Quando andare in Nuova Zelanda

Un viaggio nelle atmosfere magiche della “Terra di Mezzo”, raccontata dalle scene del film “Il Signore degli Anelli” è un’esperienza incredibile: si attraversano paesaggi montuosi, ghiacciai, foreste rigogliose, geyser e laghi fino ad arrivare alle spiagge da sogno lungo la costa. La Nuova Zelanda è anche la meta preferita dagli amanti dello sport che qui possono praticare escursioni, rafting, sci, passeggiate a cavallo e, il bungee jumping, che è nato proprio qui. Oltre ai paesaggi incontaminati ci sono le città, come Auckland, la capitale, nota anche come “la città delle vele” o Christchurch, ricca di edifici storici tra cui la cattedrale simbolo della città.

Per gli appassionati di rugby la Nuova Zelanda è anche la culla di questo sport: come lasciarsi sfuggire l’occasione di assistere dal vivo ad una partita degli All Blacks?

Trovandosi nell’Emisfero meridionale le stagioni della Nuova Zelanda sono invertite rispetto all’Europa, ma diciamo che in linea generale non esiste un periodo migliore per visitare il Paese; tutto dipende un po’ dalle attività che avete in programma e dal budget a disposizione. Durante l’estate neozelandese, infatti, il numero di turisti, stranieri e locali, aumenta e di pari passo anche i prezzi di voli e alloggi crescono, specialmente nelle località balneari e nelle città. Ma al tempo stesso se amate gli sport invernali e volete regalarvi una vacanza in montagna durante l’inverno neozelandese, anche in questo caso affrettatevi a prenotare per tempo e mettete in conto tariffe più alte; in altre zone invece l’inverno corrisponde alla bassa stagione quindi è possibile trovare ottimi sconti anche se in alcuni casi molte attività chiudono per qualche mese. Per avere un’idea più precisa delle temperature e di cosa conviene mettere in valigia, vediamo com’è il clima in Nuova Zelanda.

Il clima

La Nuova Zelanda ha 4 stagioni, con l’estate che va da dicembre a febbraio seguita dall’autunno da marzo a maggio, l’inverno che invece si protrae da giugno ad agosto per poi lasciar spazio alla primavera da settembre a novembre. Ma c’è da dire che il clima neozelandese è piuttosto variabile, tanto che è normale avere persino 4 stagioni in un giorno! Quindi in qualunque stagione decidiate di viaggiare è sempre bene portare un po’ di tutto in valigia: se viaggiate in estate non dimenticate il costume da bagno, il kit per proteggervi dal sole (cappellino, occhiali da sole, crema solare), ma anche una giacca o una mantella antipioggia e scarpe impermeabili se fate escursioni; in inverno riparatevi dal freddo con indumenti pesanti, berretta, sciarpa, guanti e una giacca da sci imbottita, mentre nelle mezze stagioni è bene vestirsi a strati. In generale il clima è piuttosto mite quasi tutto l’anno se paragonato ad esempio ai Paesi del Nord Europa, ma bisogna fare delle distinzioni a seconda della zona: nell’isola del Sud si avverte maggiormente la differenza tra le stagioni rispetto a quella del Nord, alcune zone registrano poi temperature estreme, basti pensare alla regione del Central Otago dove in inverno si arrivano a sfiorare i – 20°C mentre in estate si registrano persino 40°C. La parte nord della North Island, invece, ha un clima subtropicale e questo significa che le precipitazioni sono frequenti, specialmente in inverno e in primavera, quindi tenete sempre a portata di mano una mantella o una giacca impermeabile. La costa ovest è quella che registra il maggior livello di precipitazioni, sia nella South Island che nella North Island, con il fiordo di Milford Sound in testa: è il luogo più umido del Paese.

Dicembre – Gennaio – Febbraio

Questi mesi coincidono con l’estate neozelandese ed è considerato il periodo migliore per visitare il Paese dal punto di vista climatico. Ma tenete presente che questo periodo coincide con l’alta stagione quindi i prezzi sono più alti rispetto ad altre stagioni dell’anno e anche l’affluenza turistica è maggiore, in particolar modo tra metà dicembre e la fine di gennaio, considerando anche che siamo nel periodo delle vacanze scolastiche quindi ai turisti internazionali si uniscono i turisti locali. Se viaggiate in questo periodo prenotate volo e hotel con largo anticipo. L’estate è senza dubbio la stagione ideale per le attività all’aria aperta, con giornate lunghe e temperature calde ma mai troppo afose: vedrete tanti abitanti e turisti impegnati a nuotare al mare, fare trekking nelle foreste o passeggiate in bicicletta sui percorsi escursionistici. Per chi ama la natura è quindi il periodo migliore dell’anno, ma anche per chi ama prendere parte agli eventi e ai festival: dai concerti alle gare sportive, l’estate offre un ricco programma di intrattenimento e poi non dimenticatevi le festività natalizie, durante le quali vedrete tanti Babbo Natale in costume sulla spiaggia! Non dimenticate anche voi di mettere in valigia il costume, la crema solare e un cappellino!

Marzo – Aprile – Maggio

L’autunno in Nuova Zelanda regala paesaggi mozzafiato, dove il blu dei cieli sconfinati contrasta con i colori rossicci e dorati delle foreste. Questo è il periodo migliore per visitare Wanaka e la regione di Otago nell’isola del Sud, mentre se viaggiate al nord, fate tappa a Hawkes Bay. Ci si avvia verso la bassa stagione e questo significa che i turisti sono in calo e i prezzi cominciano progressivamente ad abbassarsi. È anche il periodo migliore per fare trekking ed escursioni in tutta tranquillità, senza troppi turisti in giro e con temperature un po’ più fresche. Se viaggiate in questa stagione vi suggerisco di vestirvi a strati, portando con voi qualche capo un po’ più pesante per la sera, ma nel mese di marzo potrebbe fare ancora caldo e quindi è bene anche proteggersi dal sole.

A maggio invece cominciano ad esserci temperature più invernali e ad alta quota potrebbero cominciare già le prime nevicate ma la maggior parte delle giornate sono asciutte e soleggiate.

Giugno – Luglio – Agosto

Giugno spalanca le porte all’inverno neozelandese, anche se il clima resta piuttosto mite nella maggior parte del Paese, eccetto nelle zone montuose. Per chi ama gli sport invernali questo è il periodo migliore per visitare la Nuova Zelanda: il Paese è ricco di stazioni sciistiche con piste adatte sia a principianti che a esperti. La North Island è un po’ più piovosa, ma qui non potete perdervi un’escursione sui crateri vulcanici del Tongariro National Park; nella South Island potete invece sciare o praticare snowboard nelle località di Queenstown, Wanaka, Mount Hutt e tante altre ancora. Ma anche per chi non pratica lo sci questo può essere un periodo ideale: i percorsi escursionistici sono tranquilli e si può passeggiare circondati dalle montagne innevate che regalano un paesaggio mozzafiato.

Se volete fare un viaggio on the road, guidare in questo periodo non crea troppe difficoltà se restate nelle valli ed evitate le zone montuose dove invece le abbondanti nevicate potrebbero bloccare le strade.

Settembre – Ottobre – Novembre

Settembre è il primo mese di primavera, una stagione ottima per viaggiare in Nuova Zelanda. Le stazioni sciistiche stanno quasi per chiudere ma sulle Alpi Meridionali c’è ancora tanta neve per chi vuole sciare o praticare snowboard. Per gli spiriti avventurosi è il momento migliore per dedicarsi al rafting: la neve sciolta fa innalzare il livello dei fiumi.

La primavera è anche il momento del risveglio della natura: i fiori inondano i paesaggi di colori e profumi e gli animali delle foreste escono a caccia di cibo; anche chi resta in città può godersi spettacoli incantevoli nei giardini e parchi pubblici. Nella North Island è il periodo in cui si svolge il Taranaki Rhododendron & Garden Festival (tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre), mentre ad Hawkes Bay la gente si raduna per assistere alla fioritura degli alberi e gustarsi un picnic all’aperto.  Nella  South Island, consiglio una visita a Christchurch chiamata anche la “Garden City” per i suoi incantevoli parchi pubblici, perciò non c’è periodo migliore della primavera per visitare questa città. Altre due tappe imperdibili sono Otago e Dunedin, con i loro giardini storici e Alexandra, con i suoi tanti festival dedicati alla primavera.

Dal punto di vista turistico è un periodo piuttosto tranquillo, perciò potrete davvero rilassarvi e approfittare di alcuni sconti su hotel e voli. In alcune zone naturali potrebbe esserci molto vento perciò mettete in valigia una giacca antivento.

Ad Auckland