Matsue

Matsue è una città della Prefettura di Shimane, sull’isola di Honshu, situata tra i laghi Shinji e Nakaumi , lungo le rive del fiume Ohashi che collega i due. La popolazione complessiva della zona Lago Shinji-Nakaumi è di circa 600.000, un aspetto che fa di Matsue la seconda città più grande sul mare della costa del Giappone dopo Niigata.
La città è attraversata dal fiume Ohashi, il quale crea una rete di canali che fa di Matsue una vera e propria città sull’acqua. La rete idrica venne creata per ragioni militari, quando il castello di Matsue fu costruito nel 1611.
La città vanta la presenza del bellissimo Castello di Matsue , detto anche “castello nero”, uno dei 12 castelli ancora intatti del Giappone. I suoi giardini sono un percorso tortuoso attraverso boschi di bambù, arbusti e alberi, molti dei quali sono particolarmente antichi. Tutto intorno, il vecchio fossato chiamato “Horikawa”.
Lo scrittore Lafcadio Hearn insegnò a Matsue nel periodo 1890-1891. La sua casa è ora un museo sulla sua vita, e una popolare attrazione turistica di Matsue. In tutta la città vi sono monumenti e punti d’interesse dedicati ad Hearn. Altri musei da non perdere sono il Museo d’Arte di Shimane e il Tanabe Art Museum .

Santuario di Sada Jinja

Il santuario di Sada Jinja è la patria della Sada Shin Noh, una danza sacra che comprende una serie di rituali di purificazione. Nel corso della danza vengono utilizzati dei tappetini tenuti dai ballerini e poi offerti alle divinità in modo che vi si possano sedere. Diverse forme di danza vengono eseguite su un palco allestito nel santuario, il tutto accompagnato dal canto, flauti e batteria. Queste danze vengono trasmesse di generazione in generazione. Nel novembre 2011, Sada Shin Noh è stata iscritta nella lista UNESCO del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

Il castello

Il Castello di Matsue è un castello di epoca feudale che è stato soprannominato anche “castello nero” (a causa del fatto che la maggior parte delle mura del castello sono rivestite da assi di legno nere), uno dei pochi castelli medievali rimanenti in Giappone, tali da conservare ancora la sua struttura originale in legno, senza aver subito ricostruzioni in cemento.
Il castello venne edificato nel 1607 e terminato quattro anni dopo, sotto il governo del locale signore Horio Yoshiharu. Nel 1638, il feudo e il castello passarono al clan Matsudaira, una nuova ramificazione del clan Tokugawa in quel momento al comando.
Il Castello di Matsue possiede l’unica torre rimasta in tutta la regione di San-in: dalla torre si gode di una vista panoramica che domina il Lago Shinji-ko e la città.
Il sito dove un tempo sorgeva il castello è diventato oggi il Parco Shiroyama, con un’ampia zona ricreativa per gli abitanti della città.
Lungo il fossato nord che da su Shiomi-Nawate Street è conservata ancora la residenza di un samurai vissuto nel 18 ° secolo, caratterizzata da pareti bianche, recinzioni in legno e una fila di vecchi pini.
Visitabile anche l’ex residenza del romanziere Lafcadio Hearn, naturalizzato giapponese.
Nel 1875, tutti gli edifici all’interno del castello furono distrutti, ad eccezione della torre.
Tra il 1950 e il 1955 la struttura è stata interessata da un importante intervento di restauro.
La torre di guardia, che esternamente sembra avere cinque piani, ne conta in realtà sei.

Matsue “Dan Dan” Food Festival

Questo festival si svolge generalmente tra il 6 gennaio e il 18 marzo in vari luoghi della città di Matsue.

Il Matsue “Dan Dan” Food Festival è un evento in cui gli chef si esibiscono preparando specialità locali e mostrando la loro abilità. Tra gli eventi principali:

  • Dan Dan Fair: Onsen, Ryokan e hotel della città intrattengono gli ospiti con menù speciali.
  • Dan Dan Delicious Market: mercato di bancarelle e stand che vendono prodotti tipici di Matsue.
  • Dan Dan Gourmet Festival: grandi pasti a buffet e sfide tra chef.
  • Dan Dan Dinner Party: cena con menu speciale da condividere con cuochi e personale degli hotel.

Matsue City Warrior Parade

Questa parata va in scena ogni 7 aprile: si tratta di una grande festa cui partecipano tutti gli abitanti di Matsue, riportando in vita una serie di personaggi dei primi del 16° secolo. Tutti i partecipanti indossano costumi d’epoca e marciano attraverso la città: principesse, signore, dame di compagnia, guerrieri corazzati e nobili di corte.
Spesso la sfilata è accompagnata da danze tradizionali ed esibizioni musicali, oltre a dimostrazioni di tiro con l’arco.

Suigo-sai Festival

Questo festival si svolge ogni anno tra il 5 e il 6 agosto ed è probabilmente il festival estivo che meglio rappresenta la “città d’acqua” che è Matsue. Le sue origini affondano nel 1929. Il fulcro della festa è rappresentato dai fuochi di artificio che illuminano il cielo notturno e si riflettono sulla superficie dell’acqua.

Matsue `Suitouro`

Il festival si svolge dal 16 di settembre al 15 di ottobre 15, il sabato, la domenica e i giorni festivi.
Matsue Suitouro è un festival di acqua e luce, che offre la possibilità di godere della magica vista dei corsi d’acqua illuminati da lanterne, nei dintorni del castello e presso Nawate Avenue. Stand gastronomici offrono specialità locali. Salendo a bordo di una delle Horikawa Sightseeing Boat, è possibile effettuare un piacevole giro notturno della città.

Casa da tè Kanden-an

Il Signore Matsudaira Fumai, maestro del tè e daimyo della provincia di Izumo, era solito frequentare spesso questo rifugio di montagna appartenente alla famiglia Arisawa, cercando una liberazione dalle preoccupazioni quotidiane. Nel 1792, la casa da tè Kanden-an, che porta il nome della villa di cui fa parte, fu costruita secondo le specifiche del Signore Fumai.
Una delle case da tè più importanti di tutto il Giappone, Kanden-an è stata anche annoverata tra i beni culturali nazionali. Le sue peculiarità sono il tetto in paglia, la sua compattezza e l’uso sapiente di luci e ombre.

Casa da tè Meimei-An

Si tratta di una delle due più antiche case da tè di Matsue. Commissionata nel 1779 da Lord Fumai, daimyo e fondatore della Fumai Style Tea Ceremony, questo luogo è stato curato per molti anni da uno dei suoi seguaci più stretti. Meimei-An si trova nella sua attuale sede dal 1966 ed è caratterizzato dal suo fitto tetto di paglia.

Shiomi Nawate

Questa serie di residenze di samurai si trova nei pressi del fossato nord del castello di Matsue. I muri delle case sono ricoperti con piastrelle di colore grigio.

Buke yashiki

Residenza di samurai, costruita a metà del periodo Edo, è ancora oggi conservata nel suo stato originale. Rispetto ad altre dimore simili, questa abitazione è piuttosto grande e austera, ad indicare un proprietario che a suo tempo non si è lasciato andare a sprechi e ha optato per la sobrietà. All’interno della casa sono esposti vari oggetti di uso quotidiano.

Gesshoji

Tempio di famiglia del clan Matsudaira, l’edificio principale fu smantellato in epoca Meiji e mai più ricostruito. Ciò che resta sono invece le tombe di nove generazioni di Matsudaira, con le loro porte in legno finemente intagliate, ciascuna delle quali a rappresentare un periodo diverso nella progressione dello stile architettonico Edo.
La più grande delle tombe è quella appartenente a Naomasa, nipote del primo daimyo del clan Matsudaira.
Ogni cancello è contraddistinto da un proprio motivo decorativo. Di particolare rilievo sono le uve sul cancello che conduce al sepolcro del Signore Fumai, scolpite dall’ amico e maestro artigiano Kobayashi Jotei. Degna di nota è la grande pietra a forma di tartaruga di fronte alla tomba di Matsudaira VI. La leggenda vuole che l’animale si aggirasse di notte per i giardini, fermandosi a bere dallo stagno nel cortile principale.

Tanabe Art Museum

Fondato nel 1979 dall’allora governatore della prefettura Choemon XXIII, questo museo espone i tesori di famiglia di venticinque generazioni del clan Tanabe. Tra gli oggetti esposti, ciotole di tè e altri attrezzi utilizzati per la cerimonia del tè. L’edificio, progettato da Kikutake Kiyonori, sfrutta in modo ottimale la luce e l’ombra, al fine di creare un ambiente tranquillo e sobrio e una sensazione di spaziosità.

Sorgenti termali

Sulla riva nord del lago di Shinji si trovano le calde acque termali di Matsue, che hanno una temperatura di ben 76° C. Qui si trova anche il famoso O-Yu-Kake Jizo, dove molti vengono a bollire le uova o a pregare per la salute, versando acqua bollente su una statua della divinità buddista Jizo.
Nelle vicinanze si trova anche il Matsue Folk Art Center, che espone vari prodotti regionali.

Lago Shinji

Per lungo tempo il Lago Shinji ha funzionato come una sorta di orologio, che indicava il momento della giornata in base alla serie di flussi e riflussi delle maree. Le sue acque ospitano una grande vita marina: ogni mattina i pescatori vi si recano a pescare, proseguendo una tradizione che dura da secoli.
Anche con il cielo grigio, il lago Shinji è capace di offrire un bellissimo spettacolo, soprattutto al tramonto, quando il paesaggio diventa degno di una cartolina.

Santuario Yaegaki

Questo santuario è dedicato alle divinità del matrimonio. In particolare commemora l’unione della principessa lnata con il Signore Susano, dopo che quest’ultimo soggiogò coraggiosamente il minaccioso serpente a otto teste, Yamatano Orochi.
Il santuario attira ogni anno numerosi visitatori in cerca di un compagno o di una benedizione sulla loro futura vita sentimentale. Nella casa del tesoro annessa al santuario è custodita un’antica raffigurazione della principessa lnata.

Fudoki-No-Oka

Visitare Fudoki-No-Oka significa fare un viaggio indietro nel tempo, nel passato antico del Giappone: qui si trova infatti un importante sito archeologico con luoghi di sepoltura e vari reperti risalenti al primo secolo dC, che sono ora in mostra nel museo del complesso.
Accanto a Fudoki-No-Oka si trovano i cosiddetti Tumuli di Okadayama che hanno regalato agli archeologi un vasto numero di gioielli, spade e altri oggetti. La scoperta più avvincente è stata però quella del 1984, quando fu rinvenuta una spada con su scritto il nome del possessore, Nukatabe no omi. Questo ritrovamento è stato molto importante per la ricostruzione di alcuni fatti storici avvenuti nella zona.

Santuario di Kamosu

Passando oltre Fudoki No Oka, si arriva a Taisha-zukuri, dove si trova questo antico santuario che è stato annoverato tra i tesori nazionali del Giappone. In primavera è imperdibile lo spettacolo dei ciliegi in fiore.

Fiume Ohashi

Il fiume attraversa Matsue, dividendola in due parti: quella settentrionale, dall’atmosfera più aristocratica, e quella meridionale, più vivace.
Una triste leggenda racconta di Gensuke, un servitore al servizio di un daimyo, che fu sepolto in profondità nel letto del fiume allo scopo di placare la violenta ira del Kami del fiume. I turbolenti flussi della marea avevano infatti ostacolato la costruzione del castello del daimyo, portandolo all’estrema decisione di sacrificare uno dei suoi servitori.

Ex residenza di Lafcadio Hearn

In questa residenza il romanziere Hearn trascorse i suoi giorni più felici, dedicandosi alla scrittura, attraverso la quale ebbe anche occasione di rendere omaggio a questa dimora. Uno dei suoi saggi più conosciuti è quello dal titolo “In un giardino giapponese.” Ancora oggi la residenza e i suoi giardini hanno mantenuto un fascino di altri tempi.

Lafcadio Hearn Memorial Museum

Questo museo espone alcuni oggetti appartenenti o legati ad Lafcadio Hearn, uno degli scrittori più prolifici dell’ovest del Giappone. Tra questi spicca una scrivania appositamente progettata dallo stesso Hearn per facilitare il suo lavoro di scrittura.
Altri oggetti esposti includono la sua penna d’oca e il suo calamaio preferito, così come diverse pipe.
La struttura è utilizzata anche dalla Società Letteraria Hearn, “Yakumo-Kai”.

Museo d’arte di Shimane

Il Museo d’Arte di Shimane è stato aperto nel 1999. Progettato da Kiyonori Kikutake e con una superficie complessiva di 12.500 mq, ospita una collezione di arte giapponese e occidentale, tra paraventi Momoyama e dipinti di Corot, Sisley, Monet e Gauguin.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!