa sembrare, contare alla rovescia è un modo per rilassarsi, specialmente quando si hanno a disposizione solo pochi minuti di tempo. Non è necessario farlo a voce alta, va bene anche contare mentalmente.

Rilassarsi con la digitopressione

La digitopressione è una sorta di terapia del tocco che bilancia la circolazione dei fluidi e delle energie nel corpo e che rappresenta un ottimo metodo rilassante atto a ripristinare l’ equilibrio psicofisico. Essa stimola inoltre la produzione di endorfine, un naturale analgesico prodotto dal nostro organismo, quindi è benefica in varie situazioni, come ad esempio il mal di testa.
Ecco come fare. Unire indice e medio di entrambe le mani, passare i polpastrelli sulla fronte, al di sopra delle sopracciglia, premendo leggermente in senso circolare verso il centro della fronte all’altezza del naso, il tutto per almeno 1 o 2 minuti. Successivamente, proseguire partendo dal centro, sopra il naso, passando i polpastrelli su tutta la lunghezza delle sopracciglia fino alle tempie. Mentre si fa questa operazione, respirare profondamente.

Stringere una palla antistress

La classica pallina antistress è un efficace metodo per alleviare le tensioni ovunque ci si trovi: a casa, sull’autobus e in ufficio. Provare per credere.

Acqua fredda sui polsi

Nei momenti di stress, un modo semplice ed immediato per rilassarsi e ritrovare armonia è quello di far cadere qualche goccia di acqua fredda sui polsi e dietro i lobi delle orecchie, in altre parole, nei punti dove si è soliti spruzzarsi il profumo. Qui in fatti passano importanti arterie che, se raffreddate, sono in grado di calmare il corpo intero.

Rilassarsi con l’aromaterapia

L’aromaterapia si basa sugli effetti che alcuni oli essenziali o vegetali liquidi hanno sulla nostra sfera psichica.
Il primo passo è quello di scegliere una fragranza appropriata: ogni olio essenziale ha proprietà differenti, in grado di generare uno stato d’animo diverso.
Uno dei più efficaci è l’olio di lavanda, erba nota per le sue proprietà rilassanti, che può anche essere tamponata su federe e respirata durante il sonno.
L’ideale è applicare l’olio aromaterapico su polsi, collo e tempie, in modo che la sua fragranza venga accentuata dal calore del corpo.
Per essere accompagnati dal profumo lungo tutto il corso della giornata si può versare qualche goccia su un fazzoletto, da portare sempre con se’ per calmare i nervi quando necessario.

Fare stretching

Fare stretching aiuta a rilassarsi e ad allontanare lo stress: i muscoli tendono infatti ad irrigidirsi durante la giornata, soprattutto quando ci si sente stressati. Uno dei movimenti più rilassanti è la cosiddetta “posizione del bambino”: prendere un materassino o tappeto, inginocchiarsi sedendosi sui talloni, allungarsi in avanti, appoggiare la fronte sul pavimento, tenere le braccia lungo le gambe, con i palmi rivolti verso il soffitto. Rimanere in posizione per 3 minuti.

Sfruttare le tecniche di visualizzazione

Anche nei momenti di ansia o tensione, sforzarsi di immaginare una scena rilassante può aiutare molto. Ad esempio si può provare ad immaginare di essere sdraiato su una spiaggia deserta, oppure di trovarsi a passeggiare lungo un sentiero alpino, immersi nella natura.
Si tratta di un esercizio semplice ed efficace, che può essere messo in pratica ovunque e in qualsiasi momento.

Dedicarsi ad un hobby

Dedicarsi al proprio hobby preferito è un forte antidoto contro lo stress. In questo caso non esiste in assoluto un hobby migliore di un altro, poiché tutto dipende da ciò che ci piace fare ed è in grado di rilassarci: ascoltare la propria musica preferita, andare a pesca, dipingere, fare fotografie, fare un cruciverba ecc.

Provare la pet therapy

Il principio della pet therapy si basa sul rapporto speciale che si può instaurare tra un essere umano ed un animale domestico, rapporto che può rappresentare un vero e proprio approccio terapeutico in campo psicologico, come sostegno alla cura della depressione e dell’ansia.
La presenza di un animale può fungere da ammortizzatore in particolari condizioni di stress.
Alcuni studi condotti hanno dimostrato che accarezzare un animale si rivela utile per la riduzione della pressione arteriosa, contribuisce a regolare la frequenza cardiaca, calma la tensione muscolare, riduce l’ansia, attenua la depressione e aiuta a combattere lo stress.