Cosa comprare in Cina

La Cina vanta una grande tradizione in termini di artigianato. Basti pensare alla bellezza delle ceramiche cinesi, tradizione manifatturiera antica di ben 8000 anni. Già nel neolitico venivano prodotti mirabili oggetti in bronzo, giada e ceramica.

I viaggiatori amanti dei souvenir troveranno pane per i loro denti in Cina, con merci di ogni tipo e di ogni prezzo: seta, tè, antiquariato, dipinti, stampe, perle ecc.

Perle

Le perle cinesi provengono da ostriche d’acqua dolce e sono particolarmente preziose. Uno dei maggiori siti di produzione è Shanghai (circa 800 tonnellate all’anno). Occorre però fare molta attenzione ai falsi, soprattutto quando si viene avvicinati per strada da individui che insistono per proporci perle a prezzi un po’ troppo vantaggiosi. Per capire veramente se sono vere, si può ricorrere alla prova dei ‘denti’ (quelle false risultano più morbide e scivolose).

Seta

Seta è una delle prima cose che viene in mente quando si pensa alla Cina. Seta cinese è sinonimo di incredibile qualità. Se si decide di acquistare della seta, i posti migliori sono Hangzhou, Sichuan, Suzhou e Dandong.

La cultura del tè in Cina affonda le sue radici in un passato remoto. Da secoli il tè è apprezzato e consumato non solo come bevanda, ma anche come ingrediente fondamentale della medicina tradizionale cinese.
I tè vengono generalmente classificati in base a diversi fattori, come la zona di produzione, il mercato di destinazione, la pezzatura della foglia, ecc.. Il fattore più rilevante è rappresentato però dal metodo di lavorazione che le foglie subiscono dopo la raccolta e in particolare il grado di ossidazione delle foglie, in base a cui si distinguono: i tè verdi (non ossidati), i tè neri (completamente ossidati) e i tè “semi-fermentati” (oolong), caratterizzati da un grado di ossidazione intermedio.
In Cina si impiega un sistema di classificazione che distingue sei tipologie fondamentali di tè, ottenute con sei diversi processi di lavorazione: Lucha (Tè verde), Huangcha (Tè giallo), Heicha (Tè nero), Baicha (Tè bianco), Qingcha (Tè oolong) e Hongcha (Tè rosso).

Porcellana

Le porcellane furono tra i primi oggetti ad essere introdotti al mondo occidentale attraverso la Via della Seta. Una delle città più famose per la produzione di porcellane è Jingdezhen.

Artigianato

Gli appassionati di artigianato locale possono scegliere tra un’ampia gamma di prodotti: ricami, xilografie, oggetti in cuoio, ceramiche ecc.

Dipinti

La pittura cinese rappresenta una delle più antiche tradizioni artistiche di tutto il mondo.
I due principali stili pittorici sono il cosiddetto stile “meticoloso” e quello “a mano libera”, tipico degli acquerelli.

Calligrafie

La calligrafia cinese è una vera e propria forma d’arte e i calligrafi sono artisti molto rispettati. Ci sono diversi stili di scrittura, ognuno con le proprie caratteristiche e finalità.

Antiquariato

Grazie alla sua storia millenaria, la Cina è il paradiso per gli amanti dell’antiquariato. In ogni città e località turistica si possono trovare negozi e bancarelle ricchi di oggetti interessanti. E’ importante tuttavia accertarsi di acquistare solo prodotti certificati.

Vini e Liquori

Le bevande alcoliche, nell’antica Cina , erano considerate sacri e venivano impiegate solo nei sacrifici.
Oggi, tuttavia, vini e liquori sono diventati parte della quotidianità dei cinesi e molti di essi hanno vinto premi internazionali, come ad esempio il Moutai di Guizhou, il Wuliangye da Yibi di Sichuan, il Yanghe Daqu di Jiangsu e il Fenjiu di Shanxi.

Erbe e medicamenti

La medicina tradizionale cinese è parte integrante della cultura cinese: qui le medicine giocano un ruolo sostanzialmente diverso da quello dei farmaci in occidente. Ci sono migliaia di erbe che vengono utilizzate come farmaci, tra cui la radice di Aconitum, la camelia, il cetriolo cinese, i fiori di crisantemo, lo zenzero, il ginseng ecc.
A Pechino si trova una delle più grandi farmacie di medicina cinese di tutto il paese.