Gyoza

I gyoza sono una specie di ravioli contenenti carne e verdure.
Ce ne sono principalmente di tre tipi:

  • yaki gyoza: saltati in padella
  • sui gyoza: cotti al vapore
  • age gyoza: fritti

Si mangiano in genere come “contorno”, cioè difficilmente si fa un pasto a base di soli gyoza.

Come mangiarli

Di solito si intingono in una salsa fatta per metà da salsa di soia e per metà da aceto. Se vi piace il piccante potete aggiungere un po’ di rayu (olio piccante).

Dove mangiare i gyoza

Li trovate nella gran parte dei ristoranti di ramen, piatto con il quale i gyoza si sposano molto bene.
Vi consiglio anche Gyoza Lou, ristorante che si trova ad Harajuku e che è aperto fino a tarda notte, dove i gyoza costano poco e sono molto gustosi.
Se passate da Utsunomiya, nella prefettura di Tochigi, fermatevi per provare i gyoza che lì sono molto buoni e disponibili in molte varianti.
Considerate di spendere dai 250yen in su per un set di 6 gyoza.

Video

In questo video mangio i gyoza da Gyoza Lou, ad Harajuku.

Ricetta

Questa ricetta dei gyoza inviata da Francesco Ristori con la collaborazione di Yumi Morita.

Ingredienti

  • Farina 200-250gr
  • Acqua q.b.
  • Macinato di maiale 350gr
  • Porri n°1
  • Zenzero q.b.
  • Cavolo verza 1/2 -1/3 ca

Attrezzatura

  • Recipiente Ø ca 30cm
  • Recipiente Ø ca 15cm
  • Mattarello piccolo
  • Tagliere, mezzaluna (o coltello)
  • Grattugia

Procedura

Le quantità specificate sono per 4-5 persone, aumentate o diminuite in proporzione a seconda delle persone a tavola.
Preparate la pasta, mettendo nel recipiente grande la farina [oppure su un piano, come vi trovate meglio] ed aggiungete pian piano l’acqua, finché l’impasto non raggiunge la consistenza desiderata; secondo i giapponesi un metodo per capire se la densità è quella giusta, la pasta dovrà avere la consistenza del lobo del vostro orecchio.

Riponete la pasta a riposare in frigo, coperta con del cellophane.
Preparate ora il ripieno, mettendo nel recipiente più piccolo il resto degli ingredienti: bollite il cavolo verza in acqua non salata e strizzatelo prima di aggiungerlo; utilizzate lo zenzero in polvere oppure zenzero fresco grattugiato e strizzatelo sopra l’impasto del ripieno; il porro invece andrà aggiunto previo sminuzzamento in quadratini di 2-3mm [utilizzatene solo 2/3, la parte verde è un po’ dura per questa preparazione].

Con un cucchiaio, o con le mani, cominciate a pigiare l’impasto, pressatelo finché non diventa abbastanza omogeneo, questa operazione sarà un po’ lunga.
Riprendete ora la pasta che intanto ha riposato, fatene dei “salami” di 3cm ca di diametro e tagliatene “fette” di 1cm ca, lavoratele ora con il mattarello, utilizzando farina per non farle attaccare.
Otterrete dei dischi di 8cm ca di diametro, inseritevi l’impasto del ripieno e bagnatene le estremità con dell’acqua, in modo da aiutare la chiusura.
Chiudeteli a mo’ di spina di pesce, come in foto.
Adagiateli in una padella oliata calda, fateli scottare qualche istante ed al momento in cui la parte inferiore sarà cotta, aggiungete dell’acqua nella padella, chiudete con un coperchio e aspettate fine cottura.
Gustate i Gyoza con della salsa di soia.

Gyoza Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!