Free zone a Dubai

Le Free Zones, o zone di libero scambio, offrono licenze commerciali e benefici alle imprese di proprietà straniera: ogni Free Zone è concepita intorno ad uno o più settori di business e offre esclusivamente le licenze legate a quel determinato settore. Una società costituita in una Free Zone offre ai proprietari il 100% della proprietà, uffici o magazzini appositamente costruiti e un regime di esenzione fiscale.

A Dubai esistono oltre 20 Free Zones.

Dubai International Academic City (DIAC)

La DIAC si trova all’interno della Dubai Academic City, che si estende su una superficie di 129 milioni di metri quadrati. Il progetto è stato lanciato nel maggio 2006, con lo scopo di proporsi come punto di riferimento per scuole e università. All’interno della DIAC studiano oltre 12.000 studenti, suddivisi in 13 istituti internazionali di istruzione superiore.

Dubai Internet City (DIC)

Parco tecnologico creato dal governo di Dubai come zona economica di libero scambio: DIC offre alle aziende che decidono di investire qui la possibilità di godere di alcuni benefici, tra cui notevoli agevolazioni fiscali. Grazie a questi vantaggi, molti colossi mondiali della tecnologia hanno deciso di spostare al DIC le loro sedi regionali: Microsoft, IBM, HP, Nokia e Siemens, solo per citarne alcuni.
Dubai Internet City, un membro della controllata Dubai Holding TECOM Investments, è stata fondata nell’ottobre del 1999 e ha aperto le sue porte nell’ottobre 2000. Si tratta della più grande infrastruttura ICT del Medio Oriente, costruita all’interno di una zona di libero scambio.
Dubai Internet City sorge circa 25 chilometri a sud del centro città di Dubai, sulla Sheikh Zayed Road tra Dubai e Abu Dhabi . Si trova adiacente a Dubai Marina, Jumeirah Beach Residence e Palm Jumeirah.

Dubai International Financial Centre (DIFC)

Zona franca a carattere finanziario, sviluppata su circa 110 ettari e dotata di un proprio sistema giuridico distinto da quello degli Emirati Arabi Uniti. Il DIFC mira a fornire una piattaforma per gli istituti commerciali e finanziari, tale da creare un ambiente favorevole alla crescita, al progresso e allo sviluppo economico di molte imprese internazionali. Il DIFC ha anche i suoi propri tribunali, con magistrati provenienti da Inghilterra, Singapore e Hong Kong.
Dubai International Financial Center ospita anche un albergo, il Ritz Carlton DIFC, sviluppato su 14 piani e composto da 341 camere, 124 appartamenti, residence, 3 ristoranti e una sala da ballo di 1.400 metri quadrati.
Presenti anche varie gallerie d’arte, con opere che mettono in risalto artisti locali ed internazionali.

Dubai Knowledge Village

Zona di libero scambio che fornisce servizi per gli istituti di formazione. Al suo interno operano oltre 400 istituzioni, tra cui università, centri di formazione, centri professionali.

Dubai Media City (DMC)

Zona di libero scambio voluta dal governo di Dubai per aumentare il numero di imprese operanti nel settore dei media, cui agenzie di stampa, editoria, pubblicità, produzione e impianti di trasmissione. DMC offre infrastrutture e tecnologie avanzate per permettere tutte le procedure operative.

Dubai Gold and Diamond Park

Istituita nel 2001, questa zona franca si trova a 20 km dall’aeroporto internazionale di Dubai e rappresenta un’estensione della Jebel Ali Free Zone. Grazie al suo regime fiscale agevolato, Dubai Gold and Diamond Park attrae numerosi produttori e commercianti di gioielli e oro provenienti da tutto il mondo.

Dubai Multi Commodities Centre (DMCC)

Zona franca pensata per tutte le realtà imprenditoriali legate al mercato delle materie prime. DMCC comprende infrastrutture moderne e impianti di stoccaggio appositamente costruiti.

Dubai Silicon Oasis (DSO)

Dubai Silicon Oasis è una zona di libero scambio che si estende su una superficie di 7,2 km ² e offre incentivi e benefici alle aziende operanti nel settore tecnologico. DSO è stata fondata nel 2004 ed è interamente di proprietà del governo di Dubai, che ha investito ingenti capitali per realizzare tutte quelle infrastrutture necessarie alle aziende (stazioni elettriche, fibra ottica ecc.).
Il parco tecnologico possiede un elaborato ed efficiente sistema di alimentazione idrica, supportata da sistemi di pompaggio per il trasporto delle acque reflue.
DSO si trova nelle immediate vicinanze dei principali nodi di trasporto di Dubai: 15 minuti dall’ Aeroporto Internazionale di Dubai, 15 minuti dal quartiere degli affari e 30 minuti da Jebel Ali Port e Port Rashid.
Ad operare a DSO sono soprattutto aziende operanti nei seguenti settori: IT, telecomunicazioni, elettronica, ingegneria, tecnologie internet, automobilistica, energie alternative e molti altri ancora.
I vantaggi offerti dalla zona franca sono numerosi: 100% di proprietà straniera, 100% rimpatrio dei capitali, zero imposte sul reddito, zero imposta sulle società, basso costo delle operazioni, servizi dedicati di sostegno alle imprese, tra cui il sistema integrato di e-business online, rilascio e rinnovo licenze, permessi di lavoro, visti per i dipendenti e per i loro famigliari, pratiche di sdoganamento ecc.

International Media Production Zone (IMPZ)

Zona franca che si rivolge alle società di produzione nel campo dei media. Si estende su una superficie di 43.000.000 metri quadrati ed è situata vicino a Jumeirah Village South. Il governo di Dubai ha in programma di convertire questa zona in una nuova Dubai Media City.

Jebel Ali Free Zone (JAFZA)

Zona franca situata nell’area di Jebel Ali, all’estremità occidentale di Dubai, non lontano da Abu Dhabi. Creata grazie ad un decreto dell’Emiro, Jafza ha iniziato la propria attività nel 1985. Nel corso degli anni, si è evoluta fino a diventare un catalizzatore che consente alle imprese di creare nuove opportunità di crescita. Da un inizio modesto con solo 19 aziende, Jafza oggi vanta una community di oltre 7.100 aziende.
La visione di Jafza, in linea con quella dello sceicco Bin Saeed Al Maktoum risiede nel volersi imporre come leader nell’offerta di soluzioni per il business e la logistica sostenibile.
Jafza è servita dalla stazione metropolitana di Jebel Ali.

Jumeirah Lakes Towers Free Zone (JLT)

Jumeirah Lakes Towers Free Zone è stata fondata nel 2002 grazie ad un’iniziativa del Governo di Dubai, allo scopo di fornire servizi e incentivi alle aziende operanti nel settore delle materie prime. Al 30 maggio 2013 JLT contava oltre 6.600 imprese registrate. JLT Free Zone offre infrastrutture moderne, tra cui impianti di stoccaggio appositamente costruiti.
L’area è organizzata in complessi ciascuno dei quali composto da tre torri, intorno alle quali si trovano dei laghi alimentati dall’acqua di mare del Golfo.
La JLT Free Zone è situata nel cuore della nuova Dubai, sulla Sheikh Zayed Road, ed è servita da due stazioni Metro, Jumeirah Lakes Towers e Dubai Marina. Sia l’Aeroporto Internazionale di Dubai che il New Maktoum International Airport sono raggiungibili in 30 minuti.
Lo sviluppo comprende attualmente circa 180.000 mq di spazi commerciali e residenziali e può ospitare circa 140.000 residenti. Attualmente oltre 65.000 persone vivono e lavorano nella JLT Free Zone.
JLT Free Zone è una delle zone franche che sta registrando la crescita più rapida in termini di aziende iscritte: nei primi sei mesi del 2012 ha registrato un record di 975 nuove aziende, con un aumento del 60% rispetto allo stesso periodo del 2011.

Dubai Maritime City (DMC)

Zona franca interamente dedicata alle attività marittime e sviluppata su un’area di 2.270.000 metri quadrati. Comprende il Centro Marittimo, il Distretto Industriale, il Dubai Maritime City Campus, l’Harbour Residence e le Capitanerie di Porto.
Il Distretto Industriale funge da hub per la produzione e riparazione degli yacht.
Presso il Dubai Maritime City Campus è possibile seguire corsi di studio che spaziano dall’ingegneria navale al trasporto marittimo: il campus offre la possibilità di preparare un personale esperto da impiegare nel settore, fornendo al tempo stesso alloggi e molti altri servizi, tra cui una moschea, un centro congressi e una biblioteca a due piani.