Cibo finto nelle vetrine dei ristoranti in Giappone

Ordinare da mangiare al ristorante in Giappone può risultare particolarmente facile anche per chi non parla una parola di giapponese.

 

 

Oltre al fatto che su molti menu ci sono le foto dei piatti, all’esterno dei ristoranti infatti è quasi sempre possibile trovare fedelissime riproduzioni in cera delle portate sia per capire esattamente cosa c’è da mangiare e i prezzi, sia per aiutare gli indecisi.

Un bel piatto di pasta o una pizza. La vedete ed è facile da scegliere, bello vero?

I ristorantini più piccoli che non hanno una vetrina espongono solamente le foto dei vari piatti, i ristoranti di medio livello espongono copie di piatti in cera che acquistano nei negozi specializzati, mentre i ristoranti più professionali fanno fare delle riproduzioni in cera dei loro piatti da abilissimi artigiani che non si lasciano sfuggire nemmeno il più piccolo dettaglio un po’ come in Italia i ristoranti di alta cucina fanno fotografare i propri piatti da grandi fotografi.

I giapponesi mangiano spesso fuori casa e sono molto fiscali su ciò che il ristorante espone al suo esterno. Ordinare un piatto e vedersi portare qualcosa di diverso da quello che si è visto all’esterno non è tollerato. A volte viene da sorridere perché se nella coppa del gelato finto che espongono in vetrina si vedono due chicchi di uva, mezza fetta d’arancia e un ombrellino, la coppa vera che vi porteranno sarà identica.

Vari tipi di pesce per soddisfare chi desidera cibo giapponese

Durante le passeggiate nelle piccole stradine fuori dal centro dei quartieri principali, vi capiterà di trovare questi piatti senza nessuna vetrina protettiva, e sicuramente verrete tentati dalla voglia di toccare questi capolavori. State attenti, perché spesso molti ristoranti a conduzione famigliare espongono quotidianamente piatti appena cucinati, e quindi oltre a sporcarvi rischiate di rovinare la portata.

La vetrina di un ristorante che prepara principalmetne dessert.

Dove vengono realizzati questi piatti finti

Vicino al mercatino di Asakusa, c’è Kappabashi Street, la via dedicata ai ristoratori. E’ possibile trovare qualsiasi cosa che serva ad un ristorante per svolgere la sua attività. Ci sono molti negozi specializzati in piatti in cera con anche piatti italiani, realizzati con la massima precisione e anche con qualche gradevole effetto visivo, come ad esempio la forchetta che sembra lievitare in aria mentre alza degli spaghetti. Durante la mia visita a Kappabashi Street avrei voluto acquistare qualcosa da portare in Italia, ma i prezzi sono abbastanza elevati. I piatti costano dai 40€ in su ma per chi vuole portarsi a casa qualcosa di veramente originale ne vale la pena.

Nel documentario Tokyo Ga di Wim Wenders si può vedere l’interno di una fabbrica che produce questi oggetti d’artigianato.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!