Odori in Giappone

Tra le tante cose che mi piacciono del Giappone ci sono sicuramente gli odori.
Ogni volta che arrivo in Giappone e scendo dall’aereo inizio a sentire i primi tra gli infiniti odori, puzze e profumi che mi accompagneranno per tutto il viaggio.
Ho scritto questo articolo per invitarvi a far attenzione a tutti gli odori, puzze e profumi che troverete nel corso del vostro viaggio in Giappone.

Registratore di odori

Faccio una premessa e vi parlo del registratore di odori o “smell-o-vision”. Mi piacerebbe che fosse già realtà, ma purtroppo ci sono ancora solo prototipi (alcuni abbastanza avanzati) e non sono proprio alla portata di tutti. Mi piacerebbe avere una specie di “videocamera” che però invece di video e audio possa registrare gli odori, da portare a casa e poi riprodurre con uno speciale macchinario.

L’ideale sarebbe poter andare in Giappone, registrare gli odori e caricarli sul mio sito e poi voi da casa potreste cliccare l’odore e un macchinario apposta ve lo potrebbe riprodurre per farvelo sentire. Sarebbe fantastico, non trovate?

L’umidità favorisce gli odori?

A dire la verità non mi è molto chiaro perché in Giappone si sentano così tanti odori, ma ho notato che in alcuni momenti dell’anno si sentono più odori e credo che questo sia dato dall’umidità. Se ci fate caso in autunno ed inverno se passate davanti ad un bar sentite un forte odore di caffé e brioches, mentre se ci passate davanti in estate l’odore è meno pronunciato.

La lista degli odori in Giappone

Non voglio fare una lista completa ed infinita degli odori che sento in Giappone, però mi piace ricordarne qualcuno e magari in futuro ne aggiungerò altri.

Aria condizionata e pulito

E’ forse l’odore che mi piace di più in assoluto in Giappone. E’ un odore “di pulito” che non so come descrivervi. La sensazione più bella è quando si arriva negli immensi ingressi di qualche grattacielo anonimo e non c’è quasi nessuno: solo voi, il silenzio spettrale e l’odore di pulito.

Cibo

E’ banale parlare di cibo quando si parla di odori, non vorrei dilungarmi sul profumo dei singoli piatti ma piuttosto su tutto quello che riguarda la ristorazione.
Per esempio appena entrati in un ristorante di sushi in Giappone si sente un forte odore molto caratteristico che non si sente spesso nei ristoranti giapponesi in Italia. E’ un odore di pesce, gari e aceto per aromatizzare il riso. Appena si sente questo odore ci si accorge di essere arrivati in Giappone.
Anche al mercato del pesce di Tsukiji l’odore del pesce è interessante e per certe persone credo anche nauseabondo, ma è totalmente diverso da quello che si sente nei ristoranti di sushi.
Per alcune strade poi dove preparano gli yakitori si sente un forte odore di carne alla griglia e di salsa per yakitori.
Adoro anche il profumo delle panetterie dove fare colazione o merenda scegliendo tra un’infinità di tipi di pane e dolci, e sempre riguardo la colazione adoro anche il profumo di caffè di Excelsior Cafe o di Starbucks, senza nulla togliere a tutti gli altri “bar” delle varie catene.
Anche il profumo rilasciato dai ristoranti di ramen è unico, così come lo sono le zuppe di Soup Stock Tokyo.

Fogna

Non voglio dipingere il Giappone come se fosse il paradiso, ci sono anche odori sgradevoli, ma altrettanto interessanti. L’odore che mi colpisce di più nelle grandi città giapponesi è l’odore di fogna che si sente ogni tanto in alcune stradine. A Shinjuku lo trovate principalmente nella zona che porta dall’uscita South fino alle torri del Park Hyatt.
Lo stesso odore si sente in modo marcato anche in alcune città italiane in qualche piccola strada, mi è capitato di sentire questo odore ad esempio a Venezia ma anche in molte altre città.

Onsen

L’acqua ha un odore? in teoria no, a meno che non ci si trovi in un bagno termale giapponese (onsen). Non è un odore marcato, ma l’acqua degli onsen ha origine vulcanica e al suo interno ha vali elementi che le danno un caratteristico odore, leggero o marcato a seconda della zona. O forse è solo un effetto placebo?

L’incensio al tempio

In vari templi in giro per il Giappone ci sono delle zone dove ci si può “purificare” con il fumo di decine di bastoncini di incenso accesi. Il posto più popolare per i turisti che vogliono provare questa mini-esperienza è probabilmente Asakusa.
E’ il classico odore di incenso ma è così forte e marcato che dopo pochi istanti vi bruciano gli occhi e anche dopo varie ore potrete sentire sui vestiti il profumo dell’incenso.

Tatami

Il pavimento in stile giapponese profuma “di fieno“. Forse è un po’ riduttivo descrivere così l’odore del tatami, ma davvero solo il poter sentire questo profumo ripaga il costo del biglietto per il Giappone.

Gohan (il riso)

Nelle case giapponesi quando si prepara da mangiare il cuociriso crea un vapore con un odore di riso molto semplice ma molto caratteristico che in poco tempo si diffonde in tutta la casa.

Business hotel ed hotel

In quasi ogni hotel e business hotel giapponese la pulizia è sempre rigorosa ed è un piacere sentire l’odore della stanza. Quando poi si ha la fortuna che come sapone per il bagno, shampoo e balsamo si trovano prodotti di buone marche come la Shiseido, farsi una doccia è davvero un piacere.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!