New York in bici

Sono in pochi i turisti che a New York scelgono la bicicletta come mezzo di trasporto per esplorare la città. Nell’immaginario collettivo la Grande Mela viene percepita come una città poco adatta a chi viaggia sulle due ruote: il traffico intenso di macchine e pedoni scoraggia e spaventa e spesso si ritiene difficile trovare nella “giungla di grattacieli” degli spazi verdi e tranquilli in cui passeggiare in sella ad una bici. Ma questa idea di New York è legata al passato e ai film che dipingono una metropoli dove taxi e auto sfrecciano a tutta velocità lungo i grandi viali. Come spesso accade, però, la realtà oggi è ben diversa: negli ultimi anni la Grande Mela è diventata molto più “green” dando vita a numerosi spazi verdi e piste ciclabili, sia nel centro che nei sobborghi periferici, per ridurre il traffico e consentire a residenti e turisti di vivere la città in maniera alternativa e ammirarla da una prospettiva diversa. Soprattutto a chi viaggia nella bella stagione, consiglio di alternare i spostamenti in metro ai tragitti in bicicletta per avere modo di scoprire anche luoghi meno turistici e lasciarsi meravigliare da scorci suggestivi.

A chi visita New York per la prima volta consiglio di concentrarsi sui percorsi di Manhattan per godersi il giro in bicicletta in  tutta tranquillità mentre si visitano  le attrazioni principali, mentre chi è già stato nella Grande Mela può avventurarsi in percorsi più periferici per esplorare nuove zone.   Se siete interessati a girare New York in bici ecco alcuni consigli e i percorsi migliori.

Pedalare sulle strade di Manhattan

Cominciando dal cuore della Grande Mela, resterete forse sorpresi nello scoprire che i viali di New York sono ricchi di piste ciclabili e questo rende possibile anche viaggiare sulle grandi Avenue in sella alle due ruote, vivendo la città in maniera più autentica, da vero newyorchese. Certo, pedalando in questo contesto bisogna prestare molta attenzione a mezzi, pedoni e semafori ed è quindi un po’ più impegnativo. Sinceramente lo sconsiglio a chi viaggia con dei bambini, ma per chi conosce già un po’ la Grande Mela o ha uno spirito avventuroso basta solo un po’ di organizzazione e prudenza in più: magari cominciate dalle strade meno trafficate studiando bene il percorso che dovete fare e tenendo sempre allacciato il casco; rispettate i semafori e fate attenzione ai taxi e gli autobus che potrebbero avvicinarsi al marciapiede per sostare. Spesso inoltre i newyorchesi non rispettano le piste ciclabili e le usano per parcheggiare momentaneamente la macchina o i mezzi di scarico, quindi siete costretti a muovervi a zig zag e ad invadere le corsie riservate alla circolazione delle macchine.
Le piste ciclabili su strada si distinguono con facilità: lungo le Avenue sono asfaltate con un colore verde, mentre nelle Street sono ben delineate e presentano la classica segnaletica con le figure di una bicicletta.

Alcune piste ciclabili sono più bike-friendly e belle da percorrere rispetto ad altre: un esempio è quella che costeggia la 10th Street nel quartiere di Greenwich Village, l’unica pista che attraversa in linea orizzontale Manhattan dal fiume Hudson all’East River senza interruzioni. Lungo questo viale troverete alcune attrazioni come la biblioteca Jefferson Market Library, gli edifici della New York University e il  Tompkins Square Park prima di arrivare all’East River Park.

Un consiglio: se viaggiate in estate approfittate di eventi come il Summer Streets, durante i quali alcuni viali solitamente adibiti alla circolazione pedonale, diventano interamente pedonali e ciclabili permettendo a newyorchesi e turisti di avere una prospettiva unica della città.

Pedalare sui percorsi turistici

Anche nelle piste ciclabili al di fuori del centro è necessario prestare molta attenzione, in particolare in tutti quegli itinerari turistici come Central Park, il Brooklyn Bridge o Battery Park dove di frequente capita che i turisti a piedi invadano le corsie riservate alle biciclette per scattare delle foto. Cercate quindi di rilassarvi ma restando sempre in allerta: riducete la velocità e pedalate con prudenza per evitare di cadere e farvi male. Fate attenzione anche gli altri ciclisti perché anche se siete in vacanza e vi godete una passeggiata turistica c’è chi invece si sposta in bicicletta per necessità e per questo viaggia a tutta velocità sulle piste ciclabili per andare al lavoro: mantenetevi sulla destra della corsia ed evitate di intralciare la strada.

Se ci sono bambini e ragazzi, teneteli d’occhio facendoli stare in fila indiana con un adulto come capofila e un secondo adulto in coda in modo da poterli avere sotto controllo.

I migliori percorsi

New York vanta numerosi percorsi pensati per chi si sposta sulle due ruote, alcuni più famosi, altri meno conosciuti, dove non circolano i mezzi e si può passeggiare in tutta tranquillità e sicurezza ammirando il paesaggio e le attrazioni circostanti. Qui di seguito vi elenco i percorsi più belli della Grande Mela.

Central Park

Passeggiare in bici a Central Park è ormai un must tra i turisti, che possono così esplorare il polmone verde della città in maniera piacevole e in poco tempo, considerando anche la vastità del parco, fermandosi alle attrazioni più interessanti. Solo alcune strade che attraversano il parco sono accessibili alle auto, che però devono rispettare dei limiti di velocità ridotti (quindi molti automobilisti optano per strade alternative) e quindi questo rende Central Park un luogo molto sicuro per pedalare con tutta la famiglia. È necessario comunque prestare attenzione ai pedoni che spesso invadono la pista, agli altri ciclisti e alle carrozze che portano i turisti a spasso per Central Park. Tenete presente che in molte zone al di fuori delle piste è vietato girare in bicicletta, perciò se uscite dal percorso per visitare le attrazioni, i laghi o le piazzette del parco, scendete e proseguite a piedi per evitare il rischio di una multa.

By: m01229
By: m01229

Ponte di Brooklyn

Un modo alternativo per visitare il ponte di Brooklyn (così come altri ponti di New York) è attraversarlo in bicicletta. Di certo è un’esperienza bellissima, che vi consente di esplorare una delle attrazioni principali di New York, fermandovi lungo il tragitto per scattare foto e ammirare lo splendido panorama. Il percorso è breve perché la lunghezza del ponte supera di poco i 2 km, quindi è adatta a tutti anche se per un tratto è in leggera salita, ma diciamo che è piuttosto impegnativo soprattutto a livello di attenzione: il ponte è sempre molto trafficato di pedoni e altri ciclisti quindi non è proprio una passeggiata tranquilla. Non ci sono barriere che separano la corsia pedonale da quella ciclabile, quindi state attenti ai turisti che potrebbero tagliarvi la strada.

By: Daniel X. O'Neil

Manhattan Waterfront Greenway

Il percorso pedonale e ciclabile Manhattan Waterfront Greenway si snoda per ben 51 km lungo tutto il perimetro di Manhattan, da Harlem fino all’estremità sud dell’isola. Il percorso è suddiviso in tre sezioni principali: l’Harlem, l’East River e l’Hudson River Greenway. Le ultime due sono i tratti più sicuri e belli a livello paesaggistico.

L’Hudson River Greenway è la pista ciclabile più lunga di Manhattan, e si snoda lungo la costa ovest dell’isola, da Dyckman Street a nord fino a Battery Park a sud, attraversando bellissime aree verdi come il Riverside Park e l’Hudson River Park, da cui si godono viste mozzafiato sul fiume Hudson e il New Jersey; nella parte nord si può ammirare il George Washington Bridge, mentre a sud ci si può fermare a contemplare la Statua della Libertà ed è proprio da qui che partono i traghetti per visitarla. In estate, soprattutto nel weekend, la pista potrebbe essere molto affollata di ciclisti, sportivi e pedoni, in particolare in alcuni tratti più turistici o vicino ai musei, come l’Intrepid Museum che si trova proprio lungo il percorso. Tenete presente che la parte più a sud, a partire dalla zona di Central Park, è quella più turistica mentre quella a nord offre un ambiente più rilassato;  vi consiglio di portare con voi il pranzo al sacco da mangiare all’aperto, magari mentre contemplate la vista sul fiume Hudson.

L’East River Greenway, invece, fiancheggia la sponda dell’East River, sulla costa est di Manhattan. Comincia a sud da Battery Park e termina all’altezza della 125th Street, ad East Harlem. Lungo il tragitto attraverserete luoghi caratteristici come South Street Seaport, l’antico porto di New York da cui si aprono splendide viste sul Ponte di Brooklyn, e il quartier generale delle Nazioni Unite. Dirigendosi verso nord si possono ammirare altri paesaggi e attrazioni, come Roosevelt Island e il Queensboro Bridge.

Qualunque tratto decidiate di percorrere questo itinerario è davvero splendido in ogni momento della giornata perché da una parte avete l’oceano mentre dall’altra i grattacieli della Grande Mela. Se avete molto tempo e siete abbastanza allenati potete passeggiare anche per diversi km facendo un bel giro tutto intorno a Manhattan. Le ore serali del tramonto sono forse le più suggestive ma probabilmente anche le più affollate di turisti, coppiette e persone che praticano jogging all’aperto.

Da Carrol Gardens a Coney Island

La Ocean Parkway, la strada che conduce a Coney Island, è stata la prima degli Stati Uniti ad essere fiancheggiata da una pista ciclabile nel lontano 1894. Oggi una sezione della pista originaria può essere ancora attraversata in bicicletta, a partire da Prospect Park fino a Coney Island. Per intraprendere il percorso dirigetevi nel quartiere residenziale di Cobble Hill/Carroll Gardens, a Brooklyn, e dopo aver esplorato questa zona caratteristica, ricca di bellissime casette “brownstone”, dirigetevi verso la Ocean Parkway, all’uscita di Prospect Park Southwest. Il percorso lungo questo viale alberato è davvero tranquillo e vi permetterà di circondarvi di un paesaggio autentico e meno conosciuto; essendo separato dal percorso pedonale e dalla strada è inoltre molto sicuro. Una volta arrivati a Coney Island potete passeggiare sul lungomare, che in estate è molto affollato, soprattutto nel weekend, ma negli altri periodo dell’anno è perfetto per bellissime pedalate con vista sul mare.

By: acidpolly

Governor Island

Se c’è un luogo in cui di sicuro non vedrete una macchina quello è proprio Governors Island. Accessibile solo nella bella stagione, questo isolotto è perfetto per una giornata all’aperto, tra passeggiate in mezzo alla natura e picnic con vista sullo skyline di Manhattan. In alcuni weekend vengono organizzati eventi speciali, concerti e mostre che rendono l’atmosfera piuttosto animata, mentre gli altri giorni si respira un’aria molto tranquilla e rilassata. I percorsi passano attraverso giardini botanici, colline verdi, prati attrezzati con giochi per bambini e amàche, e antiche dimore che evocano il passato dell’isola. Potete noleggiare le biciclette direttamente su Governors Island, dove trovate anche risciò e tandem, oppure caricarle sul traghetto gratuito che fa la spola tra i moli di Manhattan e Brooklyn e l’isola.

Brooklyn Waterfront Greenway

Inaugurato da poco, il percorso Brooklyn Waterfront Greenway offre splendide viste sullo skyline di Manhattan e permette di esplorare alcuni dei quartieri più caratteristici di Brooklyn.

Il percorso parte da Greenpoint, lungo Franklin Street e prosegue su Kent Avenue; la pista è separata con delle protezioni dalla strada, quindi potete pedalare e godervi il paesaggio in tutta tranquillità, senza preoccuparvi delle macchine. Il percorso passa attraverso l’East River State Park, il luogo ideale per fermarsi a riprendere fiato e godersi un picnic su una panchina o sulla piccola spiaggetta che si affaccia su Manhattan. Nei weeekend estivi la piazzetta che affianca l’East River State Park ospita il Smorgasburg un festival dedicato alla gastronomia con tante bancarelle di street food.  Proseguendo in bici verso sud la pista prosegue per un tratto accanto al traffico stradale perciò prestate molta attenzione; da qui si arriva nel quartiere di Dumbo, passando per York Street: qui volendo potete deviare un po’ per esplorare i vicoli pittoreschi di questo quartiere e fermarvi nei vari ristorantini e cafè della zona (un consiglio per una golosa merenda: la Almondine Bakery!)

Il percorso ritorna ad essere lontano dal traffico all’interno del Brooklyn Bridge Park: questo è il punto migliore per fermarsi a scattare foto incredibili di Manhattan, all’ombra del Ponte di Brooklyn.

Bronx River Path

Per un percorso ancora più alternativo e naturale, dirigetevi a nord della città, nel sobborgo del Bronx. Questa pista ciclabile si snoda accanto al Bronx River Parkway, passando attraverso scenari lussureggianti e costeggiando il fiume. Per raggiungere l’inizio del percorso dovete prendere la metro fino a Mount Vernon West e dirigervi verso Oak Street, dove troverete la pista ciclabile.

Da Pulaski Bridge al Williamsburg Bridge

Questo percorso alternativo vi porta da Long Island City, nel Queens, fino al Lower East Side. La partenza è dal Pulaski Bridge: da qui dirigetevi lungo Manhattan Avenue fino a Noble Street per poi svoltare su Lorimer Street e deviare attraverso lo scenario verde di McCarren Park per un breve giro. Usciti dal parco riprendete la pista ciclabile su Kent Avenue, che vi condurrà direttamente al Williamsburg Bridge. Come il Brooklyn Bridge, anche questo ponte offre una bella vista sulla città, anche se un po’ ostruita dalla struttura. Il percorso pedonale e ciclabile è breve e piuttosto tranquillo, certamente meno trafficato rispetto al Ponte di Brooklyn; al termine approderete nel Lower East Side, su Delancey Street.

Rockaway Beach

Se visitate New York in estate, le spiagge rappresentano il contesto ideale per una passeggiata in bicicletta. Tra le più belle della Grande Mela c’è Rockaway Beach, nel Queens. Per raggiungerla prendete la metro fino a Sheepshead Bay/East 16th Street e dalla stazione inizia il percorso ciclabile. Il primo tratto passa attraverso bellissime zone residenziali per poi fiancheggiare la spiaggia fino al Marine Parkway Gil Hodges Memorial Bridge. Potete attraversare il ponte in bicicletta e una volta giunti al termine, svoltate a sinistra verso Jacob Riis e Rockaway Beach.

Franklin D. Roosevelt Boardwalk

Combinate una gita sul traghetto gratuito Staten Island Ferry con una passeggiata in bicicletta alla scoperta di questo sobborgo residenziale di New York. È un percorso ideale per le famiglie o chi è a caccia di un po’ di tranquillità e inoltre avrete il vantaggio di ammirare la Statua della Libertà durante la traversata in battello. Una volta approdati a Staten Island, per raggiungere la spiaggia prendete il treno Staten Island Railway da St. George fino alla fermata Old Town e da qui raggiungete la costa attraversando Ocean Breeze Park. Il lungomare costeggia tutta la spiaggia da  South Beach fino a Midland Beach offrendo bellissime viste sull’oceano e su Manhattan.

Dove noleggiare le biciclette

Esistono vari punti di noleggio dove potete prendere le biciclette in affitto. Uno dei sistemi più utilizzati ed economici è il City Bike, il servizio di noleggio pubblico che dispone di vari punti di prelievo e rilascio in tutta la città, ma ha delle modalità un po’ particolari e ve lo consiglio solo se fate dei giri brevi perché ogni corsa deve essere di massimo 30 minuti. In alternativa esistono altri punti di noleggio più adatti alle lunghe passeggiate, e dislocati vicino ai vari percorsi che volete esplorare.

Galleria Foto