Differenze tra eclissi solare ed eclissi lunare

L’eclissi è un fenomeno che da sempre affascina chi lo osserva e per millenni i popoli l’hanno studiato per capire come e perché avvenga. Perché un’eclissi avvenga si devono verificare alcune condizioni, che si riconducono essenzialmente alla posizione di Terra e Luna rispetto al Sole. In base alla variazione della posizione e della distanza tra questi tre corpi, si distinguono diversi tipi di eclissi, che sono raggruppati però in due grandi insiemi: l’eclissi solare e l’eclissi lunare.  La differenza principale è che durante l’eclissi lunare la Terra si interpone tra il Sole e la Luna impedendo ai raggi solari di sfiorarla, mentre nell’eclissi solare è la Luna che si posiziona tra il Sole e la Terra oscurando il Sole parzialmente o totalmente.

Ma questa non è l’unica differenza tra le due eclissi.

Le tipologie

Entrambi i due tipi di eclissi si suddividono, a loro volta, in diverse tipologie. L’eclissi lunare si distingue in:

  • penombrale. Si verifica quando la Luna transita nel cono di penombra della Terra, quindi al di fuori del cono d’ombra. In questo caso la Luna, vista dalla Terra, potrebbe apparire semplicemente più scura in alcune zone;
  • parziale. Questo tipo di eclissi invece si verifica invece quando una parte della Luna entra nel cono d’ombra della Terra e viene oscurata poiché non riceve i raggi del Sole;
  • totale. Si verifica quando tutta la Luna entra nel cono d’ombra della Terra e viene completamente oscurata;
  • orizzontale. É un evento piuttosto raro perché avviene quando nonostante l’eclissi lunare è possibile, in alcune aree del mondo, vedere in contemporanea sia il Sole che la Luna.

Allo stesso modo anche l’eclissi solare può essere di varie tipologie:

  • totale, quando la Luna si trova in posizione ravvicinata alla Terra e ricopre interamente il Sole oscurandolo;
  • parziale, quando la Luna non riesce a coprire interamente il Sole, ma solo una parte di esso;
  • anulare, quando la Luna si trova alla massima distanza dalla Terra e il suo diametro più ridotto si posiziona davanti al Sole, oscurandone solo la parte centrale;
  • ibrida. É un fenomeno molto raro che consiste in una combinazione tra l’eclissi totale e quella anulare.

Con quanta frequenza si verificano?

La frequenza dipende dal tipo di eclissi. Dato che le eclissi totali avvengono solo con un preciso allineamento di Sole, Terra e Luna, non avvengono di frequente, mentre per tutti gli altri tipi si registrano circa due eclissi lunari e tre/quattro eclissi solari all’anno.

Visibilità e durata

L’eclissi lunare, ad eccezione di quella orizzontale, è visibile ovunque sia notte durante il fenomeno per una durata che può variare da qualche minuto a qualche ora, mentre l’eclissi solare si può vedere solo in un’area ristretta della Terra e per questo a volte è difficile da vedere se si tratta di una zona remota o difficile da raggiungere. Per questo le eclissi solari sono maggiormente attese quando si verificano in luoghi accessibili, come avverrà per l‘eclissi del 2017 negli USA. D’altra parte però, l’eclissi di sole dura solo pochissimi minuti.

Sicurezza

Se l’eclissi di luna può essere osservata tranquillamente ad occhio nudo senza alcun pericolo per la vista, non è lo stesso per le eclissi di sole. In questo caso è indispensabile avere appositi occhiali o filtri che proteggano gli occhi dai danni dei raggi solari.