New York accessibile

Se New York simboleggia per tutti il sogno americano, finalmente questo sogno è diventato accessibile a tutti. Negli ultimi anni la Grande Mela ha fatto passi da gigante per abbattere tutte quelle barriere architettoniche che in passato impedivano a tanti visitatori in carrozzina di godersi la città senza problemi e disagi. Nonostante si tenda a pensare il contrario, New York è una delle mete turistiche più accessibili ai disabili e questo lo si nota non solo nei trasporti, ma anche nei musei, nelle attrazioni, nei negozi, nei teatri e nei bar che dispongono di rampe di accesso, servizi e assistenza proprio per le persone in carrozzina.

Come sempre è bene però organizzare il viaggio pianificando ogni dettaglio e informandosi su  hotel, ristoranti e bar accessibili ai disabili. Infatti, nonostante siano molte le attività attrezzate per le persone in carrozzina, non tutti i locali e gli edifici hanno ingressi, bagni e/o ascensori a norma. Molti ristoranti hanno degli ambienti piccoli che rendono difficile muoversi in carrozzina e può capitare che alcuni hotel si trovino vicino a stazioni della metro non dotate di ascensore.

Se anche voi state sognando un viaggio a New York, eccovi qualche consiglio su come muoversi in città e su quali attrazioni e locali sono accessibili ai disabili.

Dall’aeroporto a Manhattan

Tutti gli aeroporti offrono tante alternative per raggiungere Manhattan.

Per un trasporto più comodo potete optare per uno dei taxi ufficiali, situati all’esterno dei vari terminal. In base alla legge, i tassisti non possono rifiutare la corsa ai disabili e se siete soli l’autista deve fornirvi assistenza per salire sulla vettura; chiunque non rispetti queste regole può essere denunciato.

Oltre ai taxi, esistono altre forme di trasporto offerte da compagnie private, leggermente più costose, ma che offrono vetture più comode e maggiori servizi. Potete prenotare questo tipo di transfer prima della partenza o direttamente in loco negli appositi banchi dell’aeroporto.

Se preferite un transfer più economico, potete optare per il servizio navetta, chiamato NYC Airporter Transfer, che dispone di mezzi accessibili. Ogni autobus dispone di alcuni posti per le  persone in sedie a rotelle e sono previste corse frequenti durante la giornata.

Gli aeroporti sono collegati a Manhattan anche con i mezzi pubblici e dispongono di stazioni accessibili. Se però gli aeroporti di Newark e JFK dispongono di un collegamento diretto in treno o in metro, un po’ più difficoltoso è il transfer dall’aeroporto La Guardia, da cui dovete prendere prima l’autobus fino alla stazione della metro e poi una delle linee dirette a Manhattan, quindi in questo caso vi consiglio di optare per un’altra forma di trasporto per una questione di praticità. Controllate inoltre che la fermata della metro in cui dovete scendere sia dotata di ascensore.

Muoversi a New York

Oltre ai taxi disponibili in tutta la città, le persone in carrozzina possono muoversi a New York con i mezzi pubblici senza troppe difficoltà. L’autobus è il mezzo più indicato per viaggiare perché la maggior parte di essi è dotata di una pedana mobile che facilita l’accesso alle carrozzine gli autisti sono sempre disponibili ad offrire assistenza se siete da soli. Un po’ più complicato è invece il trasporto in metropolitana perché non tutte le stazioni sono attrezzate con ascensori o rampe di accesso, perciò è necessario informarsi in anticipo. Ovviamente l’autobus ha lo svantaggio di essere più lento della metro perché talvolta si può rimanere bloccati nel traffico. Per le persone con disabilità sono previsti degli sconti sulle tariffe della metrocard, acquistando la tessera presso gli uffici informazioni delle stazioni.

Esiste anche un autobus speciale, riservato esclusivamente ai disabili, dal nome “Access-a-Ride”. È una sorta di taxi-autobus che opera 24 ore su 24 solo su prenotazione telefonica e applica le stesse tariffe di una corsa in metro o in bus. L’unico inconveniente è che la prenotazione va effettuata 24 ore prima, perciò utilizzatelo se avete già un programma ben definito. Tenete presente inoltre che non è un taxi ma un servizio pubblico condiviso con altre persone; ciò significa che le fermate vengono stabilite di volta in volta in base alle destinazioni dei passeggeri perciò potreste anche essere gli ultimi a scendere. Con questo servizio potete portare con voi un accompagnatore.

Un modo molto comodo per spostarsi da un’attrazione all’altra sono gli autobus hop on hop off. Molti di questi mezzi sono accessibili e offrono il vantaggio di scendere direttamente di fronte all’attrazione desiderata o di ammirarla comodamente dall’autobus ascoltando i commenti e le informazioni fornite dalla guida. Per via degli scalini non potrete accedere alla parte superiore dell’autobus ma vi godrete comunque la città dal piano inferiore.

Anche le stazioni ferroviarie e i treni Amtrak sono accessibili ai disabili perciò non dovrete rinunciare a fare splendide gite a Washington o in altre città vicine a New York.

New York è bella anche da “vivere in strada”, girando con la sedia a rotelle tra le vie della città. I marciapiedi della Grande Mela sono piuttosto ampi, soprattutto attorno al centro e nelle aree turistiche; ad ogni incrocio ci sono poi delle rampe per salire e scendere dal marciapiede senza difficoltà.

Attrazioni accessibili

Molte delle attrazioni e dei musei più famosi di New York sono accessibili ai disabili, tra cui:

  • crociere e Statua della Libertà. Le crociere e i tour in battello sono sempre un ottimo modo per ammirare lo skyline della città e alcune delle sue attrazioni come la Statua della Libertà. Tutti le compagnie offrono assistenza per aiutare a salire la rampa di accesso, ma tenete presente che il ponte esterno non è accessibile;
  • musei e biblioteche. Praticamente tutti i musei e le biblioteche, incluso il MoMa, la New York Public Library, il Museum of Natural History e il Met, sono accessibili ai disabili, con accessi dotati di rampe, ascensori e toilette a norma. Informatevi sui vari siti web in merito alla collocazione degli ingressi accessibili. Alcuni musei mettono a disposizione gratuitamente l’uso di sedie a rotelle durante la visita;
  • osservatori. Anche i turisti in carrozzina possono godersi la splendida vista di New York dall’Empire State Building o dal Top of the Rock;
  • teatri. La maggior parte dei teatri, tra cui anche il Lincoln Center e il Radio City Music Hall, sono stati resi accessibili negli ultimi anni e offrono un  sempre più servizi agli spettatori disabili, che possono così divertirsi ad assistere ad uno dei meravigliosi musical di Broadway. È bene però sempre verificare che il teatro sia in grado di soddisfare le proprie esigenze prima di acquistare il biglietto;
  • centri commerciali e negozi. Molti centri commerciali, Macy’s in testa, e negozi, tra cui il M&M’s Store, dispongono di ingressi con rampe e porte automatiche, ascensori per raggiungere i piani superiori e toilette a norma;
  • stadi. A partire dal famoso Madison Square Garden fino allo Yankee Stadium, tutti gli stadi di New York sono stati resi accessibili ai disabili, che possono così godersi incontri sportivi, concerti e tanti altri eventi. Ogni struttura dispone di sezioni specifiche riservate alle persone in carrozzina;
  • parchi e ponti. Central Park è in gran parte accessibile, così come altri parchi della Grande Mela, ma è bene controllare sui siti web la posizione delle toilette a norma, perché non tutte quelle presenti nel parco sono adeguate. Anche il Brooklyn Bridge e altri ponti offrono delle rampe di accesso per carrozzine.

Big Apple Greeter: tour organizzati

Big Apple Greeter è un’associazione gestita da molti volontari disabili che aiutano i turisti ad organizzare la vacanza a New York fornendo informazioni utili sulle attrazioni e i tour accessibili. Molti dei volontari si offrono anche come guide per accompagnare i turisti disabili alla scoperta dei quartieri della Grande Mela.

Noleggio di sedia a rotelle

Se non volete portare con voi la vostra sedia a rotelle potete noleggiarne una direttamente a New York recandovi in una qualsiasi pharmacy. Potete scegliere tra vari modelli, da quella manuale a quella a motore oppure gli scooter elettrici per disabili.