Consigli per la vita di coppia

Non fatevi fuorviare dal titolo, in realtà consigli per una vita di coppia non se ne possono dare, nel senso che ogni coppia è un mondo a se e bisognerebbe conoscere la realtà di ognuno per poter consigliare come regolare il rapporto amoroso. Consigli veri e propri no ma solo suggerimenti per non avvelenare con il tempo il rapporto, per non passare dall’amore alla semplice amicizia, per non fare delle piccole scaramucce quotidiane motivi di liti per giorni e giorni. Di fatti come tutti sappiamo la fiamma iniziale sfuma pian piano e lascia spazio ad un sentimento più maturo. Ciò non vuol dire che dopo un po’ l’amore scompare, ma soltanto che si genera qualcos’altro oltre al desiderio. Quel qualcosa che può essere vero amore o semplice affetto. Quante volte le storie che nascono e sembrano un turbinio di passione poi dopo anni e anni che si sta insieme sembra di risvegliarsi con il proprio fratello o la propria sorella nel letto di fianco a noi. Ecco per tener viva la fiamma, per non farsi ammazzare dalle abitudini esistono regole ad hoc.

I piccoli litigi che uccidono la coppia

Spesso sono proprio i piccoli screzi quotidiani, le piccole abitudini che ognuno ha e che disturbano l’altro ad essere da deterrente per il rapporto di coppia. Spesso infatti da un piccolo litigio nasce qualcosa di serio che incrina il rapporto fino a farlo degenerare.
Ecco quindi qualche pratico suggerimento per non rovinare il rapporto di coppia con il tempo. Attenzione questi suggerimenti sono utili, sia che si viva un rapporto di coppia ancora poco maturo, che sta appena sbocciando, sia se si sta insieme da anni e anni. Come dire: meglio essere sempre pronti, sia negli amori di lunga durata, sia per le storie appena nate.

Hai ragione? Bene e allora?

La quasi totalità delle volte che si litiga si afferma sempre che la ragione è dalla nostra parte, magari non al 100% ma basta il 50% o il 60% a non farci ammettere errori e a non farci chiedere scusa se assumiamo atteggiamenti che irritano il partner. Ebbene non dobbiamo lasciare a questa percentuale il diritto di surclassarci e farci diventare arroganti agli occhi del partner. Insomma se si litiga spesso anche se si ha ragione bisogna anche arrivare ad un compromesso. Cercare di capire perchè il partner ci ostacola e quali sono le sue ragioni. Incontrarsi a metà strada insomma. Come sostiene Czeslaw Milosz in “La mente prigioniera” “Uno che dice di aver ragione al cento per cento è un violento e un brigante, è l’ultimo dei farabutti”. Non vorrete mica comportarvi come l’ultimo dei farabutti?

Consigli per lui

Specie per gli uomini è bene approfondire cosa bisogna sapere per non urtare la sensibilità femminile, ma soprattutto per trattare con le donne come sperano di essere trattate. In primo luogo parlare di voi, alle donne non piace andare a fare le detective e scoprire perchè sbuffate la sera o perchè non siete del solito umore. Imparate a confidarvi con la vostra partner, non potrà farvi che bene. Non solo dovete essere sinceri e spontanei, ma dovete parlare molto di voi coinvolgerla in tutto. Non lasciatela fuori dalla vostra giornata, si sentirà importante per voi. Allo stesso modo dovete chiedere a lei che cosa cerca e cosa le passa per la testa, senza essere invadenti cercate di chiederle della sua giornata, ma se siete all’inizio della storia cercate anche di chiederle che cosa non le piace e che cosa invece si in modo da capire i suoi gusti. Insomma all’inizio della storia specialmente bisogna scoprire che cosa le piace e non far vedere che si è interessati solo al suo aspetto fisico.

A dispetto di quanto si creda le donne preferirebbero uscire con un uomo non avvenente ma che le faccia ridere. Questo non vuol dire che sono avvantaggiati i brutti ma simpatici, semplicemente che una buona conversazione, quattro risate e una compagnia divertente sono decisamente meglio di un bell’uomo che non abbia senso dell’umorismo. Diffidate quindi dagli uomini che si prendono troppo sul serio e di conseguenza per gli uomini non siate troppo seri ai primi incontri, anzi fate divertire la vostra compagna, fatele passare una bella serata magari sdrammatizzando su qualche intoppo e il resto verrà da se. Due risate infatti mettono a proprio agio chiunque, anche la persona più nervosa e ansiosa del mondo.

Come farle capire che lei ti piace?

Magari se le guardate continuamente la scollatura e le gambe sicuramente capirà qualcosa. Ma non pensate solo all’aspetto fisico quando siete con lei. Se vi piace fisicamente, ma anche caratterialmente, dovete dimostrale che avete interesse non con richieste esplicite, ma bensì con modi gentili e piccoli gesti che possano catapultare la sua attenzione. Ad esempio lasciale dei biglietti nella borsa oppure falle una sorpresa mandandole dei fiori a lavoro o a casa. Insomma stupisci la tua donna facendole capire che ti interessa davvero, magari puoi farle capire il tuo interesse chiedendole più spesso di uscire oppure dimostrandole (e non soltanto dicendole) che il lato fisico per te viene dopo. Molte donne si sentono appagate dal non sentirsi soltanto desiderate per il proprio aspetto fisico.

All’inizio di un rapporto un’altra cosa per può aiutare gli uomini è sparire di tanto in tanto. Ciò non significa che dovete mollare il corteggiamento, anzi, questo fa parte del corteggiamento. Infondo si dice che in amore vince chi fugge. Con questa tecnica anche lei capirà se è interessata o no a voi, infatti in questo modo potrete appurare se riesce a stare senza di voi, se le mancate, se sente la differenza tra quando è in vostra compagnia e quando invece non ci siete. Un buon test per capire il suo interesse e per farle capire che ha bisogno di voi.
Le donne amano se diventano oggetto di interesse anche soltanto per qualche piccolo screzio o qualche battutina. Di conseguenza un modo per avvicinarla a voi è prenderla in giro ma con dolcezza e di tanto in tanto. Ad esempio se avete notato che fa sempre un gesto con i capelli prendetela in giro imitando i suoi gesti, lo adorerà!

Siate galanti. Diffidate delle donne che si dichiarano indipendenti ed emancipate, magari lo sono per davvero, ma anche la femminista più convinta ama che un uomo le apra la portiera della macchina lo trovano un gesto retrò ma di gusto. Siate quindi dei gentiluomini sia quando parlate con lei, sia nei piccoli gesti, come quello di porgerle il braccio o versarle da bere ecc..
Alcune donne si dimostrano molto fragili quando devono affrontare delle sfide come ad esempio un esame o un colloquio importante, ma spesso anche nei momenti di intimità hanno delle riserve. Dimostrate in questi casi tutto il vostro appoggio. Infatti in questi casi dovete rassicurare la vostra compagna, farle capire che siete sempre al suo fianco, farle capire che siete con lei in ogni difficoltà.
Altro sbaglio da evitare è cercare di trasformare la vostra donna a vostro piacimento. Infatti spesso capita che gli uomini tentino di plasmare le proprie compagne, in questi casi se volevate una donna diversa perchè avete scelto lei? Si vede che lei vi piace così com’è ma qualche volta qualche suo atteggiamento non vi va. Ebbene bisogna saperlo accettare, poiché non i può annullare se stessi per gli altri. Rischiereste di avere una donna che piace a voi, ma non piace a se stessa.
Quando lei supera un esame importante o ha un successo professionale statele vicino e fatele sentire che siete fiero dei suoi progressi. Per lei è importante sapere che i suoi successi vi rendono felice, vi rendono orgoglioso, le fanno sentire che ci siete.

Cose da non fare mai (per lui)

Tra i consigli da dare ad un uomo per la sua storia d’amore, sia che sia appena nata, sia che sia già datata, è quello di non aggredirla mai, né verbalmente, né tanto meno fisicamente. Se avete uno screzio cercate di farle capire la vostra opinione senza strillare, né tanto meno essere aggressivi nei modi. Le donne ricordano questi modi, restano impressi e raramente si cancellano.

Abolite qualsiasi forma di volgarità nei confronti di una donna, vi bollerà immediatamente. Non si parla solo di volgarità a parole, ma anche di quei gesti poco fini che spesso si fanno anche quasi senza pensarci. Pensate a tutto quello che fate e che dite quando siete con lei.
Altra cosa decisamente da abolire sono i confronti e i paragoni. Se state con lei sicuramente è perchè ha qualcosa in più rispetto alla vostra ex. Ecco quindi che è meglio che non facciate il minimo paragone tra le altre e lei. Alle donne non piace sentirsi parte di una competizione, né tanto meno gareggiare con altre che neanche conosce. Evitate frasi del tipo “la mia ex la pensava come me”, poiché lei magari vi risponderà: “allora riprenditi la ex”.

Non sprecate il “ti amo”. Nel senso che non è di certo una cosa da dire a chi si conosce da pochi giorni. Se pensate che sparare un “ti amo” a pochi giorni dalla conoscenza sia la cosa giusta da fare per conquistarla vi sbagliate. Infatti le donne capiscono perfettamente se c’è un interesse minimo o un interesse forte che giustifica il fatidico verbo amare. Dirle “ti amo” troppo in fretta le farà pensare che non siete affatto onesti nei suoi confronti e che state usando un trucco vecchio quanto il mondo per conquistarla.
Ricordati che lei sta con te ma che non è tua. In pratica non devi essere troppo possessivo nei suoi confronti. Non è un oggetto in tuo possesso. Lasciala libera di vestire come vuole e frequentare gli amici che vuole. Non soffocarla e lei lo apprezzerà. Ad esempio non impedirle di vedere i suoi amici o le sue amiche, non esisti solo tu.
Assolutamente da evitare è che ti cada l’occhio su qualcos’altro o qualcun’altra quando sei con lei. Le donne hanno un radar speciale, captano la direzione del tuo sguardo e guai a te se intercettano che stai guardando un’altra donna mentre lei ti sta raccontando la tua giornata o ti sta dicendo che è un po’ giù.
Cerca di essere il più sincero possibile con lei, non raccontarle frottole, alla lunga se ne accorgerà, anche perchè mentre le donne mentono meglio, gli uomini si fanno scoprire presto. Meglio quindi essere sinceri.
Oltre a non cercare di cambiare il suo carattere devi anche cercarle di non farle troppe pressioni sulle sue abitudini. Stare con te non deve diventare per lei non stare più con i suoi amici, non andare più in palestra o abolire i suoi hobby.
Altra cosa da evitare sono sicuramente le critiche sia nei confronti della sua famiglia, sia nei confronti dei suoi amici. Ricordate sempre che sia gli amici, sia la famiglia esistevano prima di voi e saranno sempre importantissimi per lei, quindi se li criticate lei li difenderà.

Consigli per lei

In primo luogo anche le donne hanno bisogno di essere dolci nei confronti degli uomini, niente toni aggressivi e niente atteggiamenti che possono far irritare il vostro uomo.
Cercate inoltre di stare vicino al vostro partner specie nei momenti di difficoltà. Anche gli uomini hanno dei crolli e specie si riprendono facilmente se dietro di loro c’è una donna forte. Mostrategli quindi tutta la vostra comprensione e la vostra forza d’animo nel sostenerlo.
Fate capire al vostro compagno che è normale avere debolezze ed insicurezze. Dimostrategli comprensione ma fategli anche capire che a voi le sue debolezze non dispiacciono anzi che lo fanno sembrare più umano. Non vi interessa mica stare con un super eroe, vi accontentate anche di un comune mortale!
Prima di essere la sua amante sii innanzitutto sua amica. Ascoltalo quando ha qualche dubbio, qualche perplessità o qualche grana sul lavoro, stagli vicino prima con i consigli e poi con la tua presenza.
Anche per le donne è importante non prendersi sul serio. Agli uomini non piacciono le donne che pensano solo all’aspetto fisico o che non hanno argomenti. Quindi siate simpatiche, cacciate fuori tutta la vostra verve, fatelo ridere.

Sii donna ma anche bambina. Fai i capricci ogni tanto o metti il broncio. È un atteggiamento che piace molto agli uomini, li confonde, poiché vede in voi sia la fanciullezza sia l’eros.
Fagli sorprese originali e organizza tu le serate in modo stravagante, lo stupirai.
Lasciati guidare da lui quando serve, ma non fargli mai prendere il comando. In certe occasioni ci vuole polso quindi è bene essere decise nelle proprie scelte.

Cerca sempre di essere indipendente, per lui infatti devi essere un punto fermo e non un peso. Prendi quindi le tue decisioni da sola, da lui devi accettare solo consigli ma mai farti guidare nella vita.
Fallo sentire il tuo eroe personale. Per te lui è il meglio che c’è in circolazione, il migliore su piazza.

Cose da non fare mai (per lei)

Quando il tuo uomo sta in silenzio per 30 secondi non assillarlo subito con la solita domanda: a cosa stai pensando? Saranno affari suoi, semplicemente è immerso nei propri pensieri ma non per questo dovete immaginare chissà cosa e surclassarlo di domande.
Non pretendere che venga con te un’intera giornata per guardarti provare mille vestiti e poi non comprare niente. Gli uomini e lo shopping non vanno d’accordo. Ricordatene.
Se ti piace essere coccolata, e sai che lui ti consola quando ti lamenti di qualcosa, non approfittartene lamentandoti di ogni cosa. Potrebbe infatti diventare un atteggiamento boomerang.
Non dirgli cosa deve mettere, come deve vestirsi, come tagliarsi i capelli. Lui ha dei gusti personali, non imporgli i tuoi. Non sei mica fidanzata con un manichino che puoi plasmare a tuo piacimento!
Da non fare mai è parlargli delle cose fatte con gli ex. Specie dei dettagli intimi. È importante infatti che lui ti senta sua e per sentirti sua non deve sapere di altri che ti hanno avuta prima. In pratica non citargli mai luoghi o particolari intimi di esperienze con ex, è un grave errore.
Non involgarirti con atteggiamenti né tanto meno con le parole. Ma soprattutto non essere aggressiva in pubblico, gli uomini detestano che si facciano discussione davanti agli amici, meglio aspettare di essere soli.
Come per lei anche per lui famiglia e amici c’erano già da prima, quindi molto meglio non parlare mai male dei suoi amici e dei suoi familiari, rischieresti solo di litigare senza arrivare a nulla.
Anche per le donne in amore vince chi fugge, ogni tanto scappa, sparisci e fagli sentire la tua mancanza. La tua presenza così gli sarà a maggior ragione indispensabile.