Cellulari in Giappone

Tra le domande più frequenti che mi vengono fatte è quali cellulari funzionano in Giappone. Vorrei che più che pensare a quali funzionano pensaste a perché vi serve, dato che secondo me in realtà durante una vacanza il cellulare non vi serve, e vi spiego il perché.

Quali funzionano in Giappone?

Funzionano tutti i cellulari italiani a patto che siano 3G, cioè di ultima generazione. L’Iphone funziona, così come anche modelli economici 3G della Nokia.
So che Vodafone non ha problemi, per le altre compagnie chiedete al vostro operatore.

Costa molto chiamare?

Se avete una compagnia italiana e siete in Giappone chiamare costa parecchio, anche per ricevere chiamate dato che siete all’estero.

Non ti serve il cellulare!!

Se pensate che vi serve veramente vi state sbagliando, io vi consiglio di lasciarlo a casa e godervi il vostro viaggio in Giappone.
Prima del mio secondo viaggio in Giappone scrivevo una media di 80-90 SMS al giorno in Italia ma ho deciso di lasciare a casa il cellulare.

Credo che in genere chi si porta il cellulare in vacanza lo porta principalmente sfizio, ma sempre con alcune scuse facili da smontare:

  • Se mi faccio male: questa è la più grande scusa del secolo. Se vi fate un po’ male (ad esempio un gesso alla gamba) non avete necessità di chiamare la mamma per dirglielo in tempo reale: la fareste preoccupare per niente. Se invece avete un grave problema come ad esempio siete stati investiti da un auto, siete stati male e siete in fin di vita, probabilmente non avete le forze per telefonare. Considerate poi che in ogni ospedale ci sono telefoni pubblici a gettoni.
    Fate questo discorso anche ai vostri genitori che vorrebbero chiamarvi ad ogni ora per sentire come state. Quando vi spostate da una città all’altra scrivete un e-mail e dite dove alloggiate e chiamate dalle cabine ogni tanto.
  • Serve per lavoro: se state facendo un viaggio di lavoro e dovete essere sempre in contatto con giapponesi per organizzare meeting allora vi serve, ma in questo caso non portatelo dall’Italia ma noleggiate un cellulare in aeroporto a Narita.
    Se invece vi serve perché vi chiama il vostro capo dall’Italia per qualche aiuto significa che con i soldi il vostro capo ha comprato anche i pochi momenti liberi che avete, per una volta tanto mandatelo a quel paese.
  • Serve per contattare amici giapponesi: ho incontrato decine di persone in Giappone che avevo conosciuto su internet e mi sono sempre appoggiato solo agli internet-cafe e alle mie telefonate dalle cabine. Ho scoperto che in realtà se ci si vuole realmente incontrare non serve il cellulare, basta decidere tramite e-mail dove vedersi ed andare nel luogo previsto: se ci sono imprevisti si va in una cabina e si chiama la persona giapponese che si doveva incontrare. Su decine di volte non mi è mai successo di avere problemi perché non avevo il cellulare con me. Tra l’altro i giapponesi hanno le e-mail sul cellulare e quindi se voi scrivete dal computer i vostri amici leggono anche se sono in giro.

Noleggiare una SIM e cellulare

Dopo quanto scritto sopra, nell’unico caso in cui siete in Giappone per lavoro e dovete essere spesso in contatto con giapponesi, presso l’aeroporto di Narita potete noleggiare un cellulare con SIM giapponese. Il costo varia, ma in genere è sui 500-1000yen al giorno, più le chiamate. Non è poi tanto economico ma se fate molte chiamate vi conviene.

Fare un abbonamento

Gli abbonamenti abbonamenti sono esclusivamente per giapponesi o stranieri che hanno un visto non turistico. Generalmente gli abbonamenti prevedono che il cliente paga una quota fissa ogni mese e gli viene dato un cellulare. Per questo anche trovando un amico giapponese non farebbe mai un contratto così per voi perché durerebbe almeno 1 o 2 anni con un costo esorbitante.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!