Come muoversi a Koh Samui

Anche se le piccole località balneari possono essere tranquillamente girate a piedi e all’interno dell’isola esistono tanti percorsi perfetti per il trekking, se volete spostarvi velocemente da un punto all’altro di Koh Samui potete affidarvi ad uno dei tanti mezzi pubblici e privati disponibili. Dai caratteristici songthaew ai popolari moto-taxi, non avrete che l’imbarazzo della scelta! Muoversi per Koh Samui con i mezzi è molto semplice, ma se volete esplorarla in totale libertà potete optare per il noleggio di una moto o di un’auto considerando anche che la rete stradale dell’isola è molto sviluppata rispetto ad altre località.

Vediamo nel dettaglio quali sono le opzioni di trasporto disponibili.

Moto o di una macchina

Questa è una delle soluzioni più popolari tra i turisti che vogliono scoprire anche gli angoli più segreti di Koh Samui, oltre alle principali località turistiche, spostandosi in totale libertà; i prezzi economici dei noleggi e della benzina permettono sicuramente di risparmiare, ma al tempo stesso è fondamentale guidare con prudenza e rispettare (e conoscere) le regole del codice della strada. In Thailandia si guida a sinistra, perciò prestate massima attenzione in particolare in prossimità degli incroci e delle rotonde.

La moto o lo scooter è sicuramente il mezzo più divertente e facile da guidare per tutti; i prezzi per un mezzo di qualità (che non vi lasci a piedi durante il tragitto!) sono compresi tra 150-700 baht al giorno a seconda del modello, ma è possibile ottenere tariffe scontate se si noleggia la moto per più giorni. Quando scegliete il modello di moto assicuratevi che sia adatto all’itinerario che avete in mente: se pensate di avventurarvi su sentieri sterrati tra le montagne dell’isola optate per un modello idoneo al tipo di percorso. Controllate inoltre le condizioni della moto, verificando che non abbia ammaccature o graffi, e fate attenzione alle clausole del noleggio: molti contratti stabiliscono che qualsiasi pezzo danneggiato o rotto possa essere sostituito solo dalla compagnia di noleggio, ovviamente a prezzi molto più alti di quelli che paghereste qualora faceste riparare il mezzo in maniera indipendente; è una truffa molto comune perciò state attenti. Ricordatevi inoltre di affidarvi soltanto a compagnie di noleggio serie e diffidate dei privati che vogliono noleggiarvi il proprio mezzo, perché non avreste alcuna garanzia o tutela! In caso di incidente, non avendo stipulato alcuna assicurazione, dovrete pagare tutti i costi di riparazione, anche se è bene sapere che la maggior parte delle agenzie di noleggio moto non offrono alcuna assicurazione. A proposito di incidenti, è bene che sappiate che a Koh Samui i sinistri stradali sono molto frequenti e coinvolgono principalmente i motociclisti (spesso turisti) ma anche i pedoni, perciò è fondamentale fare molta attenzione per strada e indossare sempre il casco.

Lo stesso discorso vale se noleggiate una macchina, un mezzo molto gettonato tra i turisti per la comodità ed i prezzi economici, che variano da 800 a 2.000 baht al giorno a seconda del tipo di macchina e della durata del noleggio. Anche in questo caso fate attenzione a chi vi rivolgete: prediligete compagnie di noleggio internazionali, come Avis, Hertz, ecc., piuttosto che quelle locali, le quali offrono  prezzi sicuramente più convenienti, ma gli standard di qualità dei veicoli sono inferiori e l’assicurazione potrebbe essere minima o non essere affatto compresa.

Qualsiasi mezzo noleggiate, evitate di lasciare in deposito il vostro passaporto originale come garanzia, ma fate una fotocopia: in caso di truffe i documenti vengono spesso trattenuti dai truffatori fino a che i turisti non sborsano la cifra richiesta.

Noleggio di biciclette

Se avete tempo a disposizione per visitare l’isola in tutta calma e siete abbastanza allenati (buona parte del territorio è collinare/montuoso) potreste anche prendere in considerazione l’idea di noleggiare una bicicletta. I prezzi partono da 80 baht al giorno per una mountain bike di qualità ed è quindi un ottimo modo per risparmiare e al tempo stesso mantenersi in forma!

Considerato il livello di sicurezza stradale, vi consiglio anche di richiedere un casco di protezione, qualora non fosse già previsto nel noleggio, e di portare con voi un kit di pronto soccorso qualora doveste cadere e farvi male.

Taxi

I taxi ufficiali (di colore giallo) rappresentano di certo una soluzione comoda e sicura per spostarsi a Koh Samui: oltre ad essere molto numerosi, si trovano ovunque, in aeroporto e per le strade dell’isola, e a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Di contro, però, c’è da dire che le tariffe possono essere molto elevate rispetto agli standard thailandesi, anche qualora venisse attivato il tassametro (cosa che accade raramente).

Cercate quindi di far sì che il tassista utilizzi il tassametro oppure sfoggiate le vostre migliori abilità di negoziatori e fate il possibile per ottenere un prezzo “onesto”: per un viaggio di 25-30 km dovreste riuscire ad ottenere una tariffa di massimo 300-400 baht, che è comunque sempre più cara rispetto ai taxi di Bangkok. In particolare in aeroporto, sulle spiagge principali, vicino ai grandi hotel e nei quartieri turistici è spesso impossibile scucire ai tassisti un prezzo ragionevole, perciò vi consiglio di provare ad allontanarvi un po’ da queste zone.

Se arrivate a Koh Samui in aereo è preferibile organizzare il transfer in anticipo: informatevi se l’hotel in cui alloggerete offre questo servizio oppure prenotate il taxi o minibus online per ottenere tariffe più basse.

Moto-taxi

I moto-taxi offrono una soluzione conveniente e comoda: sono più cari dei Songthaews, ma più economici dei taxi e vi portano da un punto all’altro della città in maniera rapida. Come forse immaginerete non sono però molto comodi (e nemmeno sicuri) se dovete percorrere lunghe tratte, perciò limitatevi ad usarli per spostarvi all’interno di una località o comunque per fare tragitti brevi. Sono numerosi e facili da individuare perché chi li guida indossa un giubbino giallo o verde con la scritta “taxi”.

Songthaews

L’alternativa più economica ai taxi sono i tradizionali Songthaews, una sorta di minibus aperti di color rosso; il prezzo può variare da 30 a 100 baht a seconda della distanza percorsa: considerate che da Chaweng a Lamai la tariffa richiesta è di circa 50 baht, mentre ad esempio da Nathon Pier a Chaweng il prezzo è di 100 baht, ma in ogni caso indicate all’autista la destinazione e concordate il prezzo prima di salire. I Songthaews offrono un ottimo servizio di trasporto, con corse regolari e frequenti, sia di giorno che di notte. Ciascun mezzo riporta la destinazione indicata sulla parte frontale, ma tenete a mente che i Songthaews non hanno un itinerario ben preciso e neppure delle fermate prestabilite, perciò verificate con l’autista prima di salire! Una volta a bordo dovrete prenotare la fermata premendo un pulsante oppure comunicare all’autista dove volete scendere. Non avendo delle fermate fisse, per salire a bordo funziona come con i taxi: dovete fare cenno all’autista di fermarsi quando vedete passare il mezzo per strada; se ci sono posti disponibili si fermerà, altrimenti proseguirà diritto.

Galleria Foto