Guidare a New York

Probabilmente vi avranno già sconsigliato di guidare nella Grande Mela ed in effetti i motivi per cui è meglio affidarsi ai mezzi pubblici sono tanti: il traffico molto intenso tipico delle grandi città, i tassisti spericolati alla guida, il parcheggio molto costoso in particolare a Manhattan, i pedoni che il più delle volte non rispettano i semafori pedonali e i ciclisti che invadono la corsia riservata alle macchine. Del resto se la maggioranza dei residenti di New York non possiede un auto un motivo c’è! Va detto che anche i trasporti pubblici di New York sono molto efficienti ed economici: gli autobus arrivano in ogni zona della città, la metro ha una rete molto estesa ed è attiva 24 ore su 24 ed entrambi potete utilizzarli con un unico pass (metrocard) che costa solo 31 dollari a settimana con corse illimitate; persino il taxi è più economico della macchina a noleggio.

Ma noleggiare un’auto ha anche i suoi lati positivi, a partire dalla comodità di raggiungere qualsiasi punto della città in qualsiasi ora e momento della giornata senza dover attendere l’autobus e nemmeno dover scendere e salire dalla metro. Poi c’è la questione sicurezza, perché la macchina vi permette di girare tranquillamente di notte, quando il traffico è ridotto rispetto al giorno. Se poi viaggiate nella bella stagione potete pensare di noleggiare una macchina con il tettuccio apribile per visitare la città, percorrendo la Fifth Avenue in stile “Colazione da Tiffany’s”, mentre osservate le persone a passeggio, per poi attraversare il Ponte di Brooklyn con il vento tra i capelli e ascoltando la vostra musica preferita. Avere un’auto a disposizione è comodo anche per fare qualche gita fuori porta verso le Cascate del Niagara, la Hudson Valley o le spiagge degli Hamptons, esplorando così le bellissime zone rurali dello Stato di New York e i suoi parchi nazionali.

Quindi, anche se potrebbe risultare un po’ difficoltoso e costoso, guidare a New York, è un’esperienza unica che sicuramente arricchirà il vostro viaggio di ricordi e aneddoti divertenti. Tuttavia è bene organizzarsi e sapere cosa serve e quanto costa noleggiare e guidare una macchina a New York.

Quanto costa noleggiare una macchina

Il costo del noleggio dipende logicamente dal tipo di vettura che pensate di affittare, ma in generale si parte da un prezzo settimanale di 450-500 dollari. Sono previsti comunque degli sconti per chi prenota e paga l’auto online, quindi vi suggerisco di scegliere questa soluzione, che vi consente inoltre di avere una scelta più ampia rispetto alle auto che sono disponibili in loco. Se volete ulteriormente risparmiare vi suggerisco di noleggiare una macchina nel New Jersey, dove potreste pagare anche 100-200 dollari in meno, perciò potrebbe essere un’idea se atterrate all’aeroporto di Newark. Ricordatevi inoltre che per il noleggio è obbligatorio avere un’età minima di 21 anni e avere con sé la patente di guida e una carta di credito. Se avete tra i 21 e i 25 anni le compagnie di noleggio applicano un supplemento ulteriore ai prezzi.

Parcheggiare la macchina

Oltre al costo del noleggio, che comunque non è eccessivo se siete in un gruppo di 4-5 persone, dovete tener conto del parcheggio, che è il tasto più dolente per gli automobilisti newyorchesi. Come prima cosa vi consiglio di verificare se il vostro hotel è dotato di parcheggio o, meglio ancora, scegliere un alloggio che abbia un parcheggio e magari proponga tariffe convenzionate per i clienti; in questo modo di notte e nei giorni in cui non avete intenzione di usare la macchina potete tranquillamente lasciarla nel garage della struttura. Per risparmiare e poter ridurre i tempi degli spostamenti è bene inoltre informarsi sulla posizione e sui prezzi dei vari parcheggi in giro per la città, organizzandovi in base al vostro itinerario ed evitando così di perdere tempo prezioso vagando per le strade di New York in cerca di un posto auto. Uno dei migliori siti da consultare in questo caso è New York Best Parking dove potete inserire le date e l’orario di arrivo e partenza, ottenendo i parcheggi disponibili con l’indirizzo e il prezzo.

Il prezzo dei parcheggi a Manhattan parte da un minimo di circa 20 dollari l’ora e si arriva anche fino a 40-50 dollari l’ora, ma alcuni garage propongono anche pacchetti giornalieri e notturni  per le soste prolungate (comunque mettete in conto almeno 40 dollari al giorno).  Prestate molta attenzione alle tariffe e non lasciatevi abbindolare da promozioni troppo vantaggiose: alcuni garage, per attirare i clienti, allestiscono all’esterno cartelli del tipo “5 dollari All Day”, ma in piccolo poi trovare la dicitura “up to an hour”, quindi la tariffa di 5 dollari è valida solo per la prima ora e poi nelle ore successive vi ritroverete a pagare molto di più! Quindi non abbiate paura di chiedere tutte le informazioni del caso.

Oltre ai garage, è possibile anche parcheggiare in strada, gratuitamente o a pagamento, anche se non è proprio la soluzione ideale in quanto a praticità. Prestate la massima attenzione ai cartelli perché le regole variano a seconda delle strade.  Quando la sosta è a pagamento dovete inserire le monete, banconote o usare la carta di credito nei parchimetri preposti lungo la via, che a volte accettano solo determinati tagli. Le tariffe variano da 1 dollaro all’ora per i quartieri più periferici a 3,50-5 dollari all’ora nelle zone centrali di Manhattan, mentre di domenica i parcheggi sono sempre gratuiti in tutti i sobborghi. La durata massima di sosta consentita può andare da un’ora a dodici ore e ciò significa che se è possibile parcheggiare per un massimo di un’ora il parchimetro accetta il pagamento del parcheggio per un’ora soltanto, quindi se volete prolungare la sosta, dovete fare ritorno alla macchinetta e inserire nuovamente i soldi. Oltre a questo bisogna tener presente le regole della “sosta alternata”: la maggior parte delle strade di New York, infatti, prevede l’obbligo di parcheggiare solo su uno dei due lati della strada, in maniera alternata, in determinati giorni e orari per rendere possibile le operazioni di pulizia. Il cartello di parcheggio alternato presenta un P rossa con il simbolino di una scopa per i pavimenti e sotto riporta tutte le indicazioni su orari e giorni in cui la sosta è vietata. Dove trovate invece le strisce gialle significa che la sosta è vietata. Tenete sempre a mente che se in Italia lasciando la macchina in sosta oltre il tempo previsto, in doppia fila o in un punto non consentito avete una buona percentuale di farla franca, a New York quasi al 100% prenderete la multa. Infine, anche se può sembrare un consiglio banale, se parcheggiate in strada segnatevi l’incrocio e il nome del viale in cui avete lasciato l’auto! Questo perché parcheggiando in un garage avrete un tagliandino su cui è riportato l’indirizzo, ma in strada dovrete ricordarvelo voi e dato che non conoscete bene la città e alcuni viali sono molto lunghi, potreste fare fatica a ricordarvi dove avete parcheggiato. Se avete difficoltà a ritrovare la macchina, chiamate il numero di assistenza 311 e un operatore vi aiuterà a localizzare l’auto.

I pedaggi

A questi costi dovete poi aggiungere eventuali pedaggi previsti nei punti di accesso alla città, ad esempio quando attraversate i ponti e i tunnel. Se noleggiate la macchina all’aeroporto e dovete raggiungere Manhattan sicuramente vi troverete a pare una cifra che varia da 1,50 dollari a 6 dollari circa, ma prima di partire vi consiglio di informarvi bene sui metodi di pagamento perché per ridurre il traffico e le code la città sta avviando un programma che prevede la sostituzione della moneta con un pass, un sistema che funzionerebbe un po’ come per la metropolitana.

Quanto costa la benzina e dove fare rifornimento

Uno dei vantaggi di guidare a New York, e negli Stati Uniti in generale, è il prezzo economico della benzina, anche se nella Grande Mela costa leggermente di più che in altre città. Per darvi un’idea attualmente 1 gallone di benzina, che corrisponde a 3,785 litri costa circa 2,80 dollari. Ma una delle cose che vi chiederete girando in macchina a Manhattan è: dove sono le stazioni per fare rifornimento di benzina? Dovete sapere che solo negli ultimi 8 anni più di 30 stazioni di Manhattan hanno chiuso per fare spazio a grattacieli e nuove costruzioni, e per il momento se ne contano poco più di 10 tra la 96th Street e l’estremità meridionale dell’isola. Vi consiglio di appuntarvi gli indirizzi sulla mappa della città in modo tale da sapere dov’è la più vicina quando necessario.

La patente internazionale

La patente italiana è valida per guidare a New York, ma dovrebbe essere accompagnata dalla patente internazionale oppure da una traduzione certificata in inglese. La patente internazionale è accettata in tutti gli Stati, quindi se dopo New York avete intenzione di visitare altre località in macchina, vi consiglio questa modalità. La potete richiedere alla motorizzazione e resta valida per 3 anni.

Consigli utili per guidare a New York

Anche se molti sono tentati di noleggiare una macchina in aeroporto, rifletteteci bene e valutate l’alternativa di ritirare l’auto in un punto noleggio della città, perché altrimenti dovrete guidare nel traffico di New York e orientarvi nella Grande Mela dopo 9-10 ore di volo, quando sarete certamente stanchi.

All’inizio sarete un po’ intimoriti, ma è normale: avrete centinaia di auto che vi affiancano a destra e sinistra, tra chi suona il clacson e chi vi taglia la strada, cambia corsia senza mettere la freccia o tenta di superarvi, e ad ogni incrocio dovrete fermarvi per un semaforo o un attraversamento di pedoni ogni 5 minuti. Ma dopo un po’ ci prenderete la mano e comincerete ad abituarvi; all’inizio procedete pure a passo lento, poi se ve la sentite accelerate un po’ ma sempre rispettando i limiti. In ogni caso all’interno di Manhattan è difficile che riuscirete ad andare veloci o a percorrere un viale senza dovervi fermare di frequente.

È importante inoltre conoscere le regole basilari sulla circolazione in strada per evitare incidenti e anche multe. Ad esempio a differenza di altre località dello Stato di New York e del Paese, nella Grande Mela è vietato svoltare a destra quando il semaforo è rosso. In particolare nelle grandi Avenue, prestate attenzione ai cartelli perché in certi orari non potete svoltare a sinistra: questo viene fatto per ridurre il traffico nelle vie del centro. Infine, ricordatevi di tenere sempre gli occhi aperti e soprattutto fare attenzione ai pedoni che attraversano la strada senza rispettare il semaforo.