Pagare in Giappone

Uno dei problemi principali di quanto si va all’estero è il momento in cui si deve pagare: non si sa mai come fare e ci possono essere vari fraintendimenti.
In Giappone, dove pochissime persone parlano inglese, non è proprio intuitivo ma vi spiego come fare.

Chiedere il conto

Nella maggior parte dei ristoranti in Giappone, quando vi portano i piatti vi lasciano sul tavolo o nelle vicinanze un foglietto con scritte le varie cose ordinate: vi basta portarlo alla cassa dove vi faranno il conto.
Se invece non c’è il foglietto, per chiedere il conto potete dire semplicemente “okaike“.

Nei Kaiten Sushi

Nei ristoranti dove il sushi viene servito su nastro trasportatore, come Kappa Zushi e Genki Zushi per esempio, per chiedere il conto ci sono due modi. Se al vostro posto c’è il classico monitor per fare le ordinazioni, cercate sullo schermo il pulsante apposito. In alternativa in tutti questi ristoranti potete chiamare il cameriere che conterà il numero totale dei vostri piattini e vi darà un foglietto che dovrete portare alla cassa per pagare.
Ricordatevi quindi che è importante non rimettere i piattini vuoti sul nastro trasportatore, oppure il cameriere non saprà più quanto dovete pagare.

Contanti è meglio

Come ho già scritto molte volte, spesso in Giappone le carte di credito non vengono accettate e altrettanto spesso ci possono essere problemi coi pagamenti, è quindi importante avere sempre dei contanti con voi, sia nei negozi che nei ristoranti.

Chiedere quanto costa

Se volete chiedere quanto costa una cosa potete indicarla e dire “ikura des ka?”

Mance

Vi invito a leggere l’articolo mancia in Giappone.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!