Flickr – condividere le proprie fotografie

Flickr è la più famosa community online di fotografi ed appassionati di fotografia, ed è stata una dei primi siti del cosidetto web 2.0 .

16 motivi per usare flickr

  1. La community è veramente grandeIn Flickr sono state inserite in totale circa 3 miliardi di immagini, e vengono aggiunge migliaia di immagini ogni minuto.Se cercate un sito dove trovare veramente tante foto e mostrarvi al mondo, flickr è il posto giusto.
  2. E’ gratis (o anche a pagamento)L’iscrizione è gratuita e nel pacchetto di base potete inserire fino a 100MB di foto ogni mese, mentre se acquistate l’abbonamento, che costa circa 20Euro all’anno, potete inserire fino a 2GB di foto al mese, avete statistiche dettagliate ed altri servizi.
  3. E’ facile usarloCome tutti i servizi su internet richiede un po ‘di tempo prima di comprenderne tutte le potenzialità, ma se seguite l’intuito e pensate che imparare ad usare Flickr è come un gioco e non un “dovere” tutto risulterà facile ed intuitivo. Inoltre Flickr utilizza tecnologie innovative come AJAX che rendono il web molto più facile, divertente e bello.
  4. E’ facile ricevere commentiSe chiedete a qualcuno di commentare le vostre immagini lo farà, e moltissimi commenti saranno spontanei. In poco tempo potrete migliorarvi grazie ai moltissimi consigli che riceverete.
  5. E’ facile ricevere complimentiSopratutto all’inizio è bello ricevere complimenti per le proprie immagini. A me non piace moltissimo questa cosa però, nel senso che spesso (non solo su flickr, ma anche in altri siti) si ricevono complimenti anche per foto bruttine e questo non permette di migliorarsi.
  6. Potete trovare amiciNon solo virtuali ma anche reali. Non sempre, ma comunque potrebbe succedere di trovare altri fotografi che abitano nelle vostre vicinanze e magari potreste incontrarvi a qualche manifestazione e scambiare quattro chiacchiere.
  7. Ha una parte Creative CommonsPotete diventare conosciuti inserendo in Flickr alcune foto concedendole sotto licenza Creative Commons.Oppure potete cercare foto rilasciate con questo tipo di licenza per utilizzarle in qualunque cosa volete. Molte delle immagini pubblicate con questa licenza di solito sono di pessima qualità, quindi potrebbe essere facile riuscire a diventare conosciuti con poco sforzo.
  8. Potete guadagnare indirettamente dalle Creative CommonsE’ abbastanza difficile riuscirci, però c’è chi ci riesce. Praticamente la tecnica consiste nell’inserire una foto Creative Commons di media qualità, e quando qualcuno la trova ed è interessato ad utilizzarla, vede un altra vostra foto simile con una qualità decisamente migliore, e quindi magari potete riuscire a venderla. E’ una tecnica difficile e di dubbia riuscita, tuttavia qualcuno riesce a farci un po’ di euro ogni tanto.
  9. Potete vendere immaginiE’ davvero difficile che qualcuno veda una vostra immagine su Flickr e sia interessato ad usarla, ma ogni tanto potrebbe capitare.Ovviamente la vostra fotografia dovrà essere davvero eccezionale per far sì che qualcuno vi contatti per acquistarvela, ma comunque potrebbe succedere.
  10. Molti siti sono collegati a FlickrServizi web 2.0 come Moo.com ed altri hanno la particolarità di essere collegati a Flickr tramite un sistema chiamato “API”. Ciò significa che quando voi inserire le immagini su Flickr ad esempio potete entrare su Moo.com e trovare già caricate le voste immagini (prese da Flickr) per stamparle.
  11. Potete trovare nuove ideeSu Flickr c’è talmente una grande quantità di immagini che è davvero facile trovare nuove idee per qualche progetto o foto creativa. Trascorrete qualche ora a cercare tra le immagini e prima o poi l’ispirazione arriverà, ve lo garantisco.
  12. Potete sperimentare nuove tecnicheSu un sito personale se inserite fotografie di media qualità potreste rovinarvi la reputazione, mentre su Flickr potete inserire immagini anche di dubbia qualità per ricevere commenti, ed eventualmente se ricevete commenti negativi potete decidere di togliere le foto di dubbia qualità senza che nessuno vi dica niente.
  13. Potete tenere private alcune fotoNel vostro account flickr potreste aver voglia di inserire le fotografie del matrimonio di un vostro amico, o della serata passata con i colleghi dell’ufficio nella quale avete bevuto come le spugne, ecc. In questi casi, potete impostare che le foto siano “private” e cioè che vengano visualizzate solo ad una ristretta cerchia di amici.Quindi il vostro account resterà pulito e professionale, ma i vostri amici che selezionate potranno vedere le foto a loro riservate.
  14. Potete creare il vostro gruppoC’è la possibilità di creare un gruppo e diventarne il capo. Ad esempio potreste creare un gruppo chiamato “Automobili gialle” nel quale invitate tutti gli utenti ad inserire fotografie delle automobili gialle. Questo è un esempio inutile, però può essere davvero utile creare un gruppo, far sì che diventi famoso e poi diventare a vostra volta famosi per aver creato quel gruppo.
  15. Potete fare il Geotag delle fotoQuesto significa che quando inserite una foto potete dire dove l’avete scattata, ed inserirla in un planetario. E’ davvero molto utile sia per voi sia per trovare foto scattate da altri fotografi in una determinata area.
  16. Se qualcuno vi ruba una foto lo sapreteCi sono stati alcuni casi in cui anche grosse società hanno rubato da Flickr alcune fotografie coperte da copyright e le hanno utilizzate per fini commerciali. In molti casi sono state scoperte ed hanno dovuto dare cospicui risarcimenti ai proprietari delle fotografie, che hanno scoperto il furto tramite altri iscritti a Flickr.

La storia di Flickr

Flickr è stato creato a Vancouver in Canada da parte della società Ludicorp nel febbraio del 2004.

Nel marzo del 2005 Yahoo! acquistò la Ludicorp e il sito Flickr, e nel giugno dello stesso anno tutto il portale Flickr passò dai server canadesi ai server statunitensi.

Nel maggio del 2006 Flickr, che fino ad allora era in “beta” (cioè versione di prova) passò in versione “gamma”, che sta ad indicare che nonostante Flickr era (ed è) stabile, è comunque in continua evoluzione e vengono fatti nuovi test per inserire nuove funzionalità.

Nel dicembre del 2006 la versione gratuita passò da 20MB mensili di upload fino a 100MB e per la versione PRO vennero aboliti i 2GB mensili di upload e vennero portati ad upload illimitato.

Nel gennaio 2007 Flickr annunciò che tutti i membri iscritti da prima dell’acquisizione di Flickr da parte di Yahoo, avrebbero dovuto iscriversi a Yahoo e collegare il loro account Yahoo con il loro account Flickr. In sostanza Yahoo eseguì questa mossa, giustamente criticata da molti, per avere più utenti iscritti a tutti i loro servizi.

Dall’aprile 2008 Flickr consente a tutti gli iscritti al servizio a pagamento (Pro) di effettuare upload di video fino a 90 secondi e fino a 150MB.

Flickr e Getty Images

Getty Images, una delle più famose agenzie di fotografia del mondo, da un po’ di tempo sta lavorando insieme a Flickr per riuscire a trovare nuove soluzioni commerciali.

Verrà creata una piattaforma per vendere i contenuti inseriti su Flickr attraverso il circuito Getty Images.

Solo alcuni fotografi saranno selezionati, e potranno vendere tramite Getty Images le loro foto inserite su flickr e guadagnare commissioni da queste vendite.

Come per tutti i servizi di Flickr ed in genere per tutti i servizi web 2.0 non si sa la data di lancio di questa nuova opportunità.

Applicazioni aggiuntive per Flickr

Sono state create molte applicazioni aggiuntive per rendere Flickr uno strumento ancora più interessante di quello che è.

Gestione immagini

Flickr Import
Si tratta di un sofware per caricare e scaricare immagini su Flickr direttamente dal proprio computer e non dall’interfaccia di Flickr. Molto simile è anche UploadrXL http://uploadrxl.rutgersmit.com/

Flickr Down oppure Flickr Downloader
Sono due semplici programmini per rendere più facile lo scaricamento di foto da Flickr.

Alternative a Flickr

Ci sono alcuni altri siti molto simili a Flickr, che consentono di inserire fotografie ed hanno una community di utenti che commentano le immagini inserite.

Picasa
Questa è probabilmente uno dei servizi più “famosi” più che altro per il fatto che è stato creato da Google ed ha un software molto potente da installare sul computer per poter modificare le proprie immagini ed inserirle direttamente nel proprio account.
Si ha fino ad 1 GB di spazio, ma personalmente non mi piace molto l’interfaccia web di Picasa, le gallerie non mi sembra siano carine. Però è un alternativa molto buona a Flickr.

deviantART
Questo è un sito davvero molto interessante per quanto riguarda i file che vengono inseriti. Infatti a differenza di flickr o di altre community in cui si trovano anche le foto “della nonna” o “del proprio gatto”, su deviantART si trovano perlopiù immagini molto belle fatte da veri e propri artisti o persone che si spacciano per tali.

In questa community si trovano molte fonti di ispirazione ed anche materiale utilizzabile gratuitamente (certi artisti lo permettono), come ad esempio pennelli ed azioni di Photoshop, icone, sfondi ecc.

Su deviantARt trovate anche disegni, non solo fotografie.

Ve lo consiglio sopratutto se il vostro intendo è pubblicare relativamente poche immagini e di grande impatto.

Panoramio
E’ un sito gestito da Google che consente di inserire le proprie immagini su un planisfero (preso da Google Maps).
E’ molto carino perché si può fare una specie di “viaggio” in giro per il mondo osservando le fotografie delle altre persone, tuttavia per alcuni luoghi le foto inserite non sono poi moltissime.
Alcune foto inserite vengono utilizzate anche su Google Earth e quindi è un ulteriore sistema per diffondere le vostre immagini.

Webshots
Oltre 600 milioni di immagini sono state inserite su questo sito, che è davvero molto visitato. Tuttavia sarà per la troppa pubblicità sul sito o per la grafica un po’ snervante, ma non ve lo consiglio.

Ipernity
Questa è una copia spudorata di Flickr, tant’è che se ci entrate la prima volta vi sembrerà di essere su flickr. Può essere un alternativa a Flickr, ma siccome non offre quasi niente di più, salvo il fatto che potete mostrare gratuitamente fino a 1000 fotografie mentre su flickr il limite è 200, vi consiglio Flickr.

Non è molto utilizzato; considerate che cercando “Tokyo” vengono mostrate 2600 fotografie, che sono più o meno il numero che un singolo turista riesce a scattare in un viaggio di una settimana a Tokyo. :-)

Inoltre la qualità delle foto su questo sito è abbastanza bassa.

Fotocommunity.it
E’ un sito italiano, ma ci sono anche le versioni in tedesco, inglese, spagnolo e francese, in cui il livello delle fotografie è molto buono. Non ho mai provato ad iscrivermi per valutarne la community iscritta, però può essere utile per prendere ispirazione per qualche fotografia.

Se vuoi imparare a fotografare dai un'occhiata ai Manuali di fotografia che consiglio.