Onsen

Ad essere sincero la prima volta che sono stato in un onsen non ero proprio a mio agio. Non tanto perché nella vasca si entra nudi (anche se comunque gli onsen sono separati tra uomini e donne) ma più che altro ero agitato per la prassi che si deve fare prima di entrare, che in realtà poi non è niente di difficile.

Se andate in Giappone vi consiglio di prenotare in un ryokan di buon livello dove è presente un vero Onsen. Ci sono alcuni onsen a Tokyo ma niente a che vedere rispetto a quelli delle zone più rinomate come Hakone, Beppu ecc.

Come entrare in un Onsen

Come prima cosa dovete lasciare le vostre cose nello spogliatoio e prendete un piccolo asciugamano che vi servirà per lavarvi nelle tante docce presenti nei pressi della vasca. Dovete lavarvi per bene e soprattutto essere sicuri di aver tolto ogni traccia di sapone dal vostro corpo.
L’asciugamano lo potete mettere a bordo vasca ma assolutamente non potete immergerlo nell’acqua.
Entrate quindi nella vasca piano piano, sia per non disturbare le altre persone sia per abituare il vostro corpo al calore.
Evitate di fare schiamazzi o di fare altre situazioni sconvenienti.
Terminato il bagno potete tornare agli spogliatoi ed asciugarvi.

Ne esistono di vari tipi

Un Rotenburo è una vasca all’aperto, esperienza che vi consiglio in quanto è molto piacevole stare nell’acqua calda ma con le spalle e la testa a contatto con l’aria esterna, magari a pochi metri dalla neve.
Gli onsen sono in genere quelli all’interno di strutture private, mentre i sento sono bagni pubblici.
Gli Ashiyu sono delle fontane che si trovano ogni tanto per strada in zone termali dove è possibile stare immergere gratuitamente i piedi nell’acqua calda, come vedete nel video qua sotto.

Qualche foto di onsen




Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!