Prevenire il cancro alla pelle

Ogni anno vengono diagnosticati milioni di casi di tumore della pelle, oltre il 90% dei quali sono causati dai raggi ultravioletti del sole.

È ormai noto che i raggi solari, in particolare le radiazioni ultraviolette (UV) sia di tipo A che di tipo B, possono provocare danni seri all’epidermide, mentre un’esposizione al sole ragionata e moderata permette al contrario di prevenire tali danni e di godere solo dei benefici del sole.
I raggi luminosi emessi dal sole giungono sulla terra sotto forma di radiazioni, suddivise in raggi infrarossi, raggi a lunghezza d’onda maggiore e raggi ultravioletti, i più ricchi di energia e conseguentemente i più pericolosi per l’uomo.
Fino a qualche anno fa, l’attenzione degli esperti si concentrava soprattutto sui raggi UVB, mentre oggi si è maturata la consapevolezza che gli UVA, essendo più penetranti, sono maggiormente correlabili alla formazione di tumori cutanei.

I tumori della pelle sono provocati dalla crescita incontrollata dei 2 tipi di cellule: le cellule epiteliali e i melanociti.
Le cellule epiteliali possono dare origine ai carcinomi spinocellulare e basocellulare, che rappresentano la quasi totalità dei tumori della pelle, per fortuna curabili. Più pericolosi sono invece i melanociti, responsabili dei famigerati melanomi, tumori che hanno la capacità di diffondersi negli altri organi attraverso la circolazione sanguinea e linfatica. Il melanoma colpisce prevalentemente soggetti di età compresa tra i 30 ed i 60 anni.

Ecco alcuni consigli per prevenire l’insorgere dei tumori della pelle

Evitare le scottature

Anche una singola scottatura può aumentare il rischio di sviluppare il melanoma, la forma più letale di cancro della pelle. Assicurarsi pertanto di proteggere sempre la pelle con una crema solare adatta al proprio fototipo e alle condizioni di esposizione ed evitare di prendere il sole nelle ore centrali della giornata.

Evitare le lampade abbronzanti

Nonostante gli operatori dei centri di abbronzatura insistano sulla sicurezza dei loro apparecchi, l’esposizione alle lampade abbronzanti è particolarmente nociva per la pelle.
Le lampade di nuova generazione emettono raggi ultravioletti in quantità 12 volte superiori a quella emessa dal sole. Quando la pelle è sovraesposta a tali raggi, il DNA viene danneggiato e può portare ad una crescita anomala di cellule tumorali.
E’ stato stimato che coloro che fanno uso di lettini abbronzanti hanno doppie probabilità di sviluppare tumori della pelle. Anche un uso occasionale espone maggiormente a tale rischio, specialmente nelle pelli dei soggetti giovani, più sensibili ai raggi UV.

Coprirsi

L’abbigliamento può rappresentare la forma più efficace di protezione solare, soprattutto gli abiti dai colori scuri, che offrono una maggiore difesa.
Importante coprire le zone particolarmente sensibili, come gli occhi, che se sovraesposti alle radiazioni possono andare incontro all’insorgere di melanomi dell’occhio e delle palpebre.

Scegliere la giusta crema solare

La scelta del giusto prodotto solare può fare la differenza nel prevenire molte forme di tumore della pelle. Per scegliere correttamente, occorre tenere presente quali saranno le condizioni d’esposizione al sole (l’intensità delle radiazioni varia in funzione della stagione, della latitudine, dell’ora del giorno ecc.) e soprattutto il proprio fototipo: più la pelle è chiara, più l’indice di protezione deve essere alto, tenendo però presente che anche le pelli con fototipo alto hanno bisogno di protezione, poiché, nonostante non siano soggette ad arrossamenti possono comunque andare incontro alla formazione di tumori cutanei.
L’ideale è optare per una crema a rapido assorbimento che protegga sia dai raggi UVA che dai raggi UVB.
L’applicazione del prodotto va ripetuta ogni due ore circa e dopo ogni bagno.

Tenere sotto controllo i nei

I melanomi sono inizialmente dei nei, facilmente confondibili con i comuni nei presenti sulla pelle di molte persone. Alcuni segnali possono tuttavia far insospettire, nel qual caso la cosa migliore è rivolgersi ad un dermatologo per un controllo più approfondito. La migliore arma per sconfiggere qualsiasi forma di tumore, incluso quello della pelle è la prevenzione.

  • nei che creano prurito, sanguinano o recano dolore
  • nei che cambiano in forma, colore e dimensione
  • nei di grosse dimensioni e dai contorni particolarmente irregolari