Cosa fare in una spa

È la prima volta che andate in una SPA e siete curiosi di sapere “cosa vi aspetta”? Cosa dovete portare, quali sono le cose da fare e in quale ordine (se prima la sauna e poi il bagno termale o viceversa), se ci sono delle regole, ecc. Sono tante le cose a cui pensare che spesso ci si dimentica di  quella più importante: rilassarsi. È bene quindi partire preparati e seguire poche e semplici regole  per godersi nel migliore dei modi la propria vacanza di benessere!

Relax totale

La prima regola da non dimenticare quando si va in una spa è quella di fermarsi, nel senso di smettere di fare, di pensare, di agire, di agitarsi: non siamo al lavoro, non abbiamo una scadenza, non dobbiamo prendere un treno e non siamo in mezzo al traffico. Lasciamo tutti i pensieri, le ansie e le preoccupazioni sull’ingresso della spa e facciamo l’unica cosa davvero importante e di cui spesso ci dimentichiamo: ascoltare. Ascoltiamo i suoni rilassanti che ci circondano, il dolce scorrere dell’acqua dalle cascatelle, la musica soft in sottofondo e più di ogni altra cosa il silenzio che di solito regna nelle Spa e che fa uno strano effetto quando si è abituati ad un mondo di soli rumori. Ma oltre ad ascoltare ciò che ci arriva dall’esterno è altrettanto importante ascoltare noi stessi, ritrovare il contatto con le nostre emozioni e sensazioni. Il relax e l’ozio non sono mai fini a se stessi, ma ci consentono di fare spazio nella nostra mente e nel nostro cuore, consentendo alla parte più profonda di noi stessi di esprimersi e di guidarci. Affinché questo avvenga è indispensabile lasciarsi andare, permettere a tutti i nostri 5 sensi di attivarsi e recepire tutto ciò che ci circonda senza opporre alcuna resistenza: immergersi nei colori tenui e nella quiete degli ambienti, inebriarsi dei profumi degli oli e dell’acqua termale, sorseggiare e gustarsi le tisane e affidarsi alle mani esperte dei massaggiatori.

E solo quando rinunciamo a voler avere il controllo su tutto e seguiamo ciò che ci dice il nostro corpo che finalmente riusciamo a ritrovare il benessere e a rilassarci.

Seconda regola: l’abbigliamento

Prima di lasciarvi andare al relax è bene prepararsi avendo con sé tutto l’occorrente per una giornata alla spa. Se alloggiate in un albergo con terme annesse è probabile che molti di questi accessori vi vengano forniti direttamente dalla struttura, ma comunque informatevi prima della partenza. Ciò che non deve mai mancare è:

  • accappatoio per spostarsi da un ambiente all’altro senza soffrire per gli sbalzi di temperatura, in particolare quando le vasche termali sono all’aperto;
  • ciabatte antiscivolo per camminare sui pavimenti umidi delle spa; le ciabatte devono essere usate soltanto all’interno del centro benessere;
  • asciugamano per il corpo per asciugarvi ogni volta che uscite dalla sauna o dalla piscina e da posizionare sotto il corpo quando vi sedete nella sauna. Normalmente questo asciugamano viene fornito dalla spa e può essere utilizzato anche per coprirsi qualora si scegliesse di stare senza costume. Anche se da noi non si usa molto, in realtà all’estero  è molto comune non indossare il costume perché garantisce una maggiore igiene.
  • telo viso, utile nella sauna e nel bagno turco per asciugare il sudore;
  • acqua per mantenere idratato il corpo.

Come comportarsi.

Una volta che avete tutto pronto, ecco alcuni semplici accorgimenti da adottare per vivere al meglio la vostra esperienza alla spa:

  • il giorno precedente alla spa evitate aglio, cipolla e alcool perché l’aria calda di saune e bagno turco accentua e gli odori e se avete in programma un trattamento non correrete il rischio di “nauseare” la povera massaggiatrice!
  • cercate di arrivare con un po’ di anticipo così potrete cambiarvi e fare una doccia o uno scrub prima di entrare nelle vasche termali;
  • all’ingresso dovreste ricevere tutte le informazioni sugli armadietti, gli orari, ecc.; lasciate i vostri oggetti di valore e il cellulare nell’armadietto o meglio ancora in camera se alloggiate in hotel;
  • anche se siete in compagnia parlate con un tono di voce basso in modo da non disturbare gli altri, soprattutto nelle saune e nelle vasche termali;
  • se dopo aver fatto la sauna o il bagno nelle vasche avete prenotato un trattamento, fate prima una doccia per lavare via sudore e il cloro;
  • se nella spa ci sono più vasche o saune, solitamente viene sempre indicato all’ingresso il percorso consigliato che sarebbe bene seguire; di solito il percorso è graduale e si parte da saune a temperatura più bassa per poi passare a quelle più elevate;
  • concedetevi anche del tempo di riposo nella zona relax, magari bevendo qualche tisana per mantenere idratato e depurare il corpo.

Sauna e bagno turco

Esistono vari tipi di saune e quelle finlandesi sono le più calde. Prima di entrare nella sauna si consiglia di:

  • fare una doccia e asciugarsi bene;
  • sarebbe bene togliere il costume da bagno perché ostacola l’evaporazione del sudore e potrebbe provocare irritazioni nelle pelli più sensibili;
  • non fare un pasto pesante e non bere alcool prima di fare la sauna;
  • rimuovere ogni accessorio, come gioielli, orologi, occhiali o lenti a contatto perché potrebbero rovinarsi con il calore e l’umidità, oltre a irritare la pelle;
  • portare con voi un asciugamano su cui appoggiarvi e per asciugare il sudore.

Il tempo di permanenza nella sauna varia da una persona all’altra, ma in generale si consiglia un massimo di 7-10 minuti per quelle più calde. Le saune ad infrarossi hanno invece una temperatura più bassa e sono migliori per chi ha problemi di pressione bassa o comunque per chi mal sopporta le elevate temperature. Se la spa dispone di più saune a temperature diverse, iniziate da quella con la temperatura più bassa e poi aumentate, facendo una pausa tra una e l’altra. C’è poi il bagno turco, che si differenzia dalla sauna per il suo ambiente molto umido; in questo caso si consiglia generalmente di non sostare più di 10-15 minuti. Le elevate temperature e l’umidità di sauna e bagno turco stimolano la sudorazione e ci aiutano ad espellere le tossine. Ogni volta che si esce dalla sauna o dal bagno turco è importante fare una doccia fredda o tiepida e poi riposare qualche istante nella sala relax fino a che il corpo non è ritornato alla temperatura normale. Questi sbalzi di temperatura, oltre ad avere effetti benefici sulla circolazione, servono al nostro corpo per rafforzare le difese immunitarie e proteggerci quindi da raffreddori ed influenze.  Questi benefici sono meno visibili rispetto a quelli che si riscontrano immediatamente sulla nostra pelle, la quale si presenta più morbida e tonica.
Al termine della sauna si consiglia di idratare il corpo per reintegrare i liquidi e i sali minerali persi; evitate di bere alcool e caffè, ma optate per tè, tisane, acqua e spremute.
Se avete avuto problemi di salute o soffrite di malattie croniche è sempre opportuno consultare il medico prima di andare in qualsiasi spa. 

Massaggi e trattamenti

Saune, bagno turco e vasche termali andrebbero fatti prima dei trattamenti per pulire la pelle e far sì che assorba meglio le creme e gli oli utilizzati, ma dipende un po’ dal tipo di trattamento che avete scelto; se dovete fare la ceretta è meglio lasciar passare almeno un’ora, altrimenti la pelle potrebbe essere troppo sensibile. Recatevi presso la sala di attesa con un po’ di anticipo rispetto all’orario del trattamento. Se avete in programma più di un trattamento cercate di prendere gli appuntamenti in modo da avere un po’ di tempo per il riposo tra uno e l’altro.

Prima del trattamento ricordatevi inoltre di:

  • rasarvi la sera prima del trattamento, per gli uomini che devono sottoporsi alla pulizia del viso o a qualche altro trattamento facciale perché in questo modo la pelle è meno sensibile;
  • evitare di mangiare pesante poco prima di fare qualsiasi massaggio o trattamento estetico, considerando che poi dovrete stare distesi e quindi fareste fatica a digerire; bevete ma non troppo per non dover poi andare spesso alla toilette;
  • togliere gioielli, orologi, ecc.
  • indossare abiti comodi, che siano facili da togliere e rimettere, a meno che non sia consentito andare direttamente in accappatoio, ma è meglio informarsi prima. A seconda di ciò che dovete fare vi potrebbe essere richiesto di spogliarvi completamente (poi vi verrà dato un asciugamano per coprire le parti da non trattare) o semplicemente togliervi la maglietta;
  • comunicate eventuali allergie o se avete una pelle particolarmente sensibile perché alcuni trattamenti potrebbero non essere molto indicati;
  • informate il terapeuta qualora doveste prendere parte ad una cerimonia o un evento importante così eviterà trattamenti troppo aggressivi che potrebbero scatenare irritazioni;
  • se fate un trattamento al viso, è preferibile togliere le lenti a contatto perché potrebbero darvi fastidio oppure informate il terapeuta che le indossate.

Il trattamento, che sia un massaggio o una semplice pulizia del viso, è un momento di totale relax e per questo è importante che parliate con il vostro terapeuta, spiegando se c’è qualcosa che  vi dà fastidio e vi impedisce di rilassarvi: ad esempio se la musica è troppo forte, se l’ambiente è troppo freddo o troppo caldo, ecc.  Non vi preoccupate se durante la seduta non avete voglia di parlare: il terapeuta capirà la vostra necessità di tranquillità e si limiterà ad una conversazione legata al trattamento. Se avete con voi il cellulare, spegnetelo o disattivate la suoneria. Infine fate un respiro profondo, chiudete gli occhi e rilassatevi!

Al termine del massaggio verrete lasciati da soli nella stanza per farvi rilassare. Non correte subito a vestirvi, ma prendetevi il tempo necessario per godervi questo momento, respirate, alzatevi con calma, e rivestitevi. Poi dirigetevi all’angolo relax per bere una tisana o un po’ d’acqua.

La mancia

Alcune spa includono le mance nel prezzo del trattamento, ma in ogni caso informatevi bene al momento della prenotazione. In generale non sono obbligatorie, ma se siete soddisfatti dal servizio lasciate un 15%-20% del totale direttamente al terapeuta o aggiungeteli al momento del conto.