Come dormire in aereo

Spazi ristretti, in sottofondo il rumore dei bambini che giocano e dei vicini che guardano i film e ascoltano musica, la luce che filtra dal finestrino: sono questi i principali fattori che impediscono di riposare durante i lunghi viaggi aerei.

Se dovete affrontare un lungo viaggio e temete di non riuscire a dormire, ecco a voi alcuni consigli utili per giungere alla vostra meta freschi e riposati!

Quale posto scegliere

Ebbene sì, per dormire bene in aereo la miglior strategia è … giocare d’anticipo! Preparatevi al vostro viaggio di relax con questi tre semplici trucchi!
Innanzitutto, fate molta attenzione alla scelta del posto: si tratta dell’elemento che maggiormente influenzerà, in maniera positiva o negativa, il vostro riposo.

La prima domanda da porsi è: finestrino o corridoio? Se disponibile, scegliete un posto accanto al finestrino: vi servirà come base di appoggio quando vorrete dormire e non verrete svegliati dai vostri vicini quando hanno necessità di alzarsi. Inoltre, sarete voi a controllare l’oscurante del finestrino e decidere quando e se fare entrare la luce. Vi sconsiglio però questo posto se soffrite di claustrofobia per evitare fastidiose ansie oppure nel caso in cui avete bisogno di alzarvi spesso e non volete scomodare i vostri vicini. Al contrario, il posto vicino al corridoio potrebbe essere un’ottima soluzione per guadagnare uno spazio extra per allungare le gambe, ma correte il rischio di essere urtati dai passeggeri e dallo staff che transitano lungo il corridoio.

Ma quale fila è meglio scegliere? Se siete tentati dai posti vicino alle uscite di sicurezza e alle paratie perché più spaziosi, riflettete bene. Alcune poltrone vicino alle uscite di sicurezza non sono reclinabili, mentre spesso i posti vicino alle paratie hanno i braccioli fissi e nel caso in cui la poltrona accanto a voi o l’intera fila fosse magicamente vuota, non potrete distendervi. Generalmente poi i posti vicini alle paratie vengono riservati alle famiglie con bimbi piccoli quindi…addio quiete! Ho dormito spesso, benissimo, stando vicino alle uscite di sicurezza, ma non è sempre così purtroppo. Però il fatto di poter stendere le gambe è veramente una comodità.

Un’altra fila da evitare è sicuramente l’ultima: anche qui le poltrone non sono reclinabili e di solito si trovano vicino alla toilette. Inoltre, la parte posteriore dell’aereo è solitamente più rumorosa per via del motore, ma, esclusa l’ultima fila, scegliere un posto in questa zona può avere anche i suoi vantaggi: è più probabile che abbiate un’altra poltrona o addirittura un’intera fila tutta per voi!

Cosa portare

Il secondo consiglio utile che posso darvi è: viaggiate leggeri! Infatti, la dimensione del vostro bagaglio a mano è un elemento da non trascurare! Se viaggiate con due bagagli a mano ingombranti, uno dovrete riporlo sotto la poltrona davanti a voi, rendendo ancora più difficile distendere le gambe. Ricordatevi poi di mettere le poche cose che vi serviranno durante il viaggio, come un libro, l’acqua o uno snack, nella parte superiore del bagaglio, in modo da recuperarli facilmente e posizionarli nel retro della poltrona di fronte a voi prima di depositare la borsa nel portabagagli sopraelevato.

E, infine, puntate sugli accessori! No, non sto parlando di moda, ma di cuscini, tappi per le orecchie e mascherina per gli occhi. Se ve li siete dimenticati, non preoccupatevi, potete acquistarli direttamente in aeroporto prima di imbarcarvi. Il cuscino è solitamente messo a disposizione dalla compagnia aerea, ma, per essere più comodi, dotatevi di un cuscino “collare”, che grazie alla sua forma a “u”, fornirà un morbido sostegno per il vostro collo evitando fastidiosi dolori cervicali al momento del risveglio. Oltre al cuscino, procuratevi una mascherina per gli occhi: terrà alla larga qualsiasi spiraglio di luce proveniente da finestrini, computer, cellulari e schermi vari.

Infine, se volete ridurre al minimo i rumori, indossate dei tappi per le orecchie: anche se non eliminano del tutto i rumori, serviranno ad attenuarli.

In volo

Pronti all’imbarco? Una volta giunti sull’aereo, cercate di rilassarvi e seguite questi semplici consigli.

  • Evitate la caffeina. Non cedete alla tentazione di bere caffè o bevande energetiche prima di imbarcarvi e anche durante il volo, specie se volate di giorno e dormire risulta ancora più difficile. Puntate su acqua o succhi di frutta.
  • Camminate…scalzi! C’è chi si toglie le scarpe subito dopo il decollo, ma non tutti amano camminare scalzi. Togliere le scarpe permette al vostro piede di respirare e migliora la circolazione. Nei voli internazionali, solitamente la compagnia fornisce dei calzini ai passeggeri: indossateli sopra i vostri per tenere i piedi in caldo e camminare scalzi. Ricordatevi però di indossare un paio di scarpe che potete mettere e togliere con estrema facilità. Se andate in bagno mettetevi le scarpe però, perché per terra potrebbero esserci gocce di acqua o peggio ancora di urina.
  • Un aiuto dalla medicina. Esistono anche delle pillole che facilitano il sonno, ma dimenticatevi il fai da te: consultate il vostro medico che vi prescriverà il sedativo più adatto alle vostre esigenze. In alternativa, esistono anche diversi rimedi naturali.
  • Do not disturb. Se non desiderate essere disturbati, informate il personale di bordo che volete riposare così non sarete svegliati quando passeranno a portarvi il pasto o le bevande.
  • Dormite a stomaco pieno. Si sa che avere lo stomaco pieno favorisce il sonno, perciò cercate di mangiare prima di addormentarvi.
  • Fate esercizio. Una leggera attività fisica o un po’ di stretching vi aiuterà a riposare meglio.
  • Bevete e rilassatevi con un film o un buon libro. Come ben saprete, l’alcol aiuta a rilassarsi, perciò non c’è niente di meglio che gustarsi un bel bicchiere di vino e godersi uno dei film messi a disposizione dalla compagnia (solitamente si tratta di film usciti da poco!). Per conciliare il sonno poi, procuratevi un buon libro: vi aiuterà a rilassare la mente.
  • Reclinate la vostra poltrona. Per avere maggior spazio, reclinate indietro la vostra poltrona. Per non sembrare scortesi, assicuratevi prima che il passeggero dietro di voi non abbia il tavolino abbassato (magari anche con una tazza di caffè appoggiata sopra!).
  • Una doccia rilassante. Se ne avete la possibilità, fate una doccia calda prima di imbarcarvi: aiuterà a ridurre la tensione.
  • Vestitevi comodi e a strati. Per evitare di soffrire il caldo o il freddo, vestitevi a strati per permettere al vostro corpo di adattarsi alle varie temperature e indossate degli abiti comodi e non troppo stretti. Usate la coperta che viene fornita dalla compagnia per stare al caldo durante il sonno.
  • Regolate il vostro fuso… di sonno Per evitare il fastidioso jet lag, cercate di programmare il vostro sonno in base ai vostri orari regolari e tenendo conto anche del fuso orario.

Con i bambini

Se viaggiate con i bambini, non preoccupatevi, eccovi anche alcuni semplici consigli per facilitare il sonno dei piccoli passeggeri!

  • Consultate il pediatra. Prima della partenza, parlate con il vostro pediatra che eventualmente vi prescriverà un sedativo leggero adatto al bambino.
  • Programma il volo. Cercate di programmare il volo in modo che coincida con gli orari in cui solitamente dorme il bambino. Per aiutare il piccolo a capire che è ora del “riposino”, mettetegli il pigiama prima dell’imbarco.
  • Dormire in compagnia. Portate il suo peluche preferito o un oggetto con cui è solito dormire. Lo aiuterà a rilassarsi.
  • Un po’ di movimento. Prima di imbarcarvi, tenete occupato il bambino con un po’ di esercizio fisico, è sufficiente anche solo una passeggiata all’interno del terminal. Lo farà sentire più stanco e questo agevolerà il sonno.
  • Dormire a stomaco pieno. Come per gli adulti, anche per i bambini vale la regola che si dorme meglio a stomaco pieno! Fate mangiare il bambino prima di imbarcarsi o portate un biberon per nutrirlo durante il decollo.
  • Fatelo sedere accanto al finestrino. In questo modo avrà meno distrazioni. Per impedire che la luce disturbi il suo sonno, spegnete la luce di cortesia e abbassate l’oscurante.
  • Mantenete la routine. Se siete abituati a cantargli la ninna nanna o a leggergli un libro prima di dormire, mantenete le stesse abitudini anche in aereo.

Disturbi del sonno

Per chi soffre di disturbi del sonno è opportuno fare anche altre considerazioni.

Se russate, potreste sentirvi a disagio nel momento in cui vi ritroverete a dormire in mezzo a sconosciuti e temiate di disturbarli. In questo caso, prendete in considerazione l’idea di acquistare dei cerotti nasali che facilitino il respiro.

Se invece soffrite di apnee del sonno, dormire in posizione verticale diminuirà il rischio di incorrere in apnee.

Nel caso in cui il passeggero sia affetto della sindrome delle gambe senza riposo, è consigliabile cercare di muovere le gambe e massaggiarle ogni tanto per alleviare il disturbo.
Anche in questi casi, vi consigliamo di consultare il vostro medico che vi darà le giuste indicazioni adatte alla vostra situazione per rendere il viaggio più piacevole.

La classe

Ovviamente, la classe in cui si viaggia influisce enormemente sulla qualità del viaggio. La maggior parte delle compagnie dispongono di poltrone-letto nella business class, perché il segreto per viaggiare comodi è essere rilassati.

Ma anche per chi non può permettersi un biglietto in business class, ci sono grandi novità: alcune aziende che fabbricano aerei, hanno suggerito che basterebbe aggiungere 3 cm di spazio per ogni poltrona per migliorare il riposo nella classe economy. E gli esperti concordano sul fatto che uno spazio extra per reclinare la poltrona e distendere le gambe sia sinonimo di un comfort maggiore.

Spero che questi consigli possano esservi utili e ricordate che dopotutto…siete in vacanza!

Buon viaggio/riposo!