Dove dormire a Bangkok

Bangkok è una metropoli sconfinata e chi la visita per la prima volta può trovare difficile scegliere in quale quartiere soggiornare. Meglio essere vicino alla movida notturna di Sukhumvit Road o godere di una splendida vista sul fiume Chao Phraya? Il tutto dipende essenzialmente da come volete trascorrere la vostra vacanza: se volete fare un’immersione nella cultura e nella storia di Bangkok, non c’è niente di meglio del quartiere Old City/Khao San Road, se invece siete più appassionati di shopping meglio optare per Siam, uno dei principali quartieri commerciali. Chiaramente anche il budget influisce sulla scelta perché se è vero che ogni quartiere offre una vasta alternativa di sistemazioni, e quindi di prezzi, le zone più esclusive, come quella vicino al fiume, sono caratterizzate da una massiccia presenza di hotel delle grandi catene internazionali, mentre altre zone, come ad esempio la famosa Khao San Road, pullulano di ostelli e guesthouse  più adatti ai giovani backpacker.

Un elemento che invece dovete sempre valutare attentamente è la vicinanza alle principali stazioni dei mezzi pubblici, per risparmiare tempo negli spostamenti; ricordatevi che Bangkok è una metropoli molto trafficata, ma offre un’efficiente rete di trasporti (traghetti, autobus, metro e skytrain) che collega i vari quartieri della città.
Per aiutarvi nella scelta, ecco una breve selezione dei quartieri più famosi di Bangkok e dei pro e contro di ciascuno di essi. 

Sukhumvit

Sukhumvit è un lunghissimo viale sul quale si affacciano hotel eleganti, ristoranti e bar di tendenza, centri commerciali e discoteche. Nonostante qua e là si intravedano ancora alcune realtà tipicamente thailandesi, Sukhumvit rappresenta il volto più moderno e cosmopolita di Bangkok. È il cuore della vita notturna e dello shopping ed è quindi la zona perfetta per chi ama provare i ristoranti più chic, per i festaioli che vogliono fare tardi la sera tra un party e l’altro e per chi adora sostare di fronte alle vetrine scintillanti delle boutique; considerando che Sukhumvit è lungo ben 18 km e che i locali più rinomati sono ben distribuiti, potrebbe essere necessario percorrere lunghe distanze a piedi. Sukhumvit è la zona preferita dagli expat e da tutti gli stranieri che vivono a Bangkok perché qui c’è una grande varietà di ristoranti internazionali. A Sukhumvit si trovano anche i quartieri a luci rosse di Soi Cowboy e Soi Nana, zeppi di go-go bar, night club e pub.

È sicuramente una bella zona in cui soggiornare perché offre un po’ di tutto, eccetto però le attrazioni culturali: per visitare templi e palazzi dovrete necessariamente spostarvi verso gli altri quartieri, ma per fortuna le stazioni di skytrain e metro di Sukhumvit offrono un servizio di trasporto rapido e comodo. Se amate la tranquillità, Sukhumvit potrebbe non essere la scelta più azzeccata: il traffico è molto intenso e il viale è sempre affollato di persone ad ogni ora del giorno e della notte.
Per quanto riguarda le sistemazioni si trova un po’ di tutto, dalle strutture più economiche agli hotel di lusso a 5 stelle.

Riverside – Lungo il fiume

Il fiume Chao Phraya rappresenta le origini di Bangkok: in passato il centro della città sorgeva lungo le sponde e per questo qui si concentrano palazzi, templi ed edifici antichi che offrono ai visitatori uno scorcio sull’affascinante storia di Bangkok. Con lo sviluppo urbanistico, il centro della capitale si è spostato altrove, ma questo luogo conserva ancora un fascino davvero magico e nel corso degli anni sono spuntati diversi hotel di lusso di grandi catene internazionali che accolgono turisti ricchi e coppie che desiderano un rifugio romantico con una splendida vista sul fiume.

Soggiornando in questa zona sarete a pochi passi da attrazioni quali il tempio Wat Arun, il Grande Palazzo Reale, il Mercato dei Fiori, ecc., e potrete raggiungere facilmente gli altri quartieri della città: dai moli posti lungo il Chao Phraya partono numerosi traghetti e water-taxi che eludono il traffico delle strade e offrono un tragitto di gran lunga più panoramico. Non mancano anche le crociere in battello lungo il fiume con la possibilità di cenare a bordo e godersi il suggestivo tramonto sulla città; quando scende la notte non perdetevi lo spettacolo emozionante offerto dalle attrazioni illuminate.  Il traffico in questa zona sembra soltanto un rumore lontano e l’atmosfera è più rilassata rispetto al centro della città.

C’è da sottolineare che i quartieri centrali dello shopping e della vita notturna restano un po’ distanti, perciò se da un lato godrete di un’atmosfera più tranquilla, dall’altro dovrete comunque fare sempre affidamento ai mezzi pubblici per raggiungere il centro. Inoltre se volete risparmiare questa non è di certo la zona più economica: qui sorgono gli hotel e i ristoranti più esclusivi della città che hanno quindi tariffe molto elevate.

Silom

Silom è il quartiere dai due volti: di giorno è il centro degli affari e della finanza, mentre di notte diventa il cuore pulsante della vita notturna. Tra i grattacieli di uffici e le sedi degli istituti finanziari si fanno spazio eleganti ristoranti che servono dell’ottimo cibo thailandese, gli skybar da cui ammirare la città sorseggiando un delizioso cocktail e i locali serali della zona a luci rosse Patpong, famosa per il mercato notturno, i go-go bar e le discoteche. Non è difficile quindi dedurre che, specialmente di sera, il traffico sulle strade si faccia molto intenso e i marciapiedi delle vie principali siano affollati. Per fortuna però, è possibile godersi un po’ di quiete nel “polmone verde” di Bangkok: il Lumphini Park offre lo scenario ideale per gustarsi un picnic, fare sport, passeggiare o fare un giro in barca sul lago.
In quanto ad alloggi, Silom offre un’ampia varietà di hotel adatti a tutte le tasche ed esigenze.
Seppur non offra grandi attrattive dal punto di vista culturale, questo quartiere garantisce un facile accesso alle altre zone di Bangkok e alle maggiori attrazioni: le stazioni della metro e dello skytrain sono disseminate in vari punti di Silom e i taxi girano sempre numerosi nelle vie.

Pratunam

Pratunam è un quartiere dall’atmosfera cosmopolita che attira molti giovani e amanti dello shopping  con budget limitato: le vie pullulano di piccoli centri commerciali, come il Pantip Plaza, regno dell’elettronica, e mercati, tra cui il famoso Pratunam Market, in cui è possibile acquistare ogni genere di prodotto a prezzi decisamente convenienti. L’atmosfera è sempre vivace e anche il traffico è parecchio intenso. Tra i quartieri centrali di Bangkok, Pratunam è quello che offre le sistemazioni e i ristoranti più economici, perciò è l’ideale se volete soggiornare al centro dell’azione spendendo poco, ma se volete raggiungere altre zone tenete a mente che la stazione dello skytrain si trova a più di 10 minuti di camminata. C’è da dire anche che questa zona è un po’ meno moderna e “glamour” rispetto ad altri quartieri commerciali e se da un lato questo significa che si trovano più ristoranti e negozi in stile thailandese, dall’altro potrebbe dare l’impressione di un quartiere più trascurato.
Pratunam è famoso per alcune attrazioni, come la Baiyoke Tower, il grattacielo più alto di Bangkok e icona inconfondibile della città, da cui si gode una meravigliosa vista panoramica e il celebre Monumento alla Vittoria, situato al centro dell’omonima piazza.

Siam

Se amate lo shopping e volete soggiornare nel centro della città, Siam è la zona perfetta per voi!  Rappresenta senza dubbio il volto più fashion e modaiolo di Bangkok e qui sorgono i più grandi e lussuosi centri commerciali con cinema multisala, ristoranti di catene internazionali e negozi di ogni genere; tra questi ci sono il Central World, il Siam Center, il MBK, ecc. Turisti, pendolari e studenti passeggiano fianco a fianco lungo le vie sempre affollate durante il giorno, in particolare nei weekend.
Oltre alla grande varietà di negozi, ristoranti e mercati, qui si trova anche una delle principali stazioni dello skytrain, che rende quindi facili gli spostamenti verso gli altri quartieri della città.
La presenza di attrazioni per bambini e ragazzi, come la pista di pattinaggio, l’acquario e qualche museo, rende Siam la base ideale per le famiglie, mentre chi predilige il divertimento notturno qui non troverà tantissime alternative. Soggiornando a Siam difficilmente riuscirete a respirare un’atmosfera davvero autentica, poiché si tratta di una zona molto moderna, dove poco spazio è lasciato alla tradizione thailandese, anche in termini di cucina: la maggior parte dei ristoranti servono specialità internazionali.

Chinatown

Un turbinio di profumi e colori e un incessante brulicare di attività rendono Chinatown il quartiere più vivace di tutta Bangkok. I sapori e le tradizioni millenarie della Cina attirano ad ogni ora del giorno e della sera una folla di residenti e turisti desiderosi di assaporare le specialità servite dalle numerose bancarelle: Chinatown è il regno indiscusso dello street food. È anche uno dei quartieri più economici sia in termini di shopping che di sistemazioni, anche se per queste ultime la scelta non è poi così vasta; resta quindi una delle zone preferite dai giovani e dai viaggiatori con budget limitato, mentre non è l’ideale per chi è in cerca di tranquillità. Chinatown è anche uno dei quartieri più antichi di Bangkok e passeggiando tra i suoi vicoli pittoreschi si possono notare edifici storici e santuari che sfoggiano uno stile architettonico tipicamente cinese.
Se avete in programma di visitare altre località della Thailandia, dalla stazione ferroviaria di Hua Lamphong, situata nei pressi di Chinatown, partono diversi treni giornalieri diretti verso le principali città turistiche del Paese, perciò potrebbe essere comodo alloggiare in questa zona. Chinatown non è servita dallo skytrain, ma potete spostarvi in metro o con gli autobus.

Old City o Khao San Road

L’isola di Rattanakosin è il centro storico di Bangkok e qui sono concentrate le maggiori attrazioni  culturali della città, tra cui il Grande Palazzo Reale e i templi Wat Phra Kaew e Wat Pho. Soggiornare qui significa essere a pochi passi dalla storia del Paese e immergersi totalmente nell’atmosfera tradizionale thailandese. Il passato della città convive a fianco del presente, rappresentato da Khao San Road: il viale reso celebre dal film “The Beach” è un vivace alternarsi di ostelli e guesthouse dai prezzi economici che attirano una folla di giovanissimi backpacker. A Khao San Road ogni ora del giorno e della notte è perfetta per fare festa: locali, pub, bar e discoteche sono sempre animati e di certo qui è impossibile annoiarsi. Per la sua vita notturna molto movimentata, Khao San Road non è di certo ideale per chi di notte vuole riposare, perciò in questo caso vi consiglio di cercare una sistemazione nei viali più interni o comunque leggermente più distanti dal viale (o in un altro quartiere). In questa zona non mancano anche i negozietti e le bancarelle dove acquistare cibo, vestiti e accessori a buon mercato.
Per chi vuole fare una full-immersion di attrazioni culturali o per chi ha un budget limitato, questa zona è perfetta, ma bisogna mettere in conto che i collegamenti con gli altri quartieri sono un po’ difficoltosi: l’area di Khao San Road non ha stazioni di metro o skytrain, perciò i mezzi migliori per spostarsi sono il traghetto, il taxi, l’autobus e i tuk-tuk.

Vicino al Suvarnabhumi Airport

La zona dell’aeroporto non è certo il massimo per godersi al meglio Bangkok, ma può essere utile pernottare qui se avete un volo al mattino presto oppure se arrivate a notte fonda e non volete addentrarvi nel centro della città, che dista circa 45-60 minuti. In questa zona sorgono tantissimi hotel di lusso, che propongono tariffe più convenienti rispetto al centro di Bangkok, ma a livello di attrazioni non offre granché: a parte qualche centro commerciale, tra cui il grande Mega Bangna, il mercato galleggiante di Boran Bang e qualche tempio non c’è molto da vedere.
Da questa zona potete raggiungere il centro in taxi oppure con il più veloce skytrain (attivo dalle 6 del mattino a mezzanotte); alcuni hotel offrono anche un servizio di navetta gratuito fino alla stazione dello skytrain.