Diario di Vittorio in Giappone

In questa pagina il diario di viaggio scritto da Vittorio Bertani, vi consiglio di dare un occhiata al suo ottimo blog. Un diario con molti consigli e con video davvero simpatici.

Introduzione

1° Maggio ’09

è giunto il momento di decidere cosa fare per le vacanze. con Claudio parlottiamo su dove andare.

C: “facciamo un tour in nord europa, svezia finlandia…”

V: “si che bello, guardiamo i prezzi… ecco no, andare la costa 600€ gli alberghi costano una follia, tanto vale andare in Giappone!”

C: “guardiamo quanto costa… Vitty non ci crederai ma con Alitalia A/R volo diretto Milano-Tokyo costa 500€”

V: “:O”

Giorni a seguire

V: “oddio andiamo in Giappone, ma siamo sicuri?”

C: “io devo comprare casa, ca***!”

V: “effettivamente forse spendiamo un casino…però tutti mi dicono che non costa così tanto, c’è anche lo Yen basso”

13 Maggio ’09

C: “ti mando via mail la copia dei biglietti, partiamo il 16 Agosto e torniamo il 3 Settembre!”

V: “Yuppi!”

30 Maggio ’09

C: “no Hiroshima no!”

V: “uff, ok allora facciamo Tokyo, Kyoto, Osaka e qualche gita fuori porta da Tokyo. prenoto gli alberghi!”

Dove Dormire

a Tokyo

Shinjuku Washington Hotel, posizione perfetta! preparatevi a perdervi per tornare in hotel, i primi due giorni ci siamo persi sempre! la stazione di Shinjuku ha tipo 100 uscite ahaahah. l’albergo non è male, al piano terra ci sono dei ristoranti se ve la vedete brutta, c’è anche un Combini dove comprarsi la colazione se siete di fretta.

a Osaka

Dotonbori Hotel, è stato scelto per le statue che ci sono di fronte all’albergo. è abbastanza vicino al centro, la camera era grande per essere in giappone.

a Kyoto

Nagomi Ryokan, ci sono stato tanto tempo qui dentro, se volete sapere perché, potete trovare la risposta qui. forse questo è stato scelto un pochino a caso, non saprei dirvi altro visto che su 3 giorni a Kyoto uno e mezzo l’ho passato li dentro. c’era il WiFi per fortuna.

Cosa Mangiare

partiamo dal presupposto che io mangio tutto, non mi spaventa nulla! tipo questo coso misterioso ed abominevole. questo è stato positivo. questo mi è stato “consigliato” da marco. se siete in crisi fiondatevi su McDonalds. un posto da non perdere è la gelateria ColdStone se volete sapere perché guardate qui. se poi volete sapere cosa ho mangiato e bevuto in tutti i miei giorni giapponesi potete guardare sul mio account flickr.

Shopping per Bambini Cresciuti

per chi come me è nato negli anni ’80, il Giappone è un tuffo nel passato pazzesco, tutti i miei ricordi di quando ero piccolo sono collegati ai cartoni animati giapponesi, come lui oppure lui. Ci sono negozi di 7 piani di fumetti, soprattutto ad Akihabara di cui non ricordo i nomi [ Marco li saprà di sicuro ] o centri commerciali interi come il Mandarake a Nakano, pieni di ricordi in cui spenderete tutti i vostri soldi e poi scoprire di non avere spazio in valigia. Piango ancora al pensiero della bambola di Creamy Mami lasciata la. poi c’è anche qualcuno che è disposto a spendere 200€ per comprare una bambola come questa. il mio bottino può vantare un CaneRobot di Yattaman di ben 30cm, un grembiule da cucina di Doraemon, una marea di roba dei CareBears, un centinaio di spille e tutte quelle cagate che solo in Giappone puoi trovare come quel portachiavi edamame, zampe mozzate, scatolette che parlano, chiudo con questo un portachiavi per veri NERD!

Shopping

per me il migliore resta TokyuHands, io vorrei abitare dentro a un TokyuHands. tutto quello di cui si può aver bisogno c’è. ho preso, scatolette per il bento, coltelli in ceramica [ compratene una marea, non come me che ne ho preso solo uno e l’ho regalato a mia madre, costano 1/4 di quanto li paghereste in Italia ], salsa Tonkatsu, formine per fare dei simpatici tramezzini, pellicce di misteriosi animali, modellini di cuore umano, palline che ti estirpano i punti neri per magia, furoshiki, carrarmati, spade… insomma tutto quello che può servire per una vita piena di confort.

per quanto riguarda i vestiti, se non siete magri metteteci pure una pietra sopra, sono riuscito a prendere due magliette giusto perché ho avuto culo, a tal proposito un posto che consiglio è Uniqlo, costa poco e ci sono delle cosine niente male. il migliore tra tutti quelli che ho visto è senza dubbio And A, qui ho preso solo degli accessori, piango ancora al ricordo di quella bellissima felpa in puro peluche silver che non mi stava. altro indirizzo sa segnalare è LaForet ad Harajuku una sorta di Rinascente, dentro vi segnalo Monomania e una sorta di merceria piena di roba che non potete neanche immaginarvi.

se volete vedervi le foto del mio Giappone guardatele qui.

ciao ciao vitty

http://vittypasticcy.wordpress.com

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!